In difesa della predestinazione – Predicazione del 16 novembre 2016

predicazione-299-confutazione

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Per scaricarla fai clic qua

This entry was posted in Mie predicazioni audio and tagged . Bookmark the permalink.

11 Responses to In difesa della predestinazione – Predicazione del 16 novembre 2016

  1. Massimo says:

    Giacinto pace. Chi nega la predestinazione e in modo reiterato come ho visto e sentito, nega indubbiamente la Parola di Dio, non è altro che un sostenitore di teorie sue proprie e/o dell’ Organizzazione cui fa parte.
    Quindi se non dice la verità è un “emerito BUGIARDO”.
    Il dizionario della lingua italiana definisce il “bugiardo” una persona FALSA, INSINCERA, un IMPOSTORE, colui che proferisce parole bugiarde, ingannevoli.
    E se vi sono addirittura pastori, conduttori di comunità religiose, che insegnano bugie, ribadendole di volta in volta, di anno in anno, allora costoro non sono altro che dei “bugiardi cronici”.
    Ho cercato e ho trovato questa definizione medica circa questa forma di patologia cronica, ovvero : ” Il BUGIARDO PATOLOGICO è colui che mente incessantemente per cercare di ottenere qualcosa e lo fa senza troppo curarsi delle conseguenze che questo comportamento può avere sugli altri, fossero anche “solo” conseguenze emotive. In questo caso l’abitudine alla menzogna è vista come meccanismo per affrontare la realtà, un meccanismo sviluppatosi in età infantile che sovente è associato ad altre problematiche psicologiche. Il bugiardo patologico è in genere manipolativo, autocentrato e ben poco empatico rispetto alla dimensione psicologica delle altre persone.” Quindi di ” Manipolazione” si tratta! Sì, di emeriti MANIPOLATORI di menti! E’ gravissimo!
    Giacinto è doveroso quanto necessario per amore di Gesù e della sua Parola da parte tua, da buona sentinella, avvisare certi fratelli che ancor oggi frequentano certi locali di culto che sono in pericolo! Perchè? Perchè restando lì, significa che accettano volontariamente di farsi ammaestrare, ma in realtà si fanno ingannare, raggirare, dai loro pastori che sono affetti di questa patologia cronica! O restano lì, soltanto perchè a suo tempo ed in buona fede, hanno sborsato dei bei soldini per concorrere alla costruzione di locale di culto? O vi restano perchè magari legati da vincoli di parentela : “Mi pare male per mio cognato, mio suocero, mia sorella…” dicono! Ma non pensano al loro Signore e Salvatore? di essere trovati obbedienti alla sua Parola! Oppure si fanno riguardi meramente per gli uomini?

    Beh….allora nella Parola di Dio leggo : ” Chi vince erediterà queste cose, Io gli sarò Dio ed egli mi sarà figlio. Ma per i CODARDI, gli increduli, gli abominevoli, gli omicidi, i fornicatori, gli stregoni, gli idolatri, e tutti i BUGIARDI, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda” (Apocalisse 21:7-8).
    Quindi tra questi vorrei evidenziare i Codardi e i Bugiardi! Quindi due razze di gente che il Signore destinerà per certo al fuoco eterno!

    E’ scritto altresì : ” Ciò nonostante, molti, anche tra i capi, credettero in Lui (Gesù); ma a causa dei farisei NON LO CONFESSAVANO, PER NON ESSERE ESPULSI DALLA SINAGOGA; perchè preferirono la gloria degli uomini alla gloria di Dio” (Giovanni 12:42-43).
    Quindi, che certi fratelli, quelli veri non i falsi, facciano la massima attenzione perchè il Signore non li riterrà innocenti perchè hanno cercato riparo e rifugio tra gli uomini e si sono cibati dei loro veleni tossici, hanno preferito la gloria degli uomini!
    Come possono continuare a frequentare quelle assemblee, a far numero o nell’ illusione di ricevere tante benedizioni, mentre invece sono sotto maledizione, perchè disobbedienti e ribelli alla Parola di Dio? Codardi quindi da una parte e bugiardi dall’altra. Vi sono altresì alcuni tra i pastori che non sono poi molto convinti su certe verità bibliche, tra cui anche la predestinazione e il libero arbitrio? E nonostante tutto salgono su quei pulpiti e anche se a denti stretti, insegnano ugualmente falsità perchè dettate dall’Organizzazione? Questi sono altrettanto responsabili di Falsità, di Bugia, quindi sono parimenti dei Bugiardi, alla stessa stregua di tutti gli altri!
    Quindi BUGIARDI perchè insegnano falsità; CODARDI perchè NON confessano la Verità (Gesù e la sua Parola) per PAURA di essere cacciati dall’Organizzazione (Sinagoga) cui fanno parte e i cui nomi sono scritti sì, ma solo ed unicamente nel registro di quelle chiese e come membri comunicanti, ma NON certamente scritti nel libro della Vita!!! Attenzione perchè la Parola di Dio chiama tutti : INGIUSTI, in quanto NON fanno la Volontà di Dio; INGIUSTI perchè i Bugiardi vivono e si appoggiano sulle bugie; INGIUSTI perchè i Codardi ascoltano nonostante tutto il dire dei bugiardi, ovvero il consiglio degli empi (Salmo 1:1 e 26:4) cercano la loro compagnia, facendosi così corrompere! Che amarezza!
    So che sono dure queste parole, ma se è scritto : “Così anche al presente, c’è un RESIDUO eletto per grazia” (Romani 11:5), che non si facciano ingannare, raggirare ancora e che escano da certe Organizzazioni (Apocalisse 18:4) affinchè non siano complici, non siano coinvolti nei medesimi castighi! Che fuggano via da quelle sinagoghe di Satana, altrimenti subiranno la stessa sorte dei Bugiardi e dei Codardi! Pace.

  2. fabio says:

    Pace Giacinto, Massimo
    avevo già letto sul blog della predestinazione e di nuovo in questo post qualche giorno fa ho ascoltato la predicazione in cui tu Giacinto inviti a riflettere e alla Luce della Parola di Dio non posso fare altro che alzare le mani e ammettere ancora la mia grande ignoranza.

    ascoltando la predicazione di Giacinto in certi momenti mi sembrava di specchiarmi specialmente ripensando agli “inizi” ai primi tempi e guardandomi dentro vedevo come Dio E’ sempre stato presente nella mia vita ma io ne ero del tutto inconsapevole nonostante in ogni cosa Lui ci attirasse al Figlio Suo fino a farci comprendere quello che si legge in Romani 5:8 Ma Dio dimostra il Suo amore verso di noi perché, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi.

    mi vengono alla mente le parole che usò l’apostolo Stefano prima di venire lapidato e disse questo parlando di Mosè in atti 7:23 Ma, quando giunse all’età di quarant’anni, gli VENNE IN CUORE di andare a visitare i suoi fratelli: i figli d’Israele.
    oppure in Ebrei 11:24-26 Per fede Mosè, divenuto adulto, rifiutò di esser chiamato figlio della figlia del faraone, preferendo essere maltrattato con il popolo di Dio piuttosto che godere per breve tempo del peccato. Questo perché stimava l’obbrobrio di Cristo ricchezza maggiore dei tesori d’Egitto; guardava infatti alla ricompensa.

    ma la Fede viene da Dio,solo Lui la da a chi Egli vuole Esodo 33:19 L’Eterno gli rispose: «Io farò passare davanti a te tutta la mia bontà e proclamerò il nome dell’Eterno davanti a te. Farò grazia a chi farò grazia e avrò pietà di chi avrò pietà». ed anche in Matteo 20:15 Non mi è forse lecito fare del mio ciò che voglio? O il tuo occhio è cattivo, perché io sono buono?”.

    quando leggo insieme ai miei figli il Vangelo della Grazia lo leggo con la consapevolezza che la loro fede non dipenderà dai nostri sforzi ma da Dio che solo nei tempi da Lui stabiliti gli farà venire in cuore di rispondere alla Sua Volontà anziché a quella degli uomini poiché la nostra fiducia non è in Mosè ma in Colui che è più Grande di Mosè come si legge in Ebrei 3,3 Ma in confronto a Mosè, Egli (GESU’) è stato giudicato degno di tanta maggior gloria, quanto l’onore del costruttore della casa supera quello della casa stessa.

    pace ai santi

  3. Frank says:

    Pace.
    Il punto è che alcuni negano le predestinazione, altri non la negano ma non la intendono nel modo in cui la intendete voi.
    Un pastore mi ha detto che la predestinazione c’è, è biblica, ma è in Dio..nel senso che Dio già sa fin dalla fondazione del mondo chi sono i salvati e chi no, ma non che ha deciso di salvarne alcuni e mandarne in perdizione altri. Romani 9 non dice esplicitamente “Dio ha predestinato alcuni alla perdizione”..parla dei vasi d’ira preparati per la perdizione a causa del loro peccato. Questo pastore di cui parlo ha camminato nelle vie del Signore, ha operato miracoli e guarigioni, il Signore gli ha dato visioni che si sono avverate..di certo non è un cianciatore.
    Io, personalmente, non nego la predestinazione, perchè ci sono molti versi che fanno capire che è così. Ma non sono sicuro riguardo al dire che “Dio ha predestinato alcuni alla salvezza e altri alla perdizione”, perchè ci sono molti altri versi che fanno capire il contrario.
    Io ho molte lacune e mancanze, non sono battezzato in Spirito Santo, non ho mai avuto nessun dono di profezia lingue ecc.. non ho sperimentato la pienezza dello Spirito Santo. Non posso proclamare questa dottrina nelle condizioni in cui mi trovo e se il Signore non me ne rende certo..io ci stò pregando, voglio veramente capire, ma voglio che sia il Signore a rendermene certo, non un uomo.

    • giacintobutindaro says:

      Pace, investiga le Scritture e prega.

    • Massimo says:

      @ Frank, ci sono dei buoni propositi e dei buoni sentimenti nel tuo cuore, e mi hai ricordato quanto è scritto in Daniele 10:12. E se ti sei messo veramente in cuore di capire e magari anche d’umiliarti davanti al Signore.. beh…sei sulla strada giusta! E poi Frank ti vorrei ricordare quanto scrive l’apostolo Paolo :
      “Ora a ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune. Infatti a uno è data, mediante lo Spirito parola di sapienza……a un altro, FEDE, mediante il medesimo Spirito…” (1° Corinzi 12:1-11) Quindi la “Fede” ti pare che sia un dono da disprezzare? Non è forse uno dei doni dello Spirito Santo elencati dall’apostolo? Certo che sì! Il Signore ti ha già dato una porzione del suo spirito e tu che fai? Sei avvilito per questo?
      Ricordi Frank che cosa disse Gesù in merito a questo specifico dono? :” Ma quando il Figlio dell’uomo verrà, troverà la FEDE sulla terra?” (Luca 18:8).
      Non farti ingannare da chi vanta di avere tutti i doni! Quando frequentavo una comunità ADI provavo la tua stessa amarezza in quanto c’era la falsa convinzione, che poi veniva passata come verità assoluta, che il pastore avesse tutti i doni dello Spirito Santo! “Voce di Dio!” diceva qualcuno! Pareva godesse dell’Infallibilità, quando lui apriva bocca! Pensa che stoltezza!
      Certo Paolo ci esorta a ricercare doni maggiori, ma non avvilirti per questo! Pensa che il Signore ti ha salvato e ti sta accompagnando nel tuo cammino che deve essere continuo di santificazione Frank! Sta’ di buon cuore ed ascolta il consiglio di Giacinto senza fartene un cruccio! La Parola di Dio va accettata con semplicità di cuore! Metti da parte certi astrusi ragionamenti filosofico-religiosi suggeriti da persone all’apparenza dotte,perchè magari laureate che cercano di convincerti con artifici e tesi teologiche estrapolate da chissà dove! Forse quale prodotto di tanti pensieri estrapolati da libri sfornati nei decenni da scrittori religiosi fatti passare come padri spirituali e modelli da imitare! Lasciali stare e fatti ammaestrare dell’unico Maestro, sì Gesù, sotto la guida sicura dello Spirito Santo e con le forze che il Signore ti ha dato e vedrai che Lui ti guiderà e ti darà di comprendere ogni verità!
      Il Signore ti conosce meglio di chiunque altro e ti darà per certo quanto desideri! Sta di buon cuore! Preghiamo!

      • giacintobutindaro says:

        Massimo, pace. In merito alla fede, non confondere la fede che è stata data a tutti noi affinché fossimo salvati, con la fede come manifestazione dello Spirito: sono certamente ambedue doni, ma mentre il primo lo hanno tutti i figliuoli di Dio, il secondo non lo ricevono tutti. Quest’ultimo infatti è una fede speciale concessa dallo Spirito Santo a taluni in certe occasioni per compiere qualcosa di particolare. Per esempio Gesù mediante questo dono sfamò migliaia di persone per ben due volte con pochi pani e pochi pesci (cfr. Matteo 14:15-21; Mar. 6:30-44; Giov. 6:1-15, e Matt. 15:32-37; Mar. 8:1-9), camminò sulle acque del mar di Galilea (cfr. Matt. 14:25; Mar. 6:48), e fece seccare all’istante un fico (cfr. Matt. 21:18-19).

        • Marco says:

          Giacinto, perdonami, non ho capito una cosa del tuo ultimo intervento, forse perchè tante cose ancora non le so.

          Intendi dire che Gesù ricevette la fede da Dio per i miracoli che operò?
          Che differenza c’è tra la fede per la salvezza e la seconda?

          Ti ringrazio se vorrai spiegarmi.

          • giacintobutindaro says:

            Marco, c’è una fede per tutti gli eletti, che è la fede degli eletti di Dio mediante la quale sono salvati, e una fede che non è per tutti gli eletti o membri del Corpo di Cristo, in quanto viene concessa solo ad alcuni. In questo secondo caso si tratta infatti di uno dei doni spirituali, che vengono distribuiti dallo Spirito a chi vuole il Signore. Come i doni di guarigioni, il dono di profezia e gli altri doni.

            Dice Paolo:
            Infatti, a uno è data mediante lo Spirito parola di
            sapienza; a un altro, parola di conoscenza, secondo il
            medesimo Spirito;
            a un altro, fede, mediante il medesimo Spirito; a un
            altro, doni di guarigioni, per mezzo del medesimo
            Spirito; a un altro, potenza d’operar miracoli;
            a un altro, profezia; a un altro, il discernimento degli
            spiriti; a un altro, diversità di lingue, e ad un altro, la
            interpretazione delle lingue;
            ma tutte queste cose le opera quell’uno e medesimo
            Spirito, distribuendo i suoi doni a ciascuno in
            particolare come Egli vuole. (1 Corinzi 12:7-11).
            Nota ‘A UN ALTRO FEDE, MEDIANTE IL MEDESIMO SPIRITO’

            Spero che tu abbia capito.

        • Massimo says:

          Grazie Giacinto! Ho considerato anche questo : “Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d’acqua viva sgorgheranno dal suo seno.” Disse questo dello Spirito, che dovevano ricevere quelli che avrebbero creduto in Lui; lo Spirito, infatti, non era ancora stato dato, perchè Gesù non era ancora glorificato” (Giovanni 7:38-39). Come anche in Gioele 2:28 leggiamo :
          ” Dopo questo, avverrà che io spargerò il mio Spirito su ogni persona: i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, i vostri vecchi faranno dei sogni, i vostri giovani avranno delle visioni”.
          Giacinto, in tutta sincerità, e per la mia personale esperienza, queste parole del profeta le ho viste realizzarsi nella mia vita, dopo essermi convertito, aver creduto nel Signore Gesù e battezzato in acqua!
          Ma non parlo in lingue nè profetizzo, come invece mi assillavano continuamente nella comunità ADI cui facevo parte un tempo. Che poi parlare in lingue mi riuscirebbe facilissimo; ogni tanto lo faccio ma per conto mio e so che sono parole che pronuncio ma di mio!
          Se volevo, avrei potuto prenderli in giro ogni volta che volevo sia il pastore che i consiglieri e tutti! Perchè in quei locali basta che parli in lingue e anche se ti comporti ipocritamente non importa! Con estrema facilità passi per un caro fratello, puoi anche metterti in bella mostra nell’assemblea, avere un certa influenza e vieni anche stimato come super-spirituale!
          Ho conosciuto certi fratelli di quella stessa comunità che dapprima si disperavano per il fatto che non parlavano in lingue o altro, ma poi si sono rassegnati, anche se venivano scartati dai più! Eppure Paolo è chiarissimo in 1° Corinzi 13:1-13 e che a conclusione del tutto afferma : “Ora queste tre cose durano: fede, speranza, amore; ma la più grande di esse è l’ AMORE.
          Sì io ho parlato di Fede, ma sappiamo che Paolo ne elenca ben nove di doni!
          Ecco perchè volevo esortare Frank a non scoraggiarsi! Magari lui parla anche in lingue, chissà se leggerà e ci risponderà! Pace.

          • giacintobutindaro says:

            Massimo, bisogna comportarsi onestamente sia nei confronti di Dio che degli uomini, e quindi non dobbiamo inventarci niente, ma proprio niente. Non dobbiamo falsificare niente. Con le cose di Dio non si scherza. Lo so che alcuni ci scherzano, ma peggio per loro!

  4. fabio says:

    Pace,
    E’ vero Massimo all’interno delle comunità vi sono delle persone che talvolta vengono stimate come super-spirituali, mi ricordo che erano sempre o quasi sempre gli stessi quelli che si alzavano a leggere la Parola di Dio e che talvolta quando veniva pronunciato un cognome era come se esso risuonasse in ogni angolo proprio a far si che tutti sapessero chi fosse e cosa avesse fatto ma in questo mi sono sempre venute alla mente le parole che disse l’apostolo Paolo in 2 Corinzi 12,1-11
    Bisogna vantarsi? Ma ciò non conviene! Pur tuttavia verrò alle visioni e alle rivelazioni del Signore. Conosco un uomo in Cristo che, quattordici anni fa – se con il corpo o fuori del corpo non lo so, lo sa Dio – fu rapito fino al terzo cielo. E so che quest’uomo – se con il corpo o senza corpo non lo so, lo sa Dio – fu rapito in paradiso e udì parole indicibili che non è lecito ad alcuno pronunziare. Di lui io mi vanterò! Di me stesso invece non mi vanterò fuorché delle mie debolezze. Certo, se volessi vantarmi, non sarei insensato, perché direi solo la verità; ma evito di farlo, perché nessuno mi giudichi di più di quello che vede o sente da me.
    Perché non montassi in superbia per la grandezza delle rivelazioni, mi è stata messa una spina nella carne, un inviato di satana incaricato di schiaffeggiarmi, perché io non vada in superbia. A causa di questo per ben tre volte ho pregato il Signore che l’allontanasse da me. Ed egli mi ha detto: «TI BASTA LA MIA GRAZIA; LA MIA POTENZA INFATTI SI MANIFESTA PIENAMENTE NELLA DEBOLEZZA». Mi vanterò quindi ben volentieri delle mie debolezze, perché DIMORI in me LA POTENZA DI CRISTO. Perciò mi compiaccio nelle mie infermità, negli oltraggi, nelle necessità, nelle persecuzioni, nelle angosce sofferte per Cristo: quando sono debole, è allora che sono forte.
    Sono diventato pazzo; ma siete voi che mi ci avete costretto. Infatti avrei dovuto essere raccomandato io da voi, perché non sono per nulla inferiore a quei «superapostoli», anche se sono un nulla.

    Frank come ti ha scritto Massimo non ti avvilire per ciò che non comprendi ma fanne la tua forza affinché si manifesti in te la potenza di Cristo e tu possa essere guidato a TUTTA LA VERITA’ come si legge in Giovanni 16,13 Quando però verrà lo Spirito di verità, EGLI VI GUIDERA’ ALLA VERITA’ TUTTA INTERA, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future.

    Pace ai santi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *