La Massoneria? Una istituzione religiosa satanica

massoneria-satanica

La Massoneria vieta espressamente nelle logge di pregare nel nome di Gesù Cristo, e presenta Gesù semplicemente come un maestro di saggezza o di morale (spesso i massoni lo chiamano «il maestro cristiano») – mettendolo sullo stesso piano di Confucio, Maometto, Buddha, Zoroastro ed altri sedicenti maestri di morale o riformatori – negando che Egli sia il Cristo, che è morto per i nostri peccati e risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture. E quindi la Massoneria rigetta che Gesù è il Salvatore del mondo, al di fuori del quale non c’è salvezza (cfr. Atti 4:12). E questo perché la Massoneria insegna una dottrina sulla salvezza che non ha niente a che fare con la dottrina sulla salvezza insegnataci dagli apostoli che si basa sulla morte espiatoria di Cristo e sulla sua risurrezione. La dottrina massonica sulla salvezza è una dottrina di demoni che conduce nelle fiamme dell’inferno!
Bastano soltanto queste poche cose per potere dichiarare la Massoneria come una istituzione religiosa satanica! Non è infatti proprio Satana colui che non vuole che si preghi Dio nel nome di Gesù e colui che spinge a negare che Gesù è il Cristo di Dio? E poi, se la Scrittura dice che chi nega che Gesù è il Cristo è un bugiardo, un anticristo, che nega il Padre e il Figliuolo (cfr. 1 Giovanni 2:22), è evidente che una istituzione religiosa che nega ciò non può che essere dal diavolo perché ANTICRISTIANA! Per cui il cosiddetto Grande Architetto dell’Universo (G.A.D.U.) che i massoni adorano e servono, e nel nome del quale agiscono e parlano, non è altro che Satana, il seduttore di tutto il mondo. Che poi i massoni lo definiscono Dio o Principio regolatore del cosmo o Essere Supremo, questo è semplicemente un modo per nascondere la vera identità del G.A.D.U. Quindi la Massoneria, per riassumere brevemente, parla di un altro Dio, di un altro Gesù e di un’altra salvezza!
Non importa dunque se chi fa parte della Massoneria agli occhi della società è un «galantuomo» che si prende cura della sua famiglia, che si studia di rispettare le leggi della sua nazione, e che magari fa anche qualche opera buona, egli fa parte di una istituzione religiosa satanica ed è sotto la potestà di Satana e deve quindi ravvedersi e credere nel Vangelo di Cristo, per essere salvato dai suoi peccati e dal fuoco eterno dove è diretto. E deve uscire e separarsi immediatamente da essa, e cominciare a condannarla con ogni franchezza.
Chi è che nel mondo è in prima fila a diffondere l’odio e il disprezzo verso il Signore Gesù Cristo se non la Massoneria? Ricordatevi che la Massoneria è una macchina da guerra contro il Cristianesimo. Lo vuole distruggere per sostituirlo con un finto Cristianesimo, ossia il «Cristianesimo esoterico» di cui la Massoneria si vanta di essere in possesso e che considera il Cristianesimo originale! E questo «Cristianesimo esoterico» promuove un altro Dio, un altro Gesù e un’altra salvezza, per cui se un Cristiano lo accetta si svia dalla fede e dalla verità!
Non vi fate dunque ingannare dai massoni che vogliono presentarvi la Massoneria come una istituzione non anti-cristiana, perché vi mentono sapendo di mentire. Io torno a dirvelo, fratelli, per il vostro bene.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Massoneria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La Massoneria? Una istituzione religiosa satanica

  1. Massimo scrive:

    Giacinto pace. Se permetti, vorrei riportare uno stralcio di quanto ho trovato sul conto di un personaggio forse non molto noto a tutti e che credo la dica lunga sul modo di esercitare il proprio credo religioso da parte di tanti sedicenti cattolici cristiani:
    ————————————————————————————————— “ROL era peraltro infastidito da coloro che si interessavano esclusivamente ai suoi “fenomeni”. Nel 1975 scriveva: “Dopo tanto tempo non ho costruito nulla in voi; ho soltanto colmato molte ore della vostra noia, vi ho dato spettacolo (…). Almeno un piccolo tentativo avreste pur potuto farlo, quello di muovervi verso di me o almeno verso le cose altissime che mostro a voi ciechi, egoisti, indifferenti a quel che succede” (in Giuditta Dembech [a cura di], Gustavo Adolfo Rol: Scritti per Alda, L’Ariete, Settimo Torinese [Torino] 1999, p. 22). Ma quali erano le “cose altissime” che Rol “mostrava”? Spesso amava dire che il suo insegnamento sarebbe stato reso noto soltanto dopo la morte, ed è in effetti in questi anni che documenti inediti cominciano ad affiorare, anche se molto resta ancora da pubblicare. Rol si diceva cattolico credente e praticante, e certamente fra i suoi ammiratori si annoverano molti cattolici (alcuni dei quali noti e illustri).” ——————————–

    Quest’uomo, ovvero Gustavo Adolfo Rol, pare fosse molto osservante della dottrina cattolica, ma al tempo stesso ritengo abbia oltrepassato i confini sia di quella dottrina che delle Scritture stesse, infatti parla di “spiriti intelligenti” e pare che l’avrebbero guidato nelle sue esperienze paranormali che chiamava “esperimenti”. Il guazzabuglio che regna e governa nella sfera religiosa cattolica in questo caso è davvero impressionante e molti, pur professandosi cristiani, si avventurano in realtà spirituali che vanno ben oltre la fede cristiana, perdendosi così inesorabilmente nel mare infinito della confusione religiosa “e il naufragar m’è dolce in questo mare ” direbbe qualcuno! Rol comunque l’hanno definito “un maestro spirituale di orientamento cristiano-cattolico, dotato di poteri paranormali e una persona altresì sensibile ai bisogni del prossimo cui si dedicava continuamente”. C’è chi afferma che abbia vissuto una “santità laica” tanto che il suo esempio pare abbia fatto sì che molti si avvicinassero ancor di più alla Chiesa Cattolica, quindi un credente praticante. Non ho trovato notizie utili o certe circa la sua effettiva o meno appartenenza ad una qualche Loggia massonica, ma lo stesso si è fatto fotografare in pose che parrebbero dei veri “segnali massonici di riconoscimento” che tu Giacinto hai trattato!
    Anche l’attore comico Antonio De Curtis, in arte Totò, pur professandosi cattolico apostolico romano, fu un massone, un Maestro venerabile della Loggia massonica da lui fondata :” Ars et Labor” ma lui si espresse e si distinse alla grande nell’arte recitativa comica e così tantissimi altri e in altre specialità professionali. E mi chiedo come mai così tanti cattolici? Nelle varie ricerche effettuate in internet ho letto che molti concordano sul fatto che una grande percentuale di massoni appartiene al mondo cattolico e ” IL MASSONE NON E’ UN UOMO PARTICOLARMENTE INCLINATO ALLA RELIGIONE, MA BENSI’ PROFESSA LO SPIRITUALISMO”. Ecco perchè non importa quale dio uno adori, quel che importa che abbia un animo proteso alle cose spirituali invisibili! Se poi entriamo nella sfera evangelica o in altre professioni religiose islamiche, buddiste ecc….che gran rovina davvero per tantissime anime che da una religione, passa allo spiritualismo e da lì il passo è molto breve arrivare allo spiritismo! Pertanto Giacinto, assodato che la Massoneria è dal Diavolo, mi chiedo però una cosa: “Che Istituzione sarà mai : Religiosa o Spirituale, oppure entrambi? Pace.

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace, quel Rol era un occultista, e aveva a che fare con i demoni. La Massoneria è una istituzione religiosa che professa una religione gnostica, dove c’è di tutto: dallo spiritismo alla magia sessuale, al satanismo.

  2. Massimo scrive:

    “Ma in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di Colui che ci ha amati. Infatti sono persuaso che nè morte, nè vita, nè angeli, nè principati, nè cose presenti, nè cose future, nè potenze, nè altezza, nè profondità, nè alcun’altra creatura potranno separarci dall’ amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore” . (Romani 8:37-38).
    Pace.

  3. Antonio scrive:

    Giacinto, a mio parere lei è ignorantissimo o in malafede
    O entrambe
    Ringrazio di essere libero e non schiavo del pregiudizio come lei si dimostra essere
    Immensa pena

    • giacintobutindaro scrive:

      Tu sei libero riguardo alla giustizia … e quindi schiavo del peccato, come lo ero io un tempo quando ero senza Cristo. Ecco perchè parli così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.