Una domanda per Giuseppe Paolo Villa, pastore ADI

Una domanda per Giuseppe Paolo Villa, pastore della Chiesa ADI di Melito di Porto Salvo (RC). Se tu venissi invitato a predicare al funerale di un membro di una Chiesa ADI che si è suicidato, e accettassi l’invito, diresti poi dal pulpito che il suicida è andato in cielo? O che è andato all’inferno? Dove vanno secondo te, o meglio secondo le ADI di cui fai parte, i suicidi?

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

28 Responses to Una domanda per Giuseppe Paolo Villa, pastore ADI

  1. Giuseppe paolo Villa says:

    Egregio signor Butindaro, tengo a chiarirle che il suicidio puó essere la conseguenza di uno stato di disperazione di un uomo senza fede, può essere un atto disperato di un uomo senza ravvedimento, (vedi il peccato di Giuda e Saul) ma può essere anche l’ultimo stadio di una malattia umanamente inguaribile, come è, purtroppo, la schizofrenia. Come lei dovrebbe sapere, questa malattia presenta fasi oniriche in cui il soggetto vive una sua realtà totalmente inesistente. Avvolte, la nostra fede può farci afferrare la guarigione di malattie altrimenti inguaribili, altre volte, tali malattie, (vedi il cancro, l’infarto, l’ictus ecc.), ci portano, se abbiamo creduto, ad anticipare il nostro ritorno a Casa. Le parlo con la cognizione di causa non solo di un pastore con tantissimi anni di esperienza ma anche come medico con competenze psichiatriche. Purtroppo, la faciloneria e la superficialità con cui alcuni pseudoevangelici ponteficano su argomenti che disconoscono, rimane causa di scandalo e di disapprovazione da parte di quanti non sono credenti e sono anche inesperti circa la spiegazione delle problematiche spirituali secondo il punto di vista infallibile delle Sacre Scritture.
    Firmato
    Giuseppe Paolo Villa

    • giacintobutindaro says:

      Ma allora, signor Giuseppe Villa, dove vanno i suicidi? in cielo o all’inferno? Se un membro di una Chiesa ADI si butta dal quinto piano di un palazzo e muore va in cielo o all’inferno? Non ha risposto alla domanda.

  2. A me sembra che è stato domandato se un suicida va in cielo o all’inferno, e non la spiegazione scientifica di cosa e chi può portare al suicidio.
    Quello che taluni non vogliono capire è che se si insegna a tutti, in tempi non sospetti, che il suicida va all’inferno, quando certuni infelici si verranno a trovare nel percorso della vita nel vicolo della disperazione, forse, dico forse, il timore dell’inferno potrà stornarli da fare quell’atto estremo irrimediabile e rivolgersi ad altre soluzioni.
    Chi, invece, insegna che i suicidi vanno in paradiso lo stesso, allora si sta in qualche modo invitando gli infelici a commettere quell’atto estremo che è del tutto da condannare e da evitare.
    Alcuni studiano, hanno titoli, ma non conoscono la Parola di Dio e non ne conoscono gli effetti che i passi delle Scritture possono portare nell’animo delle persone, anche quelli che parlano dell’inferno.
    Che studiano a fare certuni, se non usano i loro studi per la vita e per il bene delle persone? Questo non l’ho mai capito.

  3. Giuseppe Paolo Villa says:

    Signor Butindaro, credo di essere stato sufficientemente chiaro in quello che le ho detto. Le suggerirei di rileggere le mie brevi considerazioni con più ponderatezza, nelle quali é chiaramente indicata la risposta. Inoltre, fermo restando che la risposta fin quì data sia sufficientemente chiara, lascio a lei l’ufficio di sostituirsi a Dio nel giudizio su tutto e tutti.
    Firmato
    Giuseppe Paolo Villa

    • Il suo parlare è pericoloso, lei sta divulgando l’idea a coloro che hanno problemi che possono suicidarsi e dare fine alle loro sofferenze tanto vanno in paradiso. Lei non se ne rende conto, ma il suo parlare è molto pericoloso per l’incolumità delle persone deboli.

    • giacintobutindaro says:

      Giuseppe Villa, ravvediti e convertiti. Smetti di dire menzogne contro la verità. Voi pastori ADI siete esperti nelle arti seduttrici dell’errore. Ti stai attirando l’ira di Dio perchè parli contro la verità.

  4. Marco says:

    Mah..onestamente dalle sue parole si capisce in modo poco chiaro e confuso che chi si suicida, se è schizofrenico, non va all’Inferno ma anticipa solo il “ritorno a Casa”..mah..Le consiglio di leggere bene la Parola di Dio e meno testi di psichiatria.

  5. Giuseppe Paolo Villa says:

    Giuseppe, “certuni” per esempio, studiano per curare le tue malattie. Considerando il livello medio della Fede nella guarigione miracolosa, tali studi mi sembrano proprio necessari. Quanto agli studi biblici se tu fossi stato più attento, ti saresti accorto che ho fatto una distinzione tra il suicidio di chi era in grado di intendere e di volere, (Saul e Giuda) e di chi invece non lo era (un malato di schizzofrenia afflitto da allucinazioni o da uno stato di inconsapevolezza). La spiegazione che ho data non era scientifica ma in lingua corrente. La tua risposta equivarrebbe a dire che, se un bambino di 5 anni, giocando al poliziotto con la pistola rubata al papà uccidesse un coetaneo, andrebbe all’inferno per omicidio. Anche noi evangelici pur avendo alcune rivelazioni, dobbiamo imparare a chiedere luce a Dio senza dare niente per scontato solo sulla base di opinioni approssimative di inesperti, sia in campo biblico che nei vari campi particolari nei quali ci imbattiamo ogni giorno.
    Saluti
    Giuseppe Paolo Villa

    • Marco says:

      Quindi non ho ancora capito in base a cosa non si andrebbe all’inferno da suicidi..La Bibbia parla chiaro ed è semplice in parole e ragionamenti..Se la schizofrenia fosse reale e non possessione demoniaca allora la Bibbia ne parlerebbe.
      Essere pastore non autorizza nessuno a parlare contro la parola di Dio.

  6. E per quale motivo il bambino che uccide andrebbe all’inferno? Non cessa la sua vita in quel momento, e se si ravvede il Signore lo perdona, Iddio è misericordioso. Mentre cosa diversa è il fatto chi UCCIDE SE’ STESSO, non ha più la possibilità di ravvedersi.
    Queste sue parole denotano che lei non sa cosa dice, né ha mostrato di essere in grado di fare dei paragoni sensati con quanto dice la Bibbia.
    Lei continua a parlare in maniera pericolosa per la vita delle persone con l’aggravante che lei è pure un medico che ha competenze psichiatriche. Lei ha mostrato nelle sue parole di non avere nessuna competenza per guidare delle persone, soprattutto se sono bisognose spiritualmente e mentalmente.
    Un cristiano è per la vita, non per la morte, sia esso schizofrenico, posseduto o quant’altro, sempre per la vita e parlerà sempre per incoraggiare tutti a VIVERE e non ad andare a togliersi la vita.

  7. Daniele says:

    Parliamo parliamo ma dove sono i versi della Bibbia .?

  8. mirko says:

    Mi dispiace che in ambito soprattutto evangelico, molti “pastori” parlano più da politici professionisti che da servi di Dio facendo capire tutto e niente. Nell’ambiente Adi molto spesso il pastore viene considerato come un Dio ed in altre realtà meno di niente, non si riesce a trovare un equilibrio per lo meno biblico. Che Dio ci aiuti.

  9. Massimo says:

    Molti sono oramai a conoscenza che il Dr. Henry NESS, nato nel 1895 fu un noto pastore evangelico americano fondatore delle Assemblee di Dio in America, nonchè un massone come ben documentato da te Giacinto, e parimenti anche dal prof. G. Rinaldi. Molti sanno anche H. NESS si suicidò con un colpo di pistola alla testa! Sanno altresì che ha avuto un ruolo molto importante nella lotta per la libertà di religione in Italia o meglio : che nell’Agosto del 1947, con la scusa della libertà religiosa, fece confluire le chiese pentecostali libere all’interno dell’organizzazione religiosa che prenderà il nome di “Assemblee di Dio in Italia” (ADI).

    Pertanto Giacinto, chissà che cosa potrebbe dirci il pastore P. Villa al riguardo, dal momento che non risulta alcuna documentazione ufficiale che soffrisse di schizofrenia o di altro disturbo mentale?
    Una cosa è certa secondo la Parola di Dio, ovvero che quando uno viene abbandonato da Dio, allora c’è un’altro signore che subentra e quell’uomo è capace di commettere qualsiasi azione, anche la più imprevedibile!
    Se non c’è lo Spirito del Signore in quel tempio, in quella casa (corpo fisico) trovatala vuota, spazzata e adorna, degli spiriti di Satana vi albergheranno e ” l’ultima condizione di quell’uomo diventa peggiore della prima” (Matteo 12:43-45).
    E dal momento che tutto è possibile dopo l’abbandono da parte del Signore, può succedere tranquillamente anche quanto è avvenuto a quei porci al pascolo : ” e tutto il branco si gettò a precipizio giù nel mare e perirono nell’acqua” (Matteo 8:28-32).
    O mi sbaglio pastore Villa?

  10. francesco creaco says:

    Cercherò allora di riproporlo.
    Come giudicate, sarete giudicati.
    Questi atteggiamenti allontanano la gente dalle vie del Signore e non li avvicinano di certo. Intanto, non avete sensibilità nei confronti di una famiglia che ha perso il proprio figlio! E questo è “poco” cristiano!
    Frequento una chiesa ADI e non per questo ne sventolo la bandiera. Il mio obiettivo è quello di affondare le mie radici sulla pietra angolare Cristo Gesù.
    Concordo con il Pastore Pino Villa, non perchè sono un membro ADI, ma perchè non me la sento di giudicare una persona che compie un gesto così atroce, peraltro affetta da una grave malattia tanto da condizionarne i comportamenti e gli atteggiamenti.
    Dovremmo, forse, attribuirci delle colpe se succedono eventi simili!
    L’esempio del bimbo che uccide accidentalmente ne è un esempio: di cosa deve perntirsi in futuro se non era cosciente del gesto?
    Pensiamo ad inginocchiarci davanti a Dio il quale è ancora assiso sul trono piuttosto che assumere l’atteggiamento ed il ruolo dell’accusatore: ne basta uno!

    • giacintobutindaro says:

      Infatti siete voi che state giudicando ed accusando … come al solito, quello che rimproverate agli altri lo fate voi. Ormai lo abbiamo capito che nelle ADI regna l’ipocrisia.

    • Marco says:

      Non è giudicare dire la verità. È scritto che gli omicidi vanno all’Inferno. DIO ci ha fatto conoscere attraverso la Sua Parola quale sarà il SUO giudizio. Noi non giudichiamo ma diciamo che bisogna ravvedersi per non incorrere nel giudizio di Dio. Un grande timore prese la Chiesa quando Anania e Saffira furono giustiziati da Dio.
      Basta con questa fesseria del giudicare! piuttosto bisogna predicare il ravvedimento perché Dio condanna!

    • Massimo says:

      @ Francesco, prima di tutto e a scanso di equivoci per certuni, è meglio che precisiamo che la VIA è una sola ed è Gesù il Cristo di Dio! Personalmente ho citato l’esempio (in negativo) del pastore ADI in America Henry Ness! Considerando le tue parole e confrontandole con quelle del pastore G. P. Villa, di cui ti sei fatto garante, che dovrei pensare? NESS fu il fondatore delle ADI americane sì o no? Dovrei forse pensare che è stato pastore di un così gran numero di chiese evangeliche per tutto il tempo che Dio gli ha dato da vivere sulla terra, pur SENZA la fede? No di certo!
      Altrimenti questa sarebbe una lampante dimostrazione che basta avere una buona ars oratoria, una certa cultura (se ben ricordo era dottore ma non so in che cosa) e una certa influenza/ascendenza sulla gente, per ricoprire una carica così importante quanto delicata trattandosi di “vescovo” secondo quanto è scritto in 1° Timoteo 3:1-7 e Tito 1:5-9, di un gran numero di anime.

      Potrebbe mai essere statoinvece un gesto disperato di un uomo senza ravvedimento, quello di Ness? Potrei pensare a lui come un pastore non ravveduto? Beh, a questo punto non si potrebbe neppure escluderlo dal momento che sono state scoperte certe verità, così tante carte in tavola come si suol dire, e la sua inconfutabile appartenenza alla Massoneria!
      Henry Ness era un massone!
      Da quanto ci risulta poi al pastore Ness purtroppo fu riscontrato un tumore al cervello che però non lo condusse alla morte, bensì fu lui stesso a procurarsi la morte! Non è forse un grave peccato davanti a Dio? Non siamo forse tutti responsabili davanti a Lui per le nostre azioni? La Parola di Dio non menziona che dai frutti si vede se l’albero è buono o meno? Certo che sì!
      Un momento….un momento Francesco…non mi dire che qualcuno sta appianando la strada anche all’ Eutanasia? E’ per questo che molti si stanno tanto agitando in questi giorni? Se ne sta sempre più parlando in giro, l’ho sentito anche ieri sera al telegiornale!
      Francesco che dirti allora? Perchè te la prendi con Giacinto o altri? Prenditela con la Parola di Dio perchè Gesù stesso afferma altresì :”Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate secondo Giustizia” (Giovanni 7:24).
      E qui stiamo ragionando di fratelli oppure dovrei pensare di sedicenti tali, di credenti oppure di pseudo-credenti? Se non si sa nulla, allora non si può giudicare, ma se i fatti e le circostanze sono molto chiare, evidenti, lampanti, se vi sono testimonianze scritte, verbali, foto e documenti dovrei essere proprio un cieco, ma in questo caso un falso cieco (falso invalido) a non accettare la nuda e cruda verità circa certi uomini!
      Francesco allora dovresti prendertela anche con l’apostolo Paolo che ha immortalato nel Vangelo eterno il suo chiaro giudizio contro Dema, contro Alessandro il ramaio (2° Timoteo 4:9-15), come anche contro colui che si teneva la moglie di suo padre (1° Corinzi 5:1-5). L’apostolo Paolo in quest’ultima circostanza afferma testualmente : ” Quanto a me…HO GIA’ GIUDICATO, come se fossi presente…HO DECISO che quel tale sia consegnato a Satana..” Ti rendi conto o no Francesco? In 1° Corinzi 6:3 egli afferma chiaramente :” Non sapete che giudicheremo gli angeli? QUANTO PIU’ POSSIAMO GIUDICARE LE COSE DI QUESTA VITA”. Lo ricordi questo Francesco? Fai massima attenzione perchè quelle vostre chiese si stanno riempiendo di gente affatto ravveduta, affatto convertita, che oramai non giudica niente e nessuno in barba alla Parola di Dio (tra cui anche quei pochi cenni che ti ho fatto). Degli esempi? Sappi che finchè l’ho frequentata io una chiesa ADI, sono arrivati addirittura a sposare nel locale di culto (che non è affatto la casa di Dio come invece ti hanno insegnato) gente di fatto non credente ovvero che non ha mai fatto il battesimo in acqua, ad approvare la sterilizzazione delle sorelle per evitare di restare incinte, e chiamare fratelli o sorelle gente divorziata e risposata…ed altro ancora che Giacinto nel tempo ha denunciato su questo blog! Ma poi il massimo lo leggiamo nello Statuto ADI che ha poco o nulla a che fare col Vangelo di Gesù Cristo! Ma ti rendi conto Francesco?
      Se questi pertanto sono gli insegnamenti che oggi vengono impartiti in quelle chiese, meglio girarci davvero alla larga perchè lì dentro non c’è nessun desiderio di SANTIFICAZIONE, la Verità lì viene calpestata altrochè!
      Magari un tempo c’era molto più timore di Dio, ma ora l’Ecumenismo, la Massoneria con certi volponi stanno devastando la vigna del Signore alla grande!
      Francesco hai mai letto veramente come si comportò Giuda il traditore? E’ scritto : “Allora Giuda, che l’aveva tradito, vedendo che Gesù era stato condannato, SI PENTI’ e riportò i trenta sicli d’argento ai capi dei sacerdoti e agli anziani, dicendo :” Ho peccato, consegnandovi un sangue innocente” (Matteo 27:3-4). Ti rendi conto? Si pentì ma al pentimento che seguì? Il suicidio! Che ti fa pensare questo? O non te la senti ancora di giudicare, eppure la Parola di Dio l’aveva già giudicato : “figlio della perdizione” (Giovanni 17:12). Non è forse scritto che quel ragazzo epilettico era tale fin dalla sua INFANZIA? Certo che sì (Marco 9:21). Ci sono certuni posseduti fin da bambini? Sì! E come mai? “Il nostro combattimento” spirituale Francesco contro chi mai sarà? E’ scritto chiaramente in Efesini 6:12. Sono gli spiriti di Satana, che gli appartengono e che lo servono! Spiriti immondi sono entrati come già detto nella mio primo commento, nei porci; Gesù infatti aveva permesso a tutti quei demoni di entrare in quegli animali! Saul non era forse posseduto da uno spirito immondo, dopo aver disobbedito più volte al Signore? Certamente! E’ tutto un movimento spirituale, altrochè! La morte non è forse uno Spirito? Certo che sì, ma è tutto sotto il controllo di Dio! O mi sbaglio? Ezechia non si ammalò forse di una malattia che doveva condurlo alla morte? (2° Re 20 1:11). Eppure il Signore ascoltò la sua preghiera e lo guarì prolungandogli la vita! Perchè è così difficile riconoscere che Dio è sovrano in ogni cosa? Perchè disobbedire ai comandamenti del Signore? Perchè disprezzare il dono di Dio! Certo che quando si viene abbandonati da Dio, allora subito si presenta l’altro signore e quel tempio verrà devastato!Francesco metti da parte teorie filosofico-massoniche e convertiti al Vangelo della Grazia, alla Parola di Dio e fatti ammaestrare dallo Spirito santo di Dio, altrimenti continua a farti ammaestrare da chi l’ha fatto fino adesso, ma di Verità purtroppo ne conoscerai sempre meno! A te la scelta! Sappi che è solo questione ancora di poco tempo poi sarai costretto ad una scelta ben precisa : o servire gli uomini con le loro chiese organizzate e massonizzate, oppure il solo Capo che è Gesù, sottomettendoti in toto ai suoi comandi!
      Ma in quale esercito ti sei arruolato? Chi stai veramente servendo? Atteggiamenti e comportamenti cristiani provengono solo da uno spirito che ha la pace di Cristo ed è in comunione piena con Lui! Ma se Lui non c’è nella tua barca, nella tua vita, se il suo Santo Spirito non c’è in te, allora non sarai altro che una barca sballottata da onde gigantesche, un legno abbandonato alla furia della tempesta che presto ti inghiottirà!
      Mi meraviglio di te Francesco, ma non ti hanno mai insegnato questo? :
      ” Non sapete che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi? SE UNO GUASTA IL TEMPIO DI DIO, DIO GUASTERA’ LUI, POICHE’ IL TEMPIO DI DIO E’ SANTO; E QUESTO TEMPIO SIETE VOI” ‘ (1° Corinzi 3:16-17). A meno che tu non riconosca che in te c’è lo Spirito del Signore, allora tutto è possibile!
      Rifletti Francesco, stai saldo alla sola Parola di Dio, sulla Roccia dei secoli che è Gesù il Verbo fatto carne, difendi il Vangelo di Gesù Cristo e non farti traviare dai vani ragionamenti di uomini che seguono dottrine umane a loro perdizione! Ravvediti e abbandona lo spirito settario che ti sta ammagliando stringendoti sempre più tra le sue spire! Se lo desideri, pregherò per te!

  11. francesco creaco says:

    Sig. Butindaro, forse non sono stato chiaro o, peggio ancora, fa finta di non capire.
    Non appartengo alle ADI, ma a Cristo!
    Dalla sua risposta mi sembra di cogliere un elemento di frustazione perchè di fronte ad una risposta pacata e non polemica, mi dedica due righe generalizzando il concetto dell’ipocrisia su cui si fonderebbero le ADI.
    Ribadisco: delle ADI non mi importa nulla in termini di bandiera da sventolare.
    Ritengo, però, che alcuni concetti come la comprensione del dolore, il rispetto altrui, l’amore per il prossimo siano basilari nell’essere umano, nell’educazione di base che ognuno di noi deve avere in dote, prima ancora che nell’appartenere ad un’associazione religiosa o ad un qualsiasi credo.
    Applichi prima questi valori, pensi a pregare per una o più famiglie che, come tante, vivono momenti di dolore e tragedie che distrugerebbero e frantumerebbero le ossa di ogni essere umano.
    Utilizzi il suo blog positivamente e non per polemizzare. Costruisca e non distrugga.
    Le auguro che Dio la benedica con tutto il cuore.

    • Marco says:

      Caro Francesco, la polemica qui non c’entra nulla.
      Qui si tratta di dire con chiarezza le cose come stanno: chi si uccide va all’Inferno. E le malattie “mentali” non esistono: esiste solo il peccato e la possessione demoniaca che Gesù ha insegnato essere un grande male spirituale da curare con la preghiera e lo scacciare dei demoni.

      Punto. Non c’è polemica o rancore o frustazione.

      E’ vero o non è vero che il suicida va all’Inferno?
      Mio padre è morto l’estate scorsa, da incredulo… non ha mai voluto accettare Cristo Gesù nè ravvedersi.
      Se ho pianto? certo! tantissimo! gli volevo bene, lo amavo. ma non c’entra questo con la VERITA’ DI DIO.
      Mio padre era un incredulo… e purtroppo il suo destino ora è l’Inferno.
      Questo è ciò che la Parola di Dio dice, non sono io che l’ho giudicato.

      Un suicida va all’Inferno? Sì… come ci va un incredulo…
      Punto, non c’è altro da dire. Lei può non accettarlo ma è così: lo dice la Parola di Dio… e dicendo invece, come fate voi, che forse non è così allora togliete il timore di Dio alle persone…
      eppure il ladrone che si salvò sulla croce non ragionò così e per questo fu perdonato… l’altro fu condannato invece!!!
      siete cechi spirituali e quando un cieco guida una ltro circo finiscono entrambi nelle buche!!

  12. mirko says:

    Francesco scusami, non commento spesso sui vari post, ma non posso nn farlo questa volta. I nostri pensieri non sono i pensieri di Dio e avvolte la nostra “misericordia” serve solo per coprire i nostri peccati. Noi dobbiamo predicare la parola di Dio e quest’ultima dice che gli omicidi non andranno con Lui, che tu abbia comprensione o no. Piuttosto ho conosciuto diverse testimonianze di persone malate mentalmente e anche all’epoca nei manicomi, miracolosamente guariti dal Gran Misericordioso Gesù. Poi a livello umano certo che dispiace moltissimo vedere persone che si levano la vita ma questa e’ un’altra cosa. Per altro nella mia esperienza ho visto che nelle adi non c’è molta misericordia neanche per delle cose futili e vedo che non si risparmiano con ammonizioni e disciplina, tal volta anche per zittire dei cari fratelli. Quindi dive sta tutta questa misericordia? Tu dicevi che cosi’ si allontanano le persone ma vuoi sapere quanti giovani e non, hanno lasciato le vostre chiese a causa del vostro modo di fare? Vuoi sapere quante volte i vostri pastori utilizzano il pulpito per attaccare personalmente qualche anima?Francesco rifletti anche un po tu sui versetti che hai postato. Senza polemica o rancore. Mirko

  13. francescocreaco says:

    Carissimi, vale per tutti (tranne per il Pastore Villa) gradirei, senza vena polemica, che mi indicaste quale gruppo dovrei frequentare perchè se la chiesa Cattolica non va, le ADI sono massoniche e fuori dottrina, le Battiste hanno due T, le Valdesi sono per il Valdostani, allora non so proprio cosa fare!!!
    Caro Marco (E le malattie “mentali” non esistono: esiste solo il peccato e la possessione demoniaca che Gesù ha insegnato essere un grande male spirituale da curare con la preghiera e lo scacciare dei demoni), se le malattie mentali non esistono in quanto sinonimo di “possessione demoniaca”, potresti indicarmi a cosa associo, ad esempio, il tumore alla prostata?
    Caro Mirko, grande rispetto per il tuo modo pacato di scrivere, so benissimo quello che succede nelle ADI e non condivido tutto certamente (ho scritto che non mi sento ADI), ma so, per certo, che nessuna chiesa in terra è perfetta, ma lo sarà solo in cielo.
    Alla fine, vedremo chi ha ragione.
    We’ll meet again (perhaps), somewhere in time.

    • Lucian says:

      Scusami, ma ti sembra giusto associare il tumore alla prostata con una malattia mentale ? Non ha un senso quello che hai detto (oltre allo schernire..).

      Qui non è un posto dove vengono indicate associazioni/chiese alle quali unirsi ma un luogo dove viene predicato il ravvedimento e la sola ed unica Via, Gesù Cristo.
      È inutile che tu chieda “dove devo andare” in quanto la risposta mia (e credo quella di tanti altri) sarebbe quella di lasciare ogni cosa e seguire Gesù (vedi Marco 10). Non cercare associazioni ma fratelli in Cristo, che abbiano intelligenza da Dio.

      Per quel che riguarda le malattie, il mio parere è il seguente: ci sono malattie, malattie mentali e possessioni demoniache. Bisogna tuttavia discernere tra le ultime due.
      Per esempio, si parla di pazzia varie volte nella Bibbia (il primo episodio che mi è venuto in mente è quello del re Nabucodonosor in Daniele 4). Si parla anche di persone indemoniate che manifestano comportamenti tipici di chi ha perso la ragione, che non erano considerate pazze ma propriamente indemoniate. Sono due “categorie” distinte.

      Certo, il discorso è fragile, ma affermare (in modo più o meno velato) che un suicida (qualcuno che è colpevole di omicidio verso se stesso) possa andare in cielo solo perchè era mentalmente infermo è del tutto sbagliato.
      Non bisogona dimenticare che Dio ha preparato dei vasi d’ira destinati alla perdizione (Romani 9:22) e che le Sue decisioni giuste. Un omicida va all’inferno, punto, che noi lo vogliamo o no (a meno che non si ravvede).

      Devi capire anche questo Francesco, che se Dio decide di togliere qualcuno da questa Terra (in qualunque maniera), non è che fa male e che bisogna giudicarlo. È onnipotente ed è Creatore. La stessa cosa vale anche per il contrario, cioè se lascia vivere qualcuno che magari ai nostri occhi meriterebbe la morte…

      Pace ai Santi

  14. Marco says:

    Tumore alla prostata?direi che la Scrittura la indica come “infermità” o comunque una malattia..mettere sullo stesso piano malattie fisiche e spirituali,come stai facendo tu, è un errore che fa chi non è ancora nato di nuovo..Lo facevo anch’io..Quanto a come riunirsi è altrettanto semplice:trovati in casa con altri cristiani se un giorno sarai nato di nuovo.
    Dio ti apra occhi e cuore,che un giorno possa chiamarti fratello in Cristo.

  15. francesco creaco says:

    Ultimo post: sono “costretto” (leggasi preferisco) ad abbandonare la discussione per difetto di santità.
    Questo blog è un luogo, anche se virtuale, troppo alto per me, misero peccatore ed impreparato in tema biblico.
    Vi invito, però, a scendere qualche gradino del piedistallo in cui tutti siete saliti (eccetto Pino Villa, sicuramente il più umile di tutti!) in quanto, un giorno, saremo tutti giudicati, anche di quello che state postando e pontificando.
    Preferisco stare “piantato” presso i rivi d’acqua di cui al Salmo 1. Quell’acqua è fonte di vita!
    We’ll meet again (perhaps), somewhere in time.

    P.S. solo per alcuni: usate i Vs. nomi e cognomi piuttosto che un nickname, Dio vi conosce lo stesso.

    • giacintobutindaro says:

      Vedi Francesco, il linguaggio che tu parli, cioè l’adiese, è una delle cose più orrende che ci siano in ambito evangelico. Ormai, non solo io, ma tantissimi altri, anche nelle ADI, hanno capito cosa sono le ADI. Ormai, siete stati smascherati. Queste vostre battute e le tante vostre barzellette ormai incantano solo gli insensati come te.

  16. Marco says:

    Per quanto riguarda me posso dirti che la Bibbia mi piace leggerla e studiarla non per scrivere su questo post ma perché è bello ascoltare quel che Dio dice al cuore.
    E non serve nemmeno scrivere in inglese..
    Anche io sono un peccatore ma non me ne vanto..piuttosto mi vanto che Cristo Gesù mi abbia salvato e portato in cielo con la sua morte e risurrezione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *