Video rimosso

ecumenismo-gela

Giacomo Loggia, pastore della Chiesa Pentecostale di Gela ‘Terra Promessa’ ha fatto rimuovere il video dal loro canale Youtube (https://www.youtube.com/watch?v=sTNWRA_xFs8&feature=youtu.be), dove si vedeva il vescovo predicare nel locale di culto della Chiesa Evangelica di Gela, e dove Giacomo Loggia ha proclamato che i Cattolici Romani sono loro fratelli ed altre menzogne. Sono stati veloci a rimuoverlo dopo che l’ho segnalato!

Giacinto Butindaro

P.s.

Adesso la Chiesa Pentecostale di Gela ‘Terra Promessa’ lo ha messo tutto integrale il culto del 15 gennaio durante il quale ha predicato il vescovo cattolico romano. Ascoltate e guardate che vergogna. Dal minuto 39:50

Questa voce è stata pubblicata in Ecumenismo, Massoneria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Video rimosso

  1. Salvatore scrive:

    Nella foto centrale vedo un saluto di stampo massonico

  2. Antonello scrive:

    Questa è opera del diavolo!! Terribile

  3. Massimo scrive:

    Quindi, secondo Giacomo Loggia, che riveste la carica di pastore evangelico pentecostale (ovvero – spiritualmente parlando – di conduttore di pecore/ fedele amministratore del Vangelo della grazia in Cristo Gesù / battezzato e col dono dello Spirito Santo) il vescovo Rosario Gisana per lui è :
    – un vero servo del Signore;
    – un caro fratello in Cristo;
    – tanto amato e per cui ha provato un forte sentimento d’ amore (comunione spirituale) fin dal primo incontro con lui;
    – Loggia accoglie suo fratello Rosario con un caloroso applauso;
    – Loggia, altresì è un carissimo amico del teologo pastore valdese Paolo Ricca che stima molto;
    – Loggia approva ed incoraggia l’Ecumenismo (minuto 44:57)
    – Loggia ha pregato il Signore, prima che iniziasse a predicare colui che si fa chiamare dai suoi fedeli cattolici : sua eccellenza monsignor vescovo, affinchè l’unzione dello S.S. scenda sull’alto prelato e possa essere di benedizione per tutta la fratellanza raccolta in quel locale di culto, ma guardandosene bene di chiederlo “nel nome di Gesù Cristo” (m. 46:28) come invece insegna il Vangelo! Per rispetto di Rosario e a dispetto del Cristo? Solo lui lo sa!
    – Il vescovo Rosario prima di ogni cosa :
    – dichiara che DEVE ancora CONVERTIRSI, che è lontano dalla Conversione (m. 46:48). Quindi in CHI e in CHE COSA avrebbe mai creduto fino a quel giorno e in tutti questi anni del suo ministerio?
    – sottolinea la necessità prima di tutto di una Comunione Umana e poi di chiese (m. 48:14) : accompagnare la città di gela in una Nuova Prospettiva : lavoro, serenità e pace (m. 48:50). Ma il vescovo dimentica quanto è scritto nel Vangelo :
    “CERCATE PRIMA IL REGNO DI DIO E LA SUA GIUSTIZIA, E TUTTE QUESTE COSE VI SARANNO DATE IN PIU’ ” (Matteo 6:33).
    – cita come esempi d’amore di Francesco d’Assisi e di Teresa di Calcutta (m. 56:15), del periodo natalizio, parla di UNITA’ DELLO SPIRITO (m. 58:19) di cercare l’unità dello Spirito non delle dottrine, parla di Uniti nella diversità (m. 1:00:24). Invita a cercare il “Gancio” che ci lega, ovvero la “Pace” (m. 1:00:39), di formare un solo popolo, invita a chiedersi : “Ma io sono davvero prigioniero del Signore?” (1:08:45) Prigionieri significa vivere come un povero carcerato (m. 1:09:06), gente che “vorrebbe uscire ma non può” perchè è incatenata dietro le sbarre!Secondo Rosario uno come Paolo può essere umile e mite, longanime perchè è prigioniero (1:10:10). Incoraggia a pensare in grande perchè Dio è benevolo, ha fiducia nell’uomo, ha un grande amore per tutti!
    Quindi Giacinto, a questo punto, non ci resta che letteralmente bruciare almeno metà del Vangelo di Gesù Cristo perchè secondo il pensiero diabolico del vescovo Rosario tanto amato e stimato dall’altrettanto caro fratello Giacomo Loggia, Gesù ci ama, ci vuole uniti nel vincolo della pace e dell’amore, per questo è morto e ci ama, come anche Dio ci ama e ha fiducia in noi! Liberiamoci di ogni armatura di cui il caro apostolo Paolo ci esortava a indossare nella sua lettera in EFESINI 6:10-20 e strappiamo questa pagina, perchè per Rosario ci fa sapere che bisogna fermarci prima ovvero in Efesini 4! Strappiamo, strappiamo perchè chi cerca la guerra odia tutto e tutti, è un calunniatore, un cattivone e non imita Gesù, mentre Francesco d’Assisi e Teresa di Calcutta sì che davano un buon esempio di amore e di pace e fraternità! Giacinto, chiaramente parlo con grande amarezza e ironia! Se ignorassimo almeno la metà del Vangelo allora troveremo davvero quell’unità dello spirito tanto bramata dai due grandi fratelli: vescovo Rosario Gisana e Giacomo Loggia e seguito!

    Temo che questi arriveranno quasi a tutto, fuorchè alla vera CONVERSIONE a CRISTO GESU’! Ma del resto questo è un tempo di grande confusione e di grande potenza e d’azione efficare di Satana, che sempre il caro apostolo Paolo aveva preannunciata (Tessalonicesi 2:9). Che sia fatta la volontà del Signore. Io personalmente so in chi ho creduto e intendo restare saldo in Gesù e alla sua Parola, tutto il resto che ho sentito è davvero solo tanta spazzatura!

  4. Marco scrive:

    Bravo Massimo Dio ti sta dando un’ondata di spirito di discernimento e di analisi degli spiriti eccezionale!!!!
    Prego che questa grazia in te continui in aiuto al ministero di Giacinto e di tutti coloro che servono Dio in verità è Spirito

    • Massimo scrive:

      Marco, ringraziamo davvero il Signore per la sua Parola e per lo strumento di cui si serve, ovvero di Giacinto col suo blog, in cui ci accoglie. Noi, per quel che ci è dato, magari possiamo, anche se in minimissima parte, “collaborare in favore della verità” (III° Giovanni 1:8). Pace.

  5. Antonio Petrucciani scrive:

    Politica é semplicemente politica ecclesiastica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.