Anche gli atei sono in paradiso … parola di un cardinale massone

Questa è una delle ultime interviste rilasciate dal cardinale Carlo Maria Martini (1927-2012), che vi ricordo era un massone (http://www.grandeoriente-democratico.com/Adesso_che_le_celebrazioni_retoriche_Martini.html). Alla domanda: «C’è un paradiso anche per gli atei oltre che per i credenti?», rispose così: «Sì, ma tutti sono chiamati a essere parte della gloria di Dio, quindi anche gli atei se obbediscono alla coscienza – hanno anch’essi una coscienza – …. quindi sono in paradiso come tutti gli altri»!

Sconcertante, vero? Ma d’altronde era un massone, e per i massoni quello che sta scritto nella Bibbia non ha alcun valore perché non è la Parola di Dio! La Scrittura infatti dice che “chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedrà la vita, ma l’ira di Dio resta sopra lui” (Giovanni 3:36), ed anche che “chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16) ed ancora che la parte degli increduli sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (cfr. Apocalisse 21:89), ma al cardinale Carlo Maria Martini non interessava. Era come se queste cose non fossero scritte nella Bibbia. Carlo Maria Martini era un incredulo! Riflettete, fratelli, riflettete.

Giacinto Butindaro

L’intervista integrale è qua

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana, Massoneria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.