Chi confuta gli Ebrei è di grande aiuto a coloro che hanno creduto

antica_corinto_grecia

La Sacra Scrittura afferma che il nostro fratello Apollo, uomo eloquente e potente nelle Scritture, quando arrivò in Acaia “fu di grande aiuto a quelli che avevan creduto mediante la grazia; perché con gran vigore confutava pubblicamente i Giudei, dimostrando per le Scritture che Gesù è il Cristo” (Atti 18:27-28). E’ bene che questo sia ricordato da coloro che sono preposti nel Signore ad ammaestrare la Chiesa, perché agli occhi di Dio è cosa giusta confutare gli Ebrei (si badi bene che ho detto confutare gli Ebrei e non perseguitare gli Ebrei, perché la Chiesa non deve assolutamente mettersi a perseguitare gli Ebrei, come neppure i Mussulmani, i Buddisti e chiunque altro non crede), perché gli Ebrei dicono tante menzogne contro il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo, e quindi è giusto che queste menzogne siano confutate sia privatamente che pubblicamente.

Giacinto Butindaro

P.S. Nella foto sito archeologico della Corinto antica. Apollo fu a Corinto (cfr. Atti 19:1), che si trovava nell’Acaia.

This entry was posted in Ebrei and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *