Gli intellettuali pagani ci chiamano «fondamentalisti cristiani»

volpe-legge

Gli intellettuali pagani ci chiamano «fondamentalisti cristiani» perché crediamo nell’ispirazione verbale e plenaria della Scrittura (e quindi nella sua inerranza o verità letterale), nella divinità di Cristo Gesù, nel suo concepimento verginale per opera dello Spirito Santo, nella sua morte avvenuta per espiare i nostri peccati affinché noi fossimo riconciliati con Dio, nella sua resurrezione corporale e nella sua ascensione in cielo alla destra di Dio, nel paradiso dopo la morte per coloro che muoiono in Cristo e nell’inferno per coloro che muoiono nei loro peccati, nella futura resurrezione corporale dei morti in Cristo che avrà luogo all’apparizione di Cristo dal cielo e in quella degli ingiusti che avverrà alla fine del millennio quando essi compariranno davanti al trono di Dio per essere giudicati e gettati nel fuoco eterno. Ed essi ci detestano e disprezzano a cagione di questo nostro «fondamentalismo», e quindi a cagione della Parola di Dio. Niente di nuovo sotto il sole, i Cristiani sono sempre stati detestati e disprezzati dagli intellettuali pagani a cagione della Parola di Dio. Ciò che è, è già stato prima. E ricordatevi che tra gli intellettuali pagani di oggi molti sono affiliati alla Massoneria.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Massoneria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.