Ex massone parla dei «pastori evangelici» amici della Massoneria

Un ex massone del 16° del Rito Scozzese Antico ed Accettato ha affermato in questa intervista: «… spesso e volentieri anche all’interno del mondo riformato, protestante, evangelico, ci sono delle zone grigie. Ci sono delle zone grigie significa che ci sono dei ministri di culto che si sa essere amici, per cui ci si può permettere magari anche di aprire un tempio massonico senza avere timore che dal pulpito venga catapultato un sermone o un messaggio antimassonico. Si ha una chiara geografia dei luoghi e delle persone che possono, diciamo, agevolare il lavoro della loggia, e la cosa che particolarmente mi preme oggi dire è che spesso questi ministri di culto evangelici non sono gli iniziati, però hanno un rapporto simbiotico, o comunque di compromesso con la Massoneria. Io non tocco te, tu non tocchi me, tu mi permetti magari all’interno di un particolare territorio appesantito, per esempio, dalla religione cattolica, di affermarmi, di avere mezzi a disposizione, di acquistare locali, di fare delle attività di evangelizzazione? Beh, il massone non si pone il problema, se tu non gli pesti i piedi lui ti fa andare avanti, ti fa andare avanti, e in alcuni casi ti coopta, in alcuni casi.» (min. 2:44-4:04)

Io queste cose ve le dico ormai da anni, fratelli. Quindi quello che dice questo ex massone conferma pienamente quello che vi ho detto. Ecco dunque perché tanti sedicenti pastori evangelici – compresi pentecostali – hanno «le porte aperte»: perché gliele apre la Massoneria, perché hanno il favore della Massoneria, perché sono amici della Massoneria in quanto non si oppongono alla Massoneria. Con le loro predicazioni essi infatti non condannano pubblicamente la Massoneria e non mettono in guardia i credenti da essa, per cui vengono considerati dagli stessi massoni degli amici della Massoneria.
Quindi, sappiate che tutti quei pastori che vi ripetono: «Noi non parliamo contro nessuno, e quindi neppure contro la Massoneria», o «Non facciamo polemica», o «La Massoneria è buona, e promuove il bene dell’umanità», pur non essendo iniziati alla Massoneria, sono considerati dagli stessi massoni degli amici della Massoneria, e quindi la Massoneria li favorisce per ricompensarli per il loro silenzio!
Torno dunque a dirvi di uscire e separarvi da tutte quelle Chiese che hanno pastori che si rifiutano di condannare pubblicamente la Massoneria e di mettere in guardia da essa. Sono degli alleati della Massoneria. Il loro silenzio è molto prezioso alla Massoneria, e la Massoneria ricambia il favore che gli fanno con favori di vario genere, favori dunque che non sono una benedizione di Dio ma il frutto di questa alleanza satanica che queste Chiese hanno fatto, sì un’alleanza con Satana, perché la Massoneria è una istituzione al servizio di Satana che promuove la distruzione del Cristianesimo. E queste Chiese rifiutandosi di parlare contro la Massoneria rifiutano di parlare contro le opere di Satana.
Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Massoneria and tagged , . Bookmark the permalink.

24 Responses to Ex massone parla dei «pastori evangelici» amici della Massoneria

  1. fabio says:

    Pace Giacinto,
    Grazie per aver postato anche questi videi che fanno venire alla Luce ciò che tanti cercano di nascondere e così si adempie la Parola che si legge in Matteo 10,26
    Non li temete dunque, poiché non v’è nulla di nascosto che non debba essere svelato, e di segreto che non debba essere manifestato.

    E ciò che si legge in Galati 1:9-10
    L’abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema! Infatti, è forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi, o non piuttosto quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di Cristo!

    La Pace del Signore nostro Gesù Cristo sia con te Giacinto

  2. Stefano says:

    Un ex massone del XVI grado? Già solo per questo tale testimonianza non è attendibile.

    • giacintobutindaro says:

      Sei arrivato anche qua Stefano? Capisco, capisco, per voi gli ex massoni che condannano la massoneria sono persone che non dovrebbero neppure esistere. Comunque questo credente, ex massone, ora condanna la Massoneria e a noi ci fa molto piacere.

    • giacintobutindaro says:

      A proposito, ma perchè c’è un solo ex massone che è attendibile per voi? Voi siete dei fabbricatori di menzogne, di ogni sorta di menzogne, contro gli ex massoni. Lasciamo fuori da questo discorso per ora questo del video. Ma io conosco le vostre strategie sataniche per cercare di non far apparire credibili gli ex massoni che dicono la verità. Siete fratelli di Bar-Gesù voi massoni. Siete progenie del diavolo. Ravvedetevi e convertitevi, altrimenti perirete all’inferno.

  3. Stefano says:

    Non conosco tutte le opinioni degli ex massoni. Nella vita ognuno fa le scelte che ritiene più confacenti e giuste. Giacinto, ti sei molto documentato sulla massoneria, come puoi credere, allora alla testimonianza di una persona che sostiene di essere arrivato al XVI grado quando questo non è praticato, grado del quale anche uno studioso come Porciatti denunciava, tra l’altro, la povertà concettuale? Conosco molte persone che dopo un’esperienza in massoneria durata quello che è durata si sono ritirati e ‘messi in sonno’; di alcuni conosco le motivazioni, di altri no e non biasimo nessuno. Poi, mi si può credere o non credere, per quello che è la mia esperienza in massoneria, dove si dice il falso, ritengo di dover intervenire.

    • giacintobutindaro says:

      Chi esce dalla massoneria si mette in guerra non ‘in sonno’, in guerra contro il diavolo che voi servite e adorate. E voi odiate coloro che guerreggiano contro il diavolo, perchè smascherano le vostre menzogne che diffondete anche nella Chiesa. Le menzogne del vostro padre e padrone.

      • Stefano says:

        A mio avviso il letteralismo vostro spinge a un’idolatria della parola, quando non della carta stampata. In ciò dovreste ravvedervi.

        • giacintobutindaro says:

          Come? Noi dovremmo cambiare modo di pensare? Ma tu non sei per la libertà di pensiero? Quindi tutti sono liberi di pensare quello che vogliono, tranne noi ‘fondamentalisti’ cristiani? Ipocrita, come si vede che siete una massa di ipocriti voi massoni. Siete persone che il diavolo ha sedotto e che brancolate nel buio pensando di essere nella luce … ma il giorno che morirete vi accorgerete di quanto sia stata grande la vostra follia sulla terra, perchè vi ritroverete nelle fiamme dell’inferno.

          • Stefano says:

            Dove e quando ho impedito la tua libertà? Non mi risulta. Un massone giunge al superamento delle dualità: paradiso, inferno….vita, morte. Non interessano nel momento in cui si accede alla pura trascendenza. Viene un momento, nel percorso di un massone in cui il pavimento a scacchi, che si trova nel tempio della massoneria azzurra, viene coperto. Da lì in poi si sta in un’altra dimensione.

          • giacintobutindaro says:

            Nel momento in cui mi dici che dovrei ravvedermi – cioè dovrei cambiare mente e quindi modo di pensare – è evidente che tu vai contro la mia libertà di pensiero! E questa è la dimostrazione che siete degli ipocriti, voi non siete per la libertà di pensiero! Voi odiate e disprezzate quelli che hanno la mente di Cristo, lo sappiamo molto bene, e questo perchè odiate il Signore Gesù Cristo.

        • fabio says:

          Pace Giacinto, Stefano
          Giacinato permettendo vorrei che provassi Stefano a leggere con l’aiuto dell’UNICO DIO IL CREATORE DEI CIELI E DELLA TERRA, IL PADRE DEL NOSTRO SIGNORE GESÙ, ciò che si legge in Govanni 1-18
          1 In principio era il Verbo,
          il Verbo era presso Dio
          e il Verbo era Dio.
          2 Egli era in principio presso Dio:
          3 tutto è stato fatto per mezzo di lui,
          e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
          4 In lui era la vita
          e la vita era la luce degli uomini;
          5 la luce splende nelle tenebre,
          ma le tenebre non l’hanno accolta.
          6 Venne un uomo mandato da Dio
          e il suo nome era Giovanni.
          7 Egli venne come testimone
          per rendere testimonianza alla luce,
          perché tutti credessero per mezzo di lui.
          8 Egli non era la luce,
          ma doveva render testimonianza alla luce.
          9 Veniva nel mondo
          la luce vera,
          quella che illumina ogni uomo.
          10 Egli era nel mondo,
          e il mondo fu fatto per mezzo di lui,
          eppure il mondo non lo riconobbe.
          11 Venne fra la sua gente,
          ma i suoi non l’hanno accolto.
          12 A quanti però l’hanno accolto,
          ha dato potere di diventare figli di Dio:
          a quelli che credono nel suo nome,
          13 i quali non da sangue,
          né da volere di carne,
          né da volere di uomo,
          ma da Dio sono stati generati.
          14 E il Verbo si fece carne
          e venne ad abitare in mezzo a noi;
          e noi vedemmo la sua gloria,
          gloria come di unigenito dal Padre,
          pieno di grazia e di verità.
          15 Giovanni gli rende testimonianza
          e grida: «Ecco l’uomo di cui io dissi:
          Colui che viene dopo di me
          mi è passato avanti,
          perché era prima di me».
          16 Dalla sua pienezza
          noi tutti abbiamo ricevuto
          e grazia su grazia.
          17 Perché la legge fu data per mezzo di Mosè,
          la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
          18 Dio nessuno l’ha mai visto:
          proprio il Figlio unigenito,
          che è nel seno del Padre,
          lui lo ha rivelato

          Non voglio dilungarmi in parole poiché la sapienza sta in chi ascolta e fa tesoro di questi versetti vorrei solo far notare le parole che usa Giovanni al versetto 14 E il Verbo si fece carne
          e venne ad abitare in mezzo a noi;
          e noi vedemmo la sua gloria,
          gloria come di unigenito dal Padre,
          pieno di grazia e di verità… Anche noi oggi a distanza di duemila anni siamo testimoni di questo e pregherò Dio il Padre di Gesù affinché se è secondo la Sua volontà possa anche lei Stefano vedere LA GLORIA COME DI UNIGENITO DAL PADRE

          pace

          • Stefano says:

            Giacinto, io ho dato un consiglio e non obblighi. Su queste questioni, a mio avviso, uno fa come crede. Sono le fedi ‘cieche’, quelle che si basano sul letteralismo (presunto) che, personalmente, non condivido. Accuse di ipocrisia le rispedisco al mittente. Se vuoi spiego anche il perchè.
            Fabio, conosco molto bene l’inizio del vangelo di Giovanni; ti ringrazio di averlo citato.

          • giacintobutindaro says:

            Lascia stare Stefano ….

  4. Stefano says:

    Lascio stare, certo nella convinzione che le interpretazioni (alla fine sempre di interpretazioni si tratta) letterali delle scritture sono le meno convincenti. Applicare un linguaggio nostro a quello di migliaia di anni fa non mi sembra intellettualmente corretto.

    • fabio says:

      Pace Stefano,
      Mi perdoni Stefano ma non riesco bene a capire di quale convinzione lei sia certo perché nella Bibbia non si parla di interpretazioni letterali o di altro tipo,provo a spiegarmi meglio, gli antichi profeti hanno parlato sospinti dallo Spirito Santo e tutto ciò che hanno profetizzato si è adempiuto con la venuta di Gesù Cristo l’UNIGENITO FIGLIO DI DIO…Le loro parole non hanno fatto altro che annunciare la Sua venUta come si può leggere in Ebrei 10:5-7 PER QUESTO ENTRANDO NEL MONDO ,CRISTO DICE: Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, un corpo invece mi hai preparato.
      Non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato.
      Allora ho detto: Ecco, io vengo
      – poiché di me sta scritto nel rotolo del libro per fare, o Dio, la tua volontà

      Ebbene Stefano queste parole sono state scritte secoli prima della venuta del Cristo eppure gli evangelisti così come gli apostoli le hanno trasmesse a tutti quelli che sono venuti dopo di loro senza cambiarne una virgola ma soprattutto senza attribuire a quelle parole un significato più adatto al loro linguaggio, anzi sono riusciti a vedere in quelle parole scritte secoli prima l’adempimento della Parola stessa infatti questo si legge in Luca 22,42
      «Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà».

      Stefano le stesse parole di Ebrei 10:5-7 le leggiamo nel salmo 39 nei versetti dal 7 al 9
      Sacrificio e offerta non gradisci,
      gli orecchi mi hai aperto.
      Non hai chiesto olocausto e vittima per la colpa.
      Allora ho detto: «Ecco, io vengo.
      Sul rotolo del libro di me è scritto,
      che io faccia il tuo volere.
      Mio Dio, questo io desidero,
      la tua legge è nel profondo del mio cuore».

      Se così parlavano gli apostoli non vedo il motivo per cui oggi dovremmo cambiare ciò che si legge solo perché torna comodo alla società contemporanea di far dire alla Parola di Dio ciò che si vuole e non fargli dire ciò che veramente Esia dice…

      Stefano quando alla mattina tiriamo su l’avvolgibile della finestra e i primi fiorellini si aprono inizia ad entrare uno spiraglio di Luce ed ecco che le confermo la mia preghiera che Dio possa concederci anche il più piccolo spiraglio della Sua Luce che È sempre Gesù Cristo il Figlio di Dio

      Pace

      • Stefano says:

        Faccio un esempio: mettere in relazione Isaia 53 con i vangeli equivale a trovare un nesso tra testi che, secondo la datazione più recente di Isaia, sono seprati da 5 o 6 secoli. Da un punto di vista filologico di solito, questo tipo di relazione ha scarsa validità. Anche l’ Odissea ha avuto diverse continuazioni. Poi, sia ben chiaro, ognuno, per me può credere in ciò che più ritiene ma prendere ogni versetto della Bibbia come un dogma, così come è scritto è un metodo privo di razionalità e, sostanzialmente è comodo. Faccio un latro esempio: un intero trattato del Talmud cerca di comprendere il Bereshit e analizza tale termine in tutte le salse possibili prima di arrivare a una definizione; lo stesso metodo viene adottato per cercar di capire perchè la moglie di Lot fu trasformata in una statua di sale….Allora, in conclusione, una fede non può abbandonare la razionalità umana altrimenti, a mio avviso, l’uomo ne risulta impoverito e, fondamentalmente, ne risulta impoverito Dio stesso. Non disturberò più.

        • fabio says:

          Pace Stefano
          Non dire non disturbero più in quanto credo che parlare delle cose che riguardano DIO È IL SUO FIGLIO GESÙ ci porta a percorrerè L’UNICA E VERA VIA che per me è sempre e solo CRISTO.

          Vorrei comunque esprimere una risposta a ciò che hai scritto perché il testo che hai citato ovvero Isaia 53 è si stato scritto tanti secoli prima dei Vangeli ma come dice la Bibbia stessa in Malachia 3:6 Io sono l’Eterno, non muto; perciò voi, o figli di Giacobbe, non siete consumati.
          Quindi Dio COLUI CHE È CHE ERA E CHE SARÀ non cambia, e ciò che ha fatto dire secoli prima al profeta Isaia si È adempiuto secoli dopo con la venuta del Suo Cristo, nel testo di Isaia 53 colui al quale Dio fa grazia vede il volto di GESÙ L’UNIGENITO DI DIO PADRE.

          Lo stesso Gesù ebbe a dire quando ritorno’ a Nazaret leggendo le parole della Bibbia scritte secoli prima quello che si legge in Luca 4:17-21
          17 Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; apertolo trovò il passo dove era scritto:
          18 Lo Spirito del Signore è sopra di me;
          per questo mi ha consacrato con l’unzione,
          e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio,
          per proclamare ai prigionieri la liberazione
          e ai ciechi la vista;
          per rimettere in libertà gli oppressi,
          19 e predicare un anno di grazia del Signore.
          20 Poi arrotolò il volume, lo consegnò all’inserviente e sedette. Gli occhi di tutti nella sinagoga stavano fissi sopra di lui. 21 Allora cominciò a dire: «OGGI SI È ADEMPIUTA QUESTA SCRITTURA CHE VOI AVETE UDITA CON I VOSTRI ORECCHI».

          Stefano si legge anche nella Bibbia in Apocalisse 3,7
          All’angelo della Chiesa di Filadelfia scrivi:
          Così parla il Santo, il Verace,
          Colui che ha la chiave di Davide:
          quando egli apre nessuno chiude,
          e quando chiude nessuno apre.

          Ed anche in Apocalisse 5,5
          Uno dei vegliardi mi disse: «Non piangere più; ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide, e aprirà il libro e i suoi sette sigilli».

          Solo Gesù è in grado di aprire il libro e quando Lui ti apre nessuno può chiudere e quando chiude nessuno può aprire ed ecco che io pregherò perché tu possa aprire il tuo cuore solo a LUI come si legge in Apocalisse 3,19-20
          Io tutti quelli che amo li rimprovero e li castigo. Mostrati dunque zelante e ravvediti. Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me

          Pace a tutti coloro che aprono il proprio cuore al Cristo di Dio, Gesù

          • giacintobutindaro says:

            Fabio, non è in potere del peccatore aprire il proprio cuore, perchè è Dio che apre il cuore al peccatore secondo che è scritto: “e il Signore le aprì il cuore, per renderla
            attenta alle cose dette da Paolo” (Atti 16:14). Stefano va esortato a ravvedersi e a credere nel Vangelo. Lascia perdere dunque l’esortazione ad aprire il cuore rivolta ai peccatori.

  5. fabio says:

    Pace Giacinto
    Certo È DIO che apre il cuore e che fa grazia come si legge in Romani 9,16 Quindi non dipende dalla volontà né dagli sforzi dell’uomo, ma da Dio che usa misericordia.

    Ciò che volevo dire a Stefano è che talvolta l’uomo può tendere le mani verso Dio.

    Pace Giacinto

  6. Marco says:

    Giacinto sul sito parola.net è stata inserita la “Bibbia della gioia” che è MASSONICA…
    Molti credenti vanno su questo sito me compreso. Ma io trovo SCANDALOSO che sotto gli occhi di tutti si mettano le parole dei massoni spacciandole per Parola di Dio.
    Ti prego avvisa i santi.
    Ti metto qui un esempio..È Giovanni 1 preso da questa Bibbia massonica sul sito parola.net.
    Dio ti benedica.

    Giovanni 1
    La luce del mondo.
    1 Prima che esistesse qualsiasi altra cosa, c’era Cristo. 2 Egli era con Dio. Vive da sempre, ed egli stesso è Dio. 3 Egli ha creato tutte le cose; non c’è nulla che non sia stato fatto da lui. 4 In lui c’è la vita eterna, e questa vita dà luce a tutta l’umanità. 5 La sua vita è la luce che splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno ricevuta.

  7. Marco says:

    Giacinto pace.

    QuesTo è il testo della mail che ho mandato a Parola.net:

    Gentile redazione,
    non comprendo come sia possibile che mettiate tra le Bibbie possibili anche quella in oggetto. Perché allora non aggiungete la TNM dei testimoni di Geova?
    Distorcere la Parola di Dio è un peccato grave e mi sembra davvero assurdo che trattiate questa cosa con tanta superficialità.
    La versione in oggetto non può stare su un sito che come questo si dice cristiano.
    Scriverò a tutte le chiese evangeliche d’Italia se necessario ma non lascerò che questa cosa passi inosservata.
    Grazie dell’attenzione.
    ———————

    Questa la risposta del gestore del sito Richard Wilson: ”Non capisco il problema. Aiuterebbe se spiegassi perché pensi che distorca la Parola di Dio.”
    Darò battaglia a questo scriverò al mondo intero se necessario ma questa cosa non può passare.

  8. Marco says:

    Ti ringrazio e che Dio ti benedica grandemente.

Leave a Reply to fabio Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *