In quale direzione vanno le ADI

Quello che la Massoneria ha fatto della Chiesa Valdese-Metodista in seno alle Chiese Protestanti storiche in Italia, quello vuole fare delle ADI in seno alle Chiese Pentecostali: un caposaldo dei principi massonici e della filosofia massonica. E quindi fare sì che dal seno delle ADI si diffonda (o meglio si continui a diffondere) in seno al Movimento Pentecostale il pensiero massonico. Il lavoro dei massoni nelle ADI è giunto ad un buon punto, ma non è completato. Tra le cose che la Massoneria sta spingendo le ADI ad accettare in maniera ufficiale (perché i dirigenti delle ADI le hanno già accettate in cuore loro) ci sono ancora queste: ecumenismo e dialogo interreligioso, pastorato femminile, unioni civili omosessuali e convivenze di fatto, aborto … e naturalmente la Massoneria. E’ però solo una questione di tempo, perché ormai la strada è stata tracciata, le ADI sono lanciatissime verso il baratro. D’altronde le ADI sono nate nel 1947 mentre ancora vigeva la circolare Buffarini-Guidi, che vietava ai Pentecostali di radunarsi sia pubblicamente che privatamente, proprio grazie all’aiuto della Massoneria (e della CIA) ed hanno stipulato un’intesa con lo Stato nel 1988, intesa con la quale si sono legate alla Massoneria in maniera ancora più forte di quanto avessero già fatto nel dopoguerra. Legame che le costringe ad accettare le direttive della Massoneria. Torno dunque a scongiurare i santi che si trovano in questa organizzazione ad uscire e separarsi da essa.
Fratelli, vegliate e pregate, e rimanete attaccati alla Parola. Levate la vostra voce forte e chiara contro l’opera della Massoneria nelle Chiese, in quanto si tratta di un’opera del diavolo, e turate la bocca a tutti coloro che appoggiano l’opera della Massoneria. Sappiate questo fratelli, la Massoneria sa di essere stata smascherata, i massoni sanno di essere stati scoperti e che quindi le cose per loro non sono più le stesse in seno alle Chiese Pentecostali, e quindi non avendo più la maschera che copre il loro mostruoso volto, sono usciti allo scoperto e non lavorano più con la mano nascosta, ma con la mano visibile, molto visibile. E noi questo lo stiamo vedendo. La Massoneria sta sfidando le Chiese, sta dando una prova di forza come mai ha fatto prima, e lo sta facendo in maniera sfacciata. La Massoneria sta affrettando i tempi … si è messa a correre, cercando di sedurre più Chiese possibili e portarle apertamente dalla sua parte, perché sta vedendo che ha perso il controllo di molte Chiese che si sono schierate apertamente contro l’opera della Massoneria nelle Chiese.
Quindi se da un lato siamo indignati nel vedere delle Chiese sedotte dalla Massoneria, dall’altro ci rallegriamo che tante Chiese si stanno opponendo alla Massoneria, e quindi alla sua opera distruttiva.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

3 Responses to In quale direzione vanno le ADI

  1. Massimo says:

    C’è da chiedersi Giacinto come fanno, con che cuore ma soprattutto con quale spirito
    certuni delle A.D.I. che si reputano “santi” una volta conosciuto il tanto male che era stato loro tenuto nascosto per decenni, come possono ancora innalzare al Signore il cantico n° 36 dal loro “Inni di Lode” ????? Non lo possono più cantare!!!
    Ecco l’esilio che invece spetta loro, sì…saranno dei deportati, vivranno in schiavitù, alla stessa stregua di quegli Israeliti :
    ” Là, presso i fiumi di Babilonia, sedevamo e piangevamo ricordandoci di Sion. Ai salici delle sponde avevamo appeso le nostre cetre. Là ci chiedevano delle canzoni quelli che ci avevano deportati, dei canti di gioia quelli che ci opprimevano, dicendo: «Cantateci canzoni di Sion!» Come potremmo cantare i canti del SIGNORE in terra straniera? Se ti dimentico, Gerusalemme, si paralizzi la mia destra; resti la mia lingua attaccata al palato, se io non mi ricordo di te, se non metto Gerusalemme al di sopra di ogni mia gioia. Ricòrdati, SIGNORE, dei figli di Edom, che nel giorno di Gerusalemme dicevano: «Spianatela, spianatela, fin dalle fondamenta!» Figlia di Babilonia, che devi essere distrutta, beato chi ti darà la retribuzione del male che ci hai fatto! Beato chi afferrerà i tuoi bambini e li sbatterà contro la roccia. (Salmo 137).

    Chi ha ancora cuore la patria celeste? Temo che molti si siano dimenticati della “Gerusalemme celeste”, di essere pellegrini su questa terra e che i cieli e la terra passeranno… ma la Parola di Dio rimane stabile in eterno!! Guai!!

  2. Massimo says:

    Giacinto, forse il Christian Expo del 22 e 23 settembre 2017 organizzato nella Città della Scienza di Napoli avrà dato a quelle molte chiese sedotte dalla Massoneria un’ulteriore illuminazione? Una nuova luce ora splende su loro, sì quella artificiale che vien da mano d’uomo, generata e fondata sulla finta scienza!

  3. fabio says:

    Pace
    Ogni organizzazione che “si dice cristiana” la quale per ottenere privilegi, scende a compromessi con il mondo dovrebbe fare memoria di ciò che si legge in Giacomo 4:4
    Adulteri e adultere, non sapete che l’amicizia del mondo è inimicizia contro Dio? Chi dunque vuole essere amico del mondo si rende nemico di Dio

    In questo momento si leggono sempre più notizie del tipo “La Massoneria apre le porte a …” oppure “La massoneria apre al pubblico” , e mi domando e credo che in tanti si dovrebbero domandare come mai un organizzazione con tanti segreti e occulta come la “massoneria” si sta aprendo e sta aprendo i suoi templi a tutti ma veramente a tutti quanti per far entrare il suo pensiero nel cuore di molti come si legge in Apocalisse 13:8 L’adorarono tutti gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello immolato.

    Sono comunque pervaso che i santi del Signore Gesù ascolteranno la Sua Voce e usciranno dai templi della massoneria perché questo sono tutti quei luoghi pilotati da essa è questo si legge in 2 Corinzi 6:14-16
    14 Non lasciatevi legare al giogo estraneo degli infedeli. Quale rapporto infatti ci può essere tra la giustizia e l’iniquità, o quale unione tra la luce e le tenebre? 15 Quale intesa tra Cristo e Beliar, o quale collaborazione tra un fedele e un infedele? 16 Quale accordo tra il tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come Dio stesso ha detto:
    Abiterò in mezzo a loro e con loro camminerò
    e SARÒ IL LORO DIO,
    ed essi saranno il mio popolo.

    Sia data Gloria a DIO IL PADRE DEL NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO È AL FIGLIO IL QUALE HA RICEVUTO DAL PADRE IL NOME CHE È AL DI SOPRA DI OGNI ALTRO NOME (Filippesi 2,9)

    Pace Massimo, Giacinto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *