Mele marce? No, soltanto credenti che amano la verità

Nelle ADI quelli che i pastori chiamano «mele marce» molto molto spesso non sono altro che quei credenti che avendo scoperto di essere stati ingannati da questa banda di ingannatori – che sono i loro pastori esperti nelle arti ingannatrici dell’errore – cominciano a levare la loro voce forte e chiara contro gli inganni adiani, tra cui primeggiano gli inganni che riguardano l’aspetto dottrinale, ma anche altri inganni. E così, visto e considerato che non ci stanno più ad essere ingannati, parlano e allora per questi credenti cominciano le calunnie da parte degli ingannatori. «Che volete fratelli? Erano delle mele marce!» vanno ripetendo nei loro circoli dopo che questi credenti lasciano le ADI. Ma nella realtà le persone marce e putrefatte sono quei pastori che chiamano bene il male, e male il bene, e trattano i giusti come se avessero fatto l’opera dei malvagi, e i malvagi come se avessero fatto l’opera dei giusti. In realtà nelle ADI per capire come stanno le cose, molto molto spesso devi invertire le loro affermazioni: se quindi dicono di qualcuno che semina zizzanie è perché sta seminando giustizia e verità, se dicono che sta facendo l’opera dell’accusatore dei fratelli allora vuol dire che sta accusando dei falsi fratelli o sta rivolgendo accuse vere contro qualche membro delle ADI, se dicono che uno di loro si è sviato dalla verità vuol dire che ha abbandonato le false dottrine delle ADI, se negano categoricamente un’accusa rivolta da due o tre testimoni contro uno dei loro pastori vuol dire che quella accusa è vera. Ma ormai, da quello che mi risulta, gli ingannati diminuiscono sempre di più e quelli che non vengono ingannati più spesso lasciano l’organizzazione ADI. A proposito di mele marce vi dico questo: fratelli non vi mettete con le ADI e non entrate nelle ADI perché chi si mette con loro o entra nelle ADI si corrompe fino alle midolle, chi è buono diventa malvagio, chi è nella verità si svia dalla verità, chi ha fede diventa un uomo del dubbio, ve lo assicuro. Le chiese ADI fanno parte delle cattive compagnie che corrompono i buoni costumi. E questo perché la dottrina delle ADI è una dottrina malvagia, non è la dottrina sana degli apostoli.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia and tagged , . Bookmark the permalink.

One Response to Mele marce? No, soltanto credenti che amano la verità

  1. Massimo says:

    Nel leggere tutte queste cose Giacinto che fanno molto male al cuore e allo spirito, mi sovviene questo passo in 2° Samuele 1:17-27 e di cui ne riporto solo due versetti :
    ” Allora Davide compose questo canto funebre su Saul e suo figlio Gionatan, e ordinò che fosse insegnato ai figli di Giuda. E’ il canto dell’arco. Si trova scritto nel Libro del Giusto. Il fiore dei tuoi figli, o Israele, giace ucciso sulle alture! Come mai sono caduti quei prodi?…. ” .
    La risposta è scontata : “Son caduti a causa della loro grande DISOBBEDIENZA!”
    Eh…sì , come è scritto : “Ma Pietro e gli altri apostoli risposero : “BISOGNA UBBIDIRE A DIO anzichè agli uomini” (Atti 5:29).
    Molti di questi signori sedicenti cristiani pentecostali adiani dimenticano una cosa fondamentale, ovvero che Dio ha dato lo Spirito Santo a quelli che gli ubbidiscono (Atti 5:32). Ma allora Giacinto se loro insegnano una dottrina malvagia, frutto di tanta disubbidienza, viene spontaneo quanto necessario chiedersi : ” Ma da quale spirito sono tutti questi animati?” . Credo che non ci siano più dubbi a riguardo!
    A Saul fu ritirato lo Spirito del Signore e gli fu messo uno spirito cattivo permesso dal Signore…” (1° Samuele 16:14). Pertanto le ADI da quale spirito sono guidate???.. chi stanno servendo??? L’albero se è buono o cattivo non si vede forse dai suoi frutti?
    Certo che sì!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *