Quanti messaggi evangelistici falsi!

E’ un dato di fatto: nel tempo sono sorti molti messaggi evangelistici falsi, che in molte Chiese hanno preso il posto del vero messaggio evangelistico che Gesù Cristo trasmise agli uomini che fu: “Ravvedetevi e credete all’Evangelo” (Marco 1:15), e che lo trasmise per ordine dell’Iddio e Padre suo, secondo che disse: “Perché io non ho parlato di mio; ma il Padre che m’ha mandato, m’ha comandato lui quel che debbo dire e di che debbo ragionare; ed io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che dico, così le dico, come il Padre me le ha dette” (Giovanni 12:49-50). Quindi, fratelli, rimanete attaccati alle parole di Gesù Cristo, che sono fedeli e veraci. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in evangelizzazione and tagged . Bookmark the permalink.

One Response to Quanti messaggi evangelistici falsi!

  1. fabio says:

    Pace Giacinto,
    Non c’è da meravigliarsi infatti si legge i 2 Timoteo 4,3
    Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie

    Purtroppo Giacinto tante persone insieme a chi le guida non ricerCano affatto la GLORIA DI DIO bensì la propria ed ecco che cambiano,”modernizzano” LA PAROLA DI DIO fino a fargli dire ciò che non dice mettendo l’accento solo su alcune frasi trascurando l’intero scenario in uno parziale ma i Sacerdoti, i pastori sono avvertiti oggi come ieri perché questo si legge in Malachia 2:2 Se non mi ascolterete e non vi prenderete a cuore di dar gloria al MIO NOME, dice il Signore degli eserciti, manderò su di voi la maledizione e cambierò in maledizione le vostre benedizioni. Anzi le ho già maledette, perché nessuno tra di voi se la prende a cuore.

    “Nessuno tra di voi se la prende a cuore”, mentre il compito di un sacerdote dovrebbe essere quello di servire Dio con la propria vita e il suo parlare non ciò che piace agli uomini ma ciò che piace a Dio come si legge sempre i Malachia 2:7 Infatti le labbra del sacerdote sono le custodi della scienza, e dalla sua bocca si ricerca la legge, perché egli è il messaggero del Signore degli eserciti.

    Ma sull’esempio del Cristo di Dio ogni sacerdote ,pastore … consideri ciò che si legge in Filippesi 2: 5-11 Abbiate in voi GLI STESSI SENTIMENTI DI CRISTO GESÙ :
    EGLI, pur essendo nella condizione di Dio,
    NON RITENNE UN PRIVILEGIO
    l’essere come Dio,ma svuotò se stesso
    assumendo una condizione di servo,
    diventando simile agli uomini.
    Dall’aspetto riconosciuto come uomo,
    umiliò se stesso FACENDOSI OBBEDIENTE fino alla morte e a una morte di croce.
    Per questo Dio lo esaltò e GLI DONÒ IL NOME CHE È AL DI SOPRA DI OGNI ALTRO NOME , PERCHÉ NEL NOME DI GESÙ (DIO SALVA), OGNI GINOCCHIO SÌ PIEGHI NEI CIELI, SULLA TERRA E SOTTO TERRA, E OGNI LINGUA PROCLAMI: “GESÙ CRISTO È SIGNORE” A GLORIA DI DIO PADRE.

    Pace Giacinto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *