Fuori dalle Chiese i pastori fatti dalla Massoneria!

I pastori fatti dalla Massoneria sono falsi ministri di Cristo, in quanto non hanno alcun ministerio da parte di Dio. E questo è manifesto: rifiutano di predicare il ravvedimento e il Vangelo, e mostrano disprezzo verso la dottrina trasmessaci dagli apostoli. E naturalmente il loro disprezzo lo mostrano anche verso coloro che predicano il ravvedimento e il Vangelo e si attengono alla dottrina degli apostoli. Non si curano del gregge di Dio, in quanto servono il loro ventre, e fanno ogni cosa non alla gloria del solo vero Dio, che è l’Iddio d’Abrahamo, d’Isacco e di Giacobbe, ma alla loro propria gloria o alla gloria della loro denominazione controllata e diretta dalla Massoneria. Le Chiese devono quindi togliere dal loro mezzo costoro, in quanto portano le Chiese alla rovina. Sono artefici di ogni inganno e iniquità e scandalo: portatori di eresie di perdizione. Ecco perché vanno banditi dalle assemblee dei santi. I loro studi e i loro titoli conseguiti presso Istituti Biblici controllati e diretti dalla Massoneria hanno lo scopo di impressionare i semplici e indurli ad accettare le loro eresie. Non fatevi dunque ingannare dalla loro apparenza, in quanto sono persone senza Cristo, persone vuote, i cui discorsi sono pomposi e vuoti, pieni di sapienza umana ma privi della sapienza di Dio. Essi sono dei ministri di Satana che procacciano il male della Chiesa promuovendo i principi della Massoneria!

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Massoneria and tagged . Bookmark the permalink.

7 Responses to Fuori dalle Chiese i pastori fatti dalla Massoneria!

  1. Massimo says:

    Giacinto, già le tue prime parole “I pastori fatti dalla Massoneria sono falsi ministri di Cristo” sono molto forti e fanno davvero tremare; e con le tue ultime affondi la scure concludendo :” sono ministri di Satana”.
    Vorrei chiederti tanto per smuovere possibilmente un pò le acque, perchè oramai più si scava più ne escono fuori d’imbrogli e collusioni : “Ma parlare in certe località d’Italia di Massoneria non equivale forse parlare di Mafia? Non sono in simbiosi tra loro, ovvero coesistono? Mi sbaglio forse? Il Massone è anche un mafioso e/o viceversa?

    • giacintobutindaro says:

      Sì io sono persuaso che in certe parti d’Italia parlare di Massoneria e di Mafia significa parlare della stessa cosa e difatti si parla in questi casi di masso-mafia. D’altronde è cosa nota che potenti boss mafiosi sono massoni.

  2. Massimo says:

    Concordo Giacinto… e, sempre tanto per smuovere le medesime acque, ho letto un articolo che ho trovato molto interessante cliccando in google :” Mafia e Massoneria, il Gran Maestro BISI a Castelvetrano si difende dagli attacchi” del 26/07/2017 in TP 24.it (il Territorio in diretta) -Antimafia –
    Interessante perchè Stefano Bisi pare abbia affermato questo : “Essere massoni in Calabria e Sicilia è più difficile”. E perchè viene da chiedersi sarebbe più difficile?
    Lo dice sempre l’autore dell’articolo : – Terre in cui è più difficile essere massoni, soprattutto quando la Commissione Parlamentare Antimafia, dopo il reiterato diniego alla consegna degli elenchi degli iscritti nelle obbedienze massoniche di Sicilia e Calabria, ha fatto sequestrare i documenti che provano l’iscrizione dal 1990 ad oggi di: Grande Oriente d’Italia; Gran Loggia Regolare d’Italia; Serenissima Gran Loggia d’Italia; Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori.Alla sede nazionale del GOI, vennero 13 finanzieri dello Scico, che operarono perquisizioni e sequestri per 14 ore…. Tutto è nato dalle inchieste della Dda di Reggio Calabria e dall’audizione del procuratore aggiunto di Palermo, Teresa Principato. Quest’ultima aveva già raccontato della rete di protezioni istituzionali e massoniche di cui gode Matteo Messina Denaro, il superboss di Castelvetrano. –

    Chissà Giacinto anche questa indagine come finirà!!

    Che dire quindi? Massoni che proteggono Mafiosi e credo che sia vero anche il contrario! Ma sarebbe interessante approfondire maggiormente la cosa e mi
    chiedo : ” Ma certuni che esercitano la professione di “conduttori/pastori” di chiese, quindi entrando nel contesto spirituale, anche nel dubbio, ma che stanno facendo? Non se lo chiedono mai nei loro letti, la sera, prima di chiudere i loro occhi, sempre ammesso che riescano a chiuderli in pace e dormire, chi stanno veramente servendo?
    Giusto ieri sera Giacinto alla trasmissione “Le Iene” ho seguito un interessante intervista fatta ad un tale di nome Popeye – intervista dal titolo “L’uomo che uccideva per Pablo Escobar”. Davvero un’agghiacciante testimonianza la sua! Lo stesso, oltre ad innalzare la Mafia, lodava proprio i mafiosi italiani. Questo omicida mai pentito (in quanto ha affermato nonostante abbia già fatto parecchi anni di carcere e ora è in libertà, che sarebbe pronto ad uccidere ancora e in ogni momento se fosse necessario) ha altresì affermato che:
    – la vera Mafia è quella Italiana, loro sì che sono dei professori (al minuto 04:06 dell’intervista).
    – a lui piace molto l’OMERTA’
    – la Mafia è molto difficile da individuare e che comunica sempre per iscritto;
    – la Mafia ha tre regole ben precise :” RISPETTO, DISCIPLINA, LEALTA’ (o8:46).
    Da ultimo, e ho apprezzato tantissimo questa considerazione anche se da questo detta in un contesto di racconto allucinante, ha dichiarato con estrema semplicità ma piena convinzione questo :” Non puoi essere leale a tre persone o a due 2, ma solamente ad una”. E’ stato un fedelissimo di questo Pablo Escobar, che lui adorava come un dio in terra!
    Pertanto, esaminando le sue parole in chiave spirituale, varrebbe a dire che : “O un credente serve solo il nostro Signore Gesù Cristo e di riflesso Dio, il Creatore del cielo e della terra, oppure serve l’altro padrone : Satana”, perchè non si possono servire due padroni. ” VOI NON POTETE SERVIRE DIO E MAMMONA” (Matteo 6:24).
    Pertanto Giacinto il tuo invito è davvero forte quanto doveroso :
    “Che tutti quei pastori fatti tali dagli uomini e non certamente da Dio, siano banditi dalle chiese, perchè sono falsi ministri di Cristo”
    Ma se invece questi operai fraudolenti fossero ben graditi ai più, allora significherebbe che già quella chiesa è già in fase necrotica!!!
    Bisogna che quel residuo salvato per grazia dal Signore Gesù e che è ancora nel loro mezzo abbandoni quei templi, quelle sinagoghe di Satana, quegli alti luoghi donde sale un fumo estraneo e in cui si respira aria di morte!
    “Bisogna ubbidire a Dio e non agli uomini” come esortava il caro apostolo Pietro!
    Chè il Signore continui a benedirti Giacinto come pure l’opera che sino ad oggi hai portato avanti alla sua maggior gloria…Ebenezer (1° Samuele 7:12). Pace.

    • giacintobutindaro says:

      Il link di quell’articolo da te segnalato è questo http://www.tp24.it/2017/07/26/antimafia/mafia-massoneria-gran-maestro-bisi-castelvetrano-difende-attacchi/111727 per chi vuole leggerselo integralmente.

      • Massimo says:

        Giacinto, forse sto esagerando… e in tal caso ignorami, ma vorrei chiederti e magari altri vorrebbero saperlo : ” Quali sono le modalità con cui viene eletto un presidente e nello specifico il Presidente delle ADI? Per il fatto che abbia evidenziato nel corso della sua vita spirituale particolari doni dello Spirito Santo o forse invece per via di certe capacità secolari?… e chi lo elegge? So che l’ attuale carica è ricoperta dal professor Felice Antonio Loria che del resto non ha mai risposto alle tue domande, in particolar modo a quella che gli hai rivolto il 9 maggio 2016, ovvero : “Felice Antonio Loria, le Adi approvano o condannano la seguente posizione sulla Massoneria assunta da alcuni membri delle ADI? ” E tanto meno ha risposto alla precedente del 25 dicembre 2015 ” sempre concernenti la Massoneria. Le sue mancate risposte che potevano in qualche modo riscattare la sua Organizzazione saranno forse da attribuire a Prudenza, a Semplicità? Ma questo suo personale e totale silenzio, potrebbe anche legittimare qualcuno a pensare all’ OMERTA’. Quest’ultima da certuni molto apprezzata pare sia un modus vivendi/operandi tanto in voga in certi ambienti!
        Felice Antonio Loria fino ad oggi non ha mai condannato la Massoneria o mi sbaglio? Ma ben sappiamo che le parole a volte non contano niente, sono i fatti che continuano a parlare! Pace.

        • giacintobutindaro says:

          Massimo, per diventare uno dei dirigenti delle ADI devi avere una mente massonica … e con questo ho detto tutto!

          • Massimo says:

            Guai!!!
            “Ma Egli rispose: ” Colui che ha messo con me la mano nel piatto, quello mi tradirà. Certo il Figlio dell’uomo se ne va, come è scritto di lui, ma guai a quell’uomo dal quale il Figlio dell’uomo è tradito! Meglio sarebbe per quell’uomo se non fosse mai nato” (Matteo 26:23-24).
            Altro che nati e nati di nuovo! Guai!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *