L’astuto e fasullo discorso di Felice Antonio Loria, presidente delle ADI

Il 12 Marzo 2017 Felice Antonio Loria, il presidente delle ADI, durante una sua predicazione (Giona, Capitolo 4, Versetto 1, http://www.adi-rc.org/audio-predicazioni.html#Audio_prediche) ha fatto un discorso astuto (d’altronde l’astuzia è una caratteristica essenziale da possedere per diventare «pastori» nelle ADI). Ha detto che fino a che campa non darà mai una risposta a coloro che lo accusano su Internet anche di essere un massone, e questo perché non vuole perdere la beatitudine di Matteo 5:11. Ascoltatelo da voi medesimi.

[audio:http://giacintobutindaro.org/loria-risposta.mp3]

Tuttavia in questo egli non segue l’esempio di Gesù Cristo, che quando fu accusato dai Giudei di avere un demonio si difese da questa accusa dicendo loro con molta franchezza di non avere un demonio, secondo che è scritto: “I Giudei risposero e gli dissero: Non diciam noi bene che sei un Samaritano e che hai un demonio? Gesù rispose: Io non ho un demonio, ma onoro il Padre mio, e voi mi disonorate” (Giovanni 8:48-49). Ma Gesù poteva rispondere ai Giudei difendendosi dall’accusa di avere un demonio, perché Egli non aveva un demonio, in quanto era ripieno dello Spirito Santo. Anche quando Gesù fu accusato di essere un mangione e un beone, e un amico dei pubblicani e dei peccatori, Gesù si difese da questa accusa, secondo che disse: “È venuto il Figliuol dell’uomo mangiando e bevendo, e dicono: Ecco un mangiatore ed un beone, un amico dei pubblicani e de’ peccatori! Ma la sapienza è stata giustificata dalle opere sue” (Matteo 11:19), tant’è che Gesù poteva dire ai suoi accusatori: “Chi di voi mi convince di peccato?” (Giovanni 8:46). Se dunque Felice Loria viene accusato da qualcuno di essere un massone e non risponde dicendo di non esserlo, evidentemente non lo può dire! D’altronde, Loria non condanna né privatamente e né pubblicamente la Massoneria: non dice infatti che la Massoneria è dal diavolo e che i suoi principi sono diabolici, e che un Cristiano non può essere un Massone, e che un membro delle ADI non può essere un massone – cose che dovrebbe dire, se fosse contro la Massoneria, in risposta a delle chiare domande che gli sono state fatte pubblicamente – per cui noi non ci meravigliamo di questo suo astuto discorso .. ma nello stesso tempo fasullo. E’ un discorso fasullo, perché la beatitudine di Matteo 5:11: “Beati voi, quando v’oltraggeranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro a voi ogni sorta di male per cagion mia”, un Cristiano non la perde difendendosi dalle accuse false che gli vengono lanciate, e quindi rispondendo ai propri accusatori dimostrandogli che hanno detto il falso e quindi turandogli la bocca, ma la perde se le accuse mossegli sono vere! Certamente, un Cristiano può anche decidere di non rispondere a delle accuse false che gli vengono lanciate, infatti Gesù quando fu davanti a Ponzio Pilato “accusato da’ capi sacerdoti e dagli anziani, non rispose nulla” (Matteo 27:12). Ma nel caso di Loria, in questo caso, dovrebbe rispondere a coloro che lo accusano di essere un massone, facendo le suddette dichiarazioni contro la Massoneria. Anche perché queste dichiarazioni le dovrebbe fare in qualità di presidente delle ADI, perché lui ne è il legale rappresentante, in quanto c’è un popolo nelle ADI che gli chiede da molto tempo di fare a nome delle ADI una inequivocabile dichiarazione di condanna della Massoneria. Per cui dicendo che la Massoneria è dal diavolo e che i suoi principi sono diabolici, e che un Cristiano non può essere un Massone, e che un membro delle ADI non può essere un massone, sicuramente Loria risponderebbe indirettamente a coloro che lo accusano di essere un massone. Ma evidentemente queste dichiarazioni non le può fare, il che naturalmente depone a suo sfavore ed a sfavore di una intera denominazione.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, felice antonio loria, Massoneria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a L’astuto e fasullo discorso di Felice Antonio Loria, presidente delle ADI

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Certo che dovrebbe rispondere, anche perché Gesù scelse di stare in silensio davanti a Pilato perché si adempie serotonina le scritture come si legge in Matteo 26:51-54 Ed ecco, uno di quelli che erano con Gesù, messa mano alla spada, la estrasse e colpì il servo del sommo sacerdote staccandogli un orecchio.
    Allora Gesù gli disse: «Rimetti la spada nel fodero, perché tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada. Pensi forse che io non possa pregare il Padre mio, che mi darebbe subito più di dodici legioni di angeli? Ma come allora si ADEMPIEBBERO LE SCRITTURE, secondo le quali così deve avvenire?».

    CHey dovrebbe rispondere Loria cOme anche chiunque altro a tali domande lo si legge anche in Luca 21:12-15
    12 Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. 13 Questo vi darà occasione di render testimonianza. 14 Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; 15 io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere.

    Ed anche in Matteo 5,37 Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno…poiché per rispondere alle domande che hai fatto occorre si o no

    Ed anche in Apocalisse 2:2 Conosco le tue opere, la tua fatica e la tua costanza, per cui non puoi sopportare i cattivi; li hai messi alla prova – quelli che si dicono apostoli e non lo sono – e li hai trovati bugiardi.
    Qui si presuppone che è lecito provare coloro che si dicono apostoli e turargli la bocca smascherandoli nelle loro bugie

    Pertanto che si diano risposte chiare in ragione alla fede nel Signore Gesù Cristo il Figlio di Dio

    Pace Giacinto

  2. Massimo scrive:

    Giacinto, riprendendo in considerazione i lunghi silenzi del presidente delle Assemblee di Dio in Italia Prof. Felice Antonio Loria, pare davvero che ora anche le pietre stanno gridando! (Luca 19:40).

  3. Massimo scrive:

    Giacinto pace. T’inviterei ad ascoltare attentamente le parole pronunciate dal pastore Paolo Lombardo nel suo sermone di oggi, 29 luglio 2018 / Sermone mattina, dal m. 3:44 al m. 17:16.
    Credo che abbia voluto comunicarci un suo messaggio/risposta in vece del suo presidente F. A. Loria, ovvero che Gesù negò la sua risposta ai capi dei sacerdoti, scribi ed anziani (che indica come persone diaboliche) affinchè si ravvedessero! Afferma che il Signore non risponde, o risponde negativamente solo ai malintenzionati!
    L’astuzia sua è chiaramente quella di strumentalizzare il Vangelo della Grazia, sì da fargli dire cose che non sono pur di stare in piedi lui e la sua Organizzazione! E’ deplorevole l’espressione che Lombardo usa al m. 9:15, ovvero : “Meno male che il Signore ogni tanto le persone le inchioda” accompagnata da un sorriso beffardo.”.
    Attribuisce a quei sacerdoti il termine di : “Omertosi, o furbi…malvagi e diabolici..”
    Attenzione bene alle sue parole dal m. 10:24!!!! Afferma altresì :” il Nemico ce l’ha con la chiesa, perchè gli da fastidio…..”. E qui mi sembra molto evidente invece con chi ce l’abbia Lombardo, reputandosi lui un buono (lo sottintende anche se non lo dice apertamente) mentre altri che sono in giro, sono dei malvagi e diabolici!”. L’allusione a te Giacinto/a noi, credo sia molto chiara anche se attentamente, astutamente velata! E continua con la sua esternazione :” Astuti, ipocriti e bugiardi”.
    Ma Lombardo con chi pensa di avere a che fare? Che si esamini lui, si umili e si ravveda, prima che gli venga tolto pure quel microfono che tanto ama stringere, come se avesse paura ma tanta anche, che qualcuno gli porti via la poltrona e quant’altro!
    A Lombardo poi, non gli è andato tanto giù il riferimento fattogli qualche giorno fa sul re Saul (dal m. 13:18..) difendendo la sua condizione, come a rispondere che il Signore invece parla ancora con lui e che gli risponde eccome.
    Che ne pensi?
    Pace.

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace, ho sentito certo quelle sue parole …. le ADI quando accusano qualcuno di essere diabolico e malvagio vuole dire che quella persona è giusta e buona e intelligente. Ma in effetti quando le ADI lanciano quelle accuse stanno descrivendo quello che sono i pastori ADI.

      • Dario scrive:

        si’, difatti molti signori che gestiscono le ADI o siti cristiani la nominano spesso, signor Butindaro, e non in termini gentili. Lei non è molto amato nell’ambiente cristiano. Ho letto molte discussioni contro di Lei.
        In effetti non credo ci sia qualche altro blogger cristiano, qui in Italia, messo così in cattiva luce…

        • giacintobutindaro scrive:

          Giovanni Battista non era amato da Erodiada ….

          • Dario scrive:

            sì, in pratica Lei è odiato da cristiani non fondamentalisti che non sopportano che Lei dica che come vivono loro non è cristianesimo…
            Comunque uno studioso dei testi biblici dovrebbe dare ragione a Lei, visto che Lei riporta quanto sta scritto sulla Bibbia. L’unica spiegazione sensata è che costoro la odiano perché sottosotto sanno bene anche loro che è Lei che predica il vero cristianesimo e non loro… e i Suoi articoli fanno fare brutta figura a costoro

            Le è capitato di leggere un articolo famoso, scritto contro di Lei, e che si trova ai primi risultati su google, intitolato “Il dio mostro di Butindaro”?

          • giacintobutindaro scrive:

            Ma certo …. lo ha scritto un uomo che non conosce Dio che appartiene alle ADI!

      • Massimo scrive:

        Sono diventati dei veri maestri nell’ars oratoria, impomatati e ben composti nella rigida quanto tremendamente formalista esecuzione dei loro culti domenicali trasmessi in diretta tv, ripresi da telecamere per dar spettacolo di se, a mò di rappresentazione teatrale a scaletta, che purtroppo toglie ogni genuinità, ogni spontaneità al vero culto che invece meritano il nostro Dio Padre e il nostro Signore Gesù Cristo, sotto l’azione e guida dello Spirito Santo! Ma lì lo S.S. è il grande assente. Lì, in quei templi, fanno tutto gli uomini, non c’è più bisogno di altri! Tutto è rigidamente anzitempo già scritto e preparato! Sermone, preghiere, cantici, come nella chiesa cattolica!
        “The show must go one” direbbe qualcuno. Altro che un culto quale “offerta agitata” (Esodo 29:24 / Levitico 9:21) e le preghiere come “profumo di odore soave” Esodo 20:41 /29:25.
        Come sono lontani quei tempi in cui vi era semplicità ed ognuno spandeva il proprio cuore dinanzi al Re dei re, con piena spontaneità e libertà ed il Signore Iddio rispondeva prontamente e benediceva grandemente i suoi figlioli!
        Ma lì, in quei templi non è rimasto più nulla, un grande formalismo religioso, un andar appresso al vento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.