Contributo finanziario del Comune di Montevago alla Chiesa ADI

Faccio sapere ai fratelli che ancora sono membri di Chiese ADI che la Chiesa ADI di Montevago (Agrigento) ha ricevuto un contributo finanziario dal Comune nel 2011 per lavori di pittura e per piccoli lavori di manutenzione. Infatti leggo nell’Elenco degli Atti Amministrativi del 2011 quanto segue:

«22.11.2011 OGGETTO: Concessione contributo una tantum alla Chiesa Evangelica “Assemblee di Dio in Italia” di Montevago.
DETERMINA
1)- di concedere alla Chiesa Evangelica “Assemblee di Dio in Italia” di Montevago, un contributo una tantum di € 800,00 per pitturazione dei locali dell’Associazione e per piccoli lavori di manutenzione;
2)- di impegnare la somma di € 800,00 all’intervento 1010805/2 del bilancio 2011;
3)- di liquidare e pagare la somma di € 800,00 alla Chiesa Evangelica “Assemblee di Dio in Italia” di Montevago, mediante accreditamento c/o Banca Intesa S. Paolo di S. Margherita B.
COD. IBAN : OMISS»

Fonte: Comune di Montevago

E’ confermato dunque che le ADI ricevono un fiume di contributi da parte dello Stato per i loro locali di culto, di cui peraltro molto spesso i membri delle Chiese non sanno nulla.
Vi esorto dunque a non dare neppure un centesimo alle ADI, e ad uscire e separarvi da questa denominazione i cui dirigenti servono Mammona e non Dio, e cercano soccorso in Egitto.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia and tagged , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Contributo finanziario del Comune di Montevago alla Chiesa ADI

  1. Massimo says:

    Leggo : “..un contributo UNA TANTUM di £ 800 per pitturazione dei locali dell’Associazione e per piccoli lavori di manutenzione”.
    ASSOCIAZIONE? Il dizionario ne da il significato :” Partecipazione continuata a un’impresa o attività – Insieme di persone riunite, organizzate e operanti per il conseguimento di un fine comune!”.
    Quindi Giacinto credo che non sarebbe affatto sbagliato se volessimo chiamare tutti questi delle ADI secondo il mondo, ovvero : cari SOCI!… Altro che fratelli!…in quanto effettivamente membri di una Società/ Organizzazione ovvero le ADI, con una loro ragione sociale, con tanto di partita IVA, IBAN ecc……
    E pensare Giacinto che tutti questi “Soci” secondo il mondo, che frequentano quelle chiese, non solo quindi questa di Montevago, non hanno nemmeno una “vaga idea” di come debbano ricercare la santificazione senza la quale nessuno vedrà Dio!
    – Quando viene letto loro :” Beati quelli che abitano nella tua casa e ti lodano sempre” (Salmo 84:4) quelli ci credono veramente che il salmista per casa intenda il loro “bel locale di culto”, pitturato a nuovo, ben curato e sistemato, grazie anche all’una tantum prelevato dalle casse del rispettivo comune e loro elargito dal caro assessore/sindaco, amico degli amici!
    – Quando viene letto loro :” Un giorno nei tuoi cortili val più che mille altrove” (Salmo 84:10) qui magari qualcuno si rammarica anche un pochino pensando :” Santa pazienza la nostra chiesa non ha neanche una piccola corte…. dobbiamo darci da fare e trovarci una casa più grande e che abbia anche un bel cortile, così siamo più in linea con le parole del salmista!”.
    – Quando viene letto loro :”Io preferirei stare sulla soglia della casa del mio Dio, che abitare nelle tende degli empi” (Salmo 84:10) quelli davvero pensano agli zingari che rubano, agli hippies e diseredati senza fissa dimora che vivono in tende di fortuna, o in un camper o in una roulotte, gente senza Dio, mentre loro sono dei “beati” perchè si godono una bella casa/chiesa del Signore, calda, profumata, pitturata, se una cattedrale ancor meglio, tanto amati e benedetti da Dio e dagli uomini!
    Quanta stoltezza e vanità c’è in tutte queste società! VERGOGNA!
    “Infatti dal più piccolo al più grande sono tutti quanti avidi di guadagno; dal profeta al sacerdote….non si vergognano affatto, non sanno che cosa sia arrossire; perciò cadranno fra quelli che cadono; quando io li visiterò saranno abbattuti”, dice il Signore – (Geremia 6:15).
    Pace.

  2. Antonello says:

    Amen

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *