La Chiesa ADI di Gallarate ha preso circa 4000 euro dal comune

La Chiesa ADI di Gallarate ha ottenuto dal comune circa 4.000 euro per «ampliamento degli spazi adibiti all’accoglienza, costruzione nuove aule destinate al catechismo. Rifacimento asfalto, impianto di riscaldamento e condizionamento»

Fonte: Comune di Gallarate

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia and tagged , , . Bookmark the permalink.

One Response to La Chiesa ADI di Gallarate ha preso circa 4000 euro dal comune

  1. Massimo says:

    E pensare Giacinto che quando frequentavo le ADI, pastore e consiglieri…permettimi l’espressione…mi hanno fatto una testa tanta così!!!…con questa Parola :
    “O GENTE ADULTERA, NON SAPETE CHE l’AMICIZIA DEL MONDO E’ INIMICIZIA VERSO DIO? CHI DUNQUE VUOL ESSERE AMICO DEL MONDO SI RENDE NEMICO DI DIO.” (Giacomo 4:4)
    E ancora : “Ma Egli rispose loro :” QUESTA GENERAZIONE MALVAGIA E ADULTERA CHIEDE UN SEGNO; E SEGNO NON LE SARA’ DATO, TRANNE IL SEGNO DEL PROFETA GIONA” (Matteo 12:39).
    E ancora :” NON AMATE IL MONDO NE’ LE COSE CHE SONO NEL MONDO. SE UNO AMA IL MONDO, L’AMORE DEL PADRE NON E’ IN LUI” (1° Giovanni 2:15).
    Piano piano in sostanza facendo sì che ogni singola pecora si chiudesse a riccio nella sola comunità, allontanandola dal mondo sì, ma perchè restasse stretta stretta a loro e così sia sottomessa in tacita obbedienza esclusivamente a loro e ai loro distorti insegnamenti. Mentre loro astutamente in questi anni hanno percepito somme di denaro dentro e fuori dalle mure delle rispettive comunità, alla maggior gloria loro e dell’ organizzazione! Che cosa ha a che fare il Signore in tutto questo?… con un tal agire anti-evangelico?
    E pensare che hanno sempre sulle labbra il nome di Gesù e sotto il braccio la Bibbia!
    Ma oramai Giacinto sono convinto che se non interviene il Signore stesso non loro si fermeranno più davanti a niente e nessuno; come un’automobile impazzita che procede a tutta velocità senza controllo nel buio della notte! E che dire della classe dirigente ADI?…composta da persone non più solo diplomata, bensì hanno titoli accademici, con almeno la mini-laurea, anni di Scuola Biblica alle spalle, se non laureati veri e propri! Ma come fanno a non rendersi conto che stringere amicizia con uomini politici, quelli del mondo, che ben condividono con la rispettiva cittadinanza dei gravi peccati davanti a Dio come l’aborto, che sposano le coppie gay, che in certi posti pagano chi 50 chi 100 euro per assicurarsi il voto alle comunali, regionali…ecc…. ecc…come?? Questo è possibile solo se hanno la stessa mente!
    Dicono del continuo alle loro pecorelle : “E’ scritto….leggiamo fratelli questo, leggiamo nella Parola, leggete qui e leggete là. Questo non si fa, questo è peccato…mentre loro sono i primi ad andare a braccetto con gente adultera e peccatrice e fare affari! Soldo chiama soldo! E magari questo denaro poteva essere dato a famiglie veramente indigenti, mentre viene dato per socializzare, a scopi culturali, a chi del Vangelo della grazia ne ha fatto una fonte di guadagno!
    E’ scritto altresì :” V’ho scritto nella mia epistola di non mischiarvi coi fornicatori; non del tutto però coi fornicatori di questo mondo, o con gli avari e i rapaci, e con gli idolatri; perché altrimenti dovreste uscire dal mondo; ma quel che v’ho scritto è di non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore, o un avaro, o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un rapace; con un tale non dovete neppur mangiare. Poiché, ho io forse da giudicar quei di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro? Quei di fuori li giudica Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi. (1° Corinzi 5:9-13).
    Pertanto questa parola Giacinto ci autorizza certamente A GIUDICARE questi PASTORI, anzi questa stessa ORGANIZZAZIONE DELLE ADI che ha cercato aiuto dal Faraone in Egitto, che confida nei carri e nei cavalieri, perchè oramai è chiaro che si è mischiata con ogni sorta di uccello abominevole e rapace! Guai!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *