Il culto tenuto in una vecchia casa …

Il culto tenuto in una vecchia casa dove abita un credente è gradito a Dio? Dio ascolta le preghiere e i canti innalzati a Lui da dentro questo luogo umile? La Chiesa onora Dio radunandosi in questo posto? Un pastore può portare la Chiesa a radunarvisi? Gli impostori, che spingono le Chiese a costruire templi maestosi e costosissimi, vi diranno che è impensabile per una Chiesa tenere riunioni di culto in un luogo simile, che il mondo rimarrebbe scandalizzato da un simile comportamento, che sarebbe d’intoppo quindi al mondo, perché la Chiesa darebbe una immagine di sé e non solo di sé ma anche di Dio molto negativa!
Fratelli, nessuno di costoro vi seduca con vani ragionamenti. Ricordatevi che “l’Iddio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso, essendo Signore del cielo e della terra, non abita in templi fatti d’opera di mano” (Atti 17:24; cfr. Atti 7:48-50), perché noi siamo il tempio di Dio, secondo che è scritto: “Non sapete voi che siete il tempio di Dio, e che lo Spirito di Dio abita in voi? Se uno guasta il tempio di Dio, Iddio guasterà lui; poiché il tempio di Dio è santo; e questo tempio siete voi” (1 Corinzi 3:16-17); e che la Chiesa non è il luogo dove si radunano i credenti, perché è l’assemblea dei santi infatti anticamente i credenti ospitavano la Chiesa in casa loro, come facevano Aquila e Priscilla secondo che è scritto: “Aquila e Priscilla, con la chiesa che è in casa loro, vi salutano molto nel Signore” (1 Corinzi 16:19), e Gaio: “Gaio, che ospita me e tutta la chiesa, vi saluta” (Romani 16:23), ed anche Maria, secondo che è scritto: “Pietro dunque era custodito nella prigione; ma fervide preghiere eran fatte dalla chiesa a Dio per lui. … E considerando la cosa, [Pietro] venne alla casa di Maria, madre di Giovanni soprannominato Marco, dove molti fratelli stavano raunati e pregavano” (Atti 12:5,12).
Colgo quindi l’occasione per esortarvi a non dare neppure un centesimo ai pastori che desiderano ardentemente o fanno costruire o comprare templi maestosi e costosissimi, per la loro gloria o per la gloria della loro organizzazione, spingendo i santi ad indebitarsi fortemente; e che disprezzano i santi che si radunano nelle case come facevano i santi antichi. E non solo a non dargli neppure un centesimo, ma anche ad uscire e ritirarvi da queste organizzazioni di cui costoro fanno parte il cui obbiettivo primario ormai è evidente è costruire o comprare templi maestosi per affermare davanti al mondo la loro potenza economica e la loro presenza sul territorio, a fianco della Chiesa Cattolica Romana, e per avere contributi finanziari e favori da parte di Cesare. I pastori di queste organizzazioni non servono il Signore Gesù Cristo ma il loro ventre. Ecco perché cercano la gloria che viene dagli uomini, anziché quella che viene da Dio; ecco perché non sopportano la sana dottrina, avendo distolto le loro orecchie dalla verità e avendole volte alle favole.
E levate la vostra voce forte e chiara contro costoro, che stanno guastando la vigna di Dio! Riprovate pubblicamente e privatamente le loro opera malvagie, la loro arroganza, la loro stoltezza, la loro avidità. Non abbiate paura di loro.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Confutazioni, Esortazioni and tagged , . Bookmark the permalink.

One Response to Il culto tenuto in una vecchia casa …

  1. Massimo says:

    Che dire Giacinto, per esempio, di questa Parola :
    “Un giorno nei tuoi cortili val più che mille altrove. Io preferirei stare sulla soglia della casa del mio Dio, che abitare nelle tende degli empi” (Salmo 84:10).
    E’ una parola tanto amata e da certi stolti anche pentecostali spesso letta e sostenuta! Nel loro messaggio distorto vorrebbero inculcare ai loro semplicioni sottoposti questo :” Lo vedete? L’avete letto anche con i vostri occhi? E’ scritto! Lo comanda il Signore! Dio parla di cortili, di casa, di soglia pertanto se vogliamo piacergli dobbiamo costruirgliene una, così possiamo riunirci insieme per pregare, per rendergli il culto… ecc…ecc…. E così anzichè nascere di nuovo, ricevere il Vangelo della Grazia per obbedirlo, anzichè abbracciare e sottomettersi alla Legge di Libertà in Cristo Gesù del nuovo patto, molti lupi rapaci, operai fraudolenti hanno portato avanti invece la mentalità materialistica, affaristica, perchè figli di quei padri amanti del denaro ovvero dei sommi sacerdoti e dei farisei del tempo di Gesù! Da una fede provata e riprovata hanno creato una religione di Stato, ad uno formalismo religioso che di cristiano ha conservato poco o niente! I Cattolici costruirono e costruiscono cattedrali, duomi, chiese sfarzose e molti altri nella loro dissolutezza e devianza spirituale li hanno seguiti imitandoli e si son dati alla medesima prostituzione col mondo! Gente adultera!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *