Contro l’ignoranza delle Scritture – Predicazione del 6 dicembre 2017


[audio:http://www.diretta.lanuovavia.org/c-331-ignoranza.mp3]

Per scaricarla fai clic qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Contro l’ignoranza delle Scritture – Predicazione del 6 dicembre 2017

  1. Massimo scrive:

    Amen! “Ogni scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perchè l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona” (2° Timoteo 3:16).
    Quindi Giacinto, un’uomo di Dio per essere tale, bisogna prima di tutto che conosca molto bene e tutta la sua Parola affinchè poi possa compiere al meglio la sua Volontà (Matteo 6:10), la sua Giustizia (Matteo 6:33); come pure è tenuto a farla conoscere ad altri affinchè a loro volta questi compiano la medesima sua Volontà e Giustizia.
    Mentre i “falsi dottori” non sono affatto uomini di Dio, perchè pur conoscendo la Parola di Dio (così ha agito il Tentatore in Matteo 4:3-11 ma citandola solo in parte usando astuzia) non compiono la sua Volontà, la sua Giustizia. Sono quindi dei RIBELLI e come tali, agendo con astuzia e inganno, non insegnano nemmeno ad altri tutta la Volontà di Dio e la sua Giustizia.
    Guai a chi toglie e guai a chi aggiunge!
    I falsi dottori quindi, essendo ribelli trascinano altri nella loro ribellione a Dio!
    Questo è l’agire di Satana!
    Chiunque pertanto, pur conoscendo la Verità, la Giustizia di Dio ma con inganno e per tornaconto personale e/o anche collettivo (e qui rientrano le Organizzazioni religiose statalizzate) non la obbedisce, o la obbedisce solo in parte, non la mette in pratica o solo in parte, e così in modo distorto insegna ad altri, è un EMERITO RIBELLE! Non è affatto un uomo di Dio bensì un uomo di Satana e a quest’ultimo asservito! Ahi…ahi! Guai a tutti quei ribelli!

  2. fabio scrive:

    Pace Giacinto e Massimo,
    oggi ho finito di ascoltare questa esortazione e mi salgono alla mente le parole dell’apostolo Paolo quando lo Spirito Santo lo sospinse a scrivere ciò che si legge in Efesini 6:14-18 State dunque ben fermi, cinti i fianchi con la VERITA’, rivestiti con la corazza della GIUSTIZIA, e avendo come calzatura ai piedi LO ZELO PER PROPAGARE IL VANGELO DELLA PACE. Tenete sempre in mano LO SCUDO DELLA FEDE, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infuocati del maligno; prendete anche L’ELMO DELLA SAVEZZA E LA SPADA DELLO SPIRITO, cioè LA PAROLA DI DIO. Pregate inoltre incessantemente con ogni sorta di preghiere e di suppliche nello Spirito, vigilando a questo scopo con ogni perseveranza e pregando per tutti i santi,

    qui Paolo ci esorta ad armarci come farebbe un buon soldato, si perchè è impensabile che un soldato parta per la guerra senza armarsi, naturalmemte Paolo fa riferimento alle armi spirituali poichè si parla di guerra spirituale (Efesini 6:12) e come hai detto Giacinto coloro che non vogliono che si prenda in mano la Bibbia per investigare le scritture non servono Dio il Padre del nostro Signore Gesù Cristo.

    Paolo ci esorta a pregare per tutti i santi ed io prego il Padre nel nome di Gesù per la Sua chiesa affinchè possa ARMARSI DELLA PAROLA DI DIO e prego anche per questo momento che stai attraversando Giacinto affinchè tu possa essere nella pace che da Gesù solamente ci è data

    pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.