Il locale di culto della Chiesa ADI di San Cipriano d’Aversa è stato costruito su un terreno confiscato alla camorra

Vi faccio sapere che il locale di culto della Chiesa ADI di San Cipriano d’Aversa (Caserta) sito in Via Salerno (o Via Napoli), di cui è pastore Daniele Di Iorio (http://it.viadeo.com/it/profile/daniele.di-iorio1), è stato costruito su un terreno confiscato alla camorra. Leggo infatti sul sito dell’associazione Agrorinasce:
«Bene confiscato a Griffo Salvatore, localizzato a S. Cipriano d’Aversa (CE). Trattasi di un terreno edificabile di mq 1155 confiscato nel mese di marzo del 1997 ed assegnato nel mese di aprile 1997. Il Comune di S. Cipriano d’Aversa ha provveduto ad assegnare il bene confiscato alla Comunità Evangelica per 99 anni e dove la stessa Comunità cristiana ha provveduto alla costruzione di una sede per il culto e per l’espletamento di attività sociali. L’immobile è stato costruito tra il 2004 e il 2005 con una spesa complessiva di circa 350.000,00 euro completamente a carico della comunità cristiana»


Fonte: Agrorinasce

Che si tratta del locale di culto delle ADI di Via Salerno è confermato da un articolo di giornale del febbraio 2011 nel quale si legge a proposito di un incontro tenutosi in quel locale quanto segue: «SAN CIPRIANO D’AVERSA. Si terrà oggi 24/2/2011 alle ore 18,00 un incontro su un tema molto attuale: ‘Cristianesimo e Islam, due mondi a confronto’. Il relatore sarà il dr. Skinner delle Assemblee of God USA. Ad avere organizzato il seminario la chiesa evangelica ADI di San Cipriano in via Salerno 20. Costruita nel 2004 su terreno confiscato alla malavita organizzata …. » (vedi foto)

Fonte: Chiesa Adi San Cipriano D’aversa – Facebook

Un altro articolo di giornale, dove si parla di questo locale (i metri quadrati corrispondono)

Il locale di culto di Via Salerno

Una foto del locale in via di costruzione nel 2004 in via Salerno

Fonte: Chiesa Adi San Cipriano D’aversa – Facebook

Due foto che spiegano il fatto che la via viene chiamata sia Via Salerno che Via Napoli

Che dire? Uno scandalo! L’ennesimo scandalo di questa organizzazione religiosa il cui obbiettivo principale è costruire locali di culto per «occupare» il territorio, esattamente come la Chiesa Cattolica Romana, ed è pronta a costruirli persino su terreni che sono appartenuti alla criminalità organizzata che le ADI si fanno assegnare senza farsi scrupoli: assegnazione che noi ben sappiamo cosa significa e cosa comporta.

Torno dunque a dire ai fratelli che frequentano Chiese ADI ad uscire e separarsi dalle ADI: per i dirigenti delle ADI il fine giustifica i mezzi, e il male si può compiere a fin di bene!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

P.S. Sul sito di Agrorinasce ci sono pure le foto dell’edificio di culto delle ADI

Fonte: Agrorinasce

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Il locale di culto della Chiesa ADI di San Cipriano d’Aversa è stato costruito su un terreno confiscato alla camorra

  1. Antonello says:

    Non entrerei in questi luoghi abominevoli neppure se mi pagassero!un vero orrore di mondanità!

  2. Antonello says:

    Vorrei dire al pastore se si può chiamare così,che il Signore ha detto di mettere alla luce non di nascondere,poi giacinto non ha messo in evidenza solo il tuo orrendo locale di culto,ma altri in Sicilia e purtroppo ce ne saranno in tutto il mondo di queste diavolerie sin che Dio lo permette, perché Dio ci mette alla prova permettendo,queste e altre cose ma chi è nato da Dio avverte cioè capisce che non è da Lui,come ho capito io grazie al Signore, vedendo la foto ho visto qualcosa di tetro di solitudine. Comunque volevo dirti che non ci si può beffare di Dio, quindi ravvediti abbandona il male e segui in umiltà il Signore,e ringrazialo se ti dà di ravvederti, perché il Signore può far perire sia il corpo che l’anima nella Geenna!io penso ansi son sicuro che il fratello giacinto stia pregando per voi come il Signore ha ordinato di fare e pregherò anche io , abbiamo un grande Dio l’unico Dio il Dio che la sua bontà dura in eterno quindi prostiamoci e adoriamolo e lasciamo le cose del mondo e guardiamo alle cose che son nei cieli questa è la vera vita! gloria all’Altissimo!

  3. roberto di trastevere says:

    pieni stima affetto e solidarietà al caro fratello giacinto per le intollerabili gravissime e sconcertanti minacce ricevute

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *