Gli anticristi festeggiano il Natale ma non credono nel concepimento verginale di Cristo

Molti di quelli che festeggiano il Natale di Gesù Cristo il 25 Dicembre non credono che Gesù di Nazareth è il Cristo, il Figlio di Dio che fu generato dallo Spirito Santo nel seno di una vergine! Per loro il concepimento verginale di Cristo è una favola, una leggenda, che i discepoli di Gesù si inventarono per presentare il loro Maestro come un essere divino! L’ipocrisia di tanti arriva quindi fino a questo punto: rigettano il concepimento verginale di Cristo Gesù e poi ne festeggiano la nascita! Quanti ipocriti che esistono in mezzo alle Chiese! Per loro Gesù è stato concepito come tutti gli altri uomini, perché non credono che Gesù è la Parola fatta carne e quindi non credono che è Dio in quanto la Parola era nel principio con Dio ed era Dio (cfr. Giovanni 1:1,14)! Approfittano dunque del 25 Dicembre per fare credere di essere dei Cristiani, quando invece sono degli anticristi! Sì, perché chi nega che Gesù è stato generato dallo Spirito Santo, nega che Gesù è il Cristo che doveva venire nel mondo per morire per i nostri peccati e risuscitare il terzo giorno dai morti, e “chi è il mendace se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Esso è l’anticristo, che nega il Padre e il Figliuolo” (1 Giovanni 2:22).

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Confutazioni, Massoneria and tagged , . Bookmark the permalink.

One Response to Gli anticristi festeggiano il Natale ma non credono nel concepimento verginale di Cristo

  1. fabio says:

    Pace Giacinto,
    In questi giorni nel leggere ciò che scrive L’evangelista Matteo mi rivendita in mente anche ciò che dicesti un giorno parlando di Paolo e degli apostoli ovvero che quando insegnavano, esortavano e convincevano le folle lo facevano con in mano le scritture dell’antico Testamento e infatti Gesù quando apparve ai due discepoli in cammino verso Emmaus disse ciò che si legge in ca 24:25-27 Ed egli disse loro: «Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui.

    Ecco che si legge in Matteo 1:22-23 Tutto questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele, che significa Dio con noi.

    Ed ecco che si legge in Isaia 7,14
    Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele.

    Come hai detto Giacinto chi si dice Cristiano deve difenere questa verità che va proclamata ad alta voce insieme a ciò che disse l’apostolo Pietro : Gesù è il Cristo il Figlio del Dio vivente

    Chi ha orecchi da udire ora ciò che si legge in Apocalisse 12:1-6 Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto. Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra. Il drago si pose davanti alla donna che stava per partorire per divorare il bambino appena nato. Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e il figlio fu subito rapito verso Dio e verso il suo trono. La donna invece fuggì nel deserto, ove Dio le aveva preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni.

    Pace

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *