Una speranza certa – Predicazione del 8 gennaio 2018


[audio:http://www.diretta.lanuovavia.org/i-333-speranza.mp3]

Per scaricarla fai clic qua

Questa voce è stata pubblicata in Messaggi per i peccatori e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Una speranza certa – Predicazione del 8 gennaio 2018

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Quando vado su ascolta e scarica le predicazioni non riesco a trovare quest’ultima, scusa Giacinto ma in genere faccio così è l’ascolto dal file scaricato e volevo sapere se è un problema solamente mio che non riesco a vedere.

    Pace

  2. fabio scrive:

    pace Giacinto,
    l’apostolo Paolo parla di speranza, di certezza, mentre ascoltavo questa predicazione sono tante le cose che mi salivano dal cuore ma vorrei fare memoria di ciò che si legge in Luca 21,20-28 «Ora, quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti, sappiate che allora la sua desolazione è vicina. Allora, coloro che sono nella Giudea fuggano sui monti; e coloro che sono in città se ne allontanino; e coloro che sono nei campi non entrino in essa. Poiché questi sono giorni di vendetta, affinché tutte le cose che sono scritte siano adempiute. Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni, perché vi sarà grande avversità nel paese e ira su questo popolo. Ed essi cadranno sotto il taglio della spada, e saranno condotti prigionieri fra tutte le nazioni; e Gerusalemme sarà calpestata dai gentili, finché i tempi dei gentili siano compiuti».
    «E vi saranno dei segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli, nello smarrimento al fragore del mare e dei flutti; gli uomini verranno meno dalla paura e dall’attesa delle cose che si abbatteranno sul mondo, perché le potenze dei cieli saranno scrollate. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nuvola con potenza e grande gloria. Ora, quando queste cose cominceranno ad accadere, guardate in alto e alzate le vostre teste, perché la vostra redenzione è vicina».

    Gesù il Figlio di Dio ci dice che quando accadranno tutte queste cose di guardare in alto e alzare le nostre teste perché la nostra redenzione è vicina, usa parole certe che donano serenità nel cuore di coloro che sono alla ricerca di una patria come si legge in Ebrei 11,12-14 Perciò da un sol uomo, e questi come fosse morto, sono nati discendenti numerosi come le stelle del cielo e come la sabbia lungo la riva del mare, che non si può contare. Tutti costoro sono morti nella fede, senza aver ricevuto le cose promesse ma, vedutele da lontano, essi ne furono persuasi e le accolsero con gioia, confessando di essere forestieri e pellegrini sulla terra. Coloro infatti che dicono tali cose dimostrano che cercano una patria.

    vorrei Giacinto dire solamente un pensiero in riguardo alla” fede” e alle “opere della legge” e ti prego di correggermi se sbaglio ma affinché nessuno dica allora qui si può fare ciò che si vuole tanto occorre solo avere fede…c’è da tener presente che se vi sono le opere della legge per le quali nessun uomo viene salvato (salmi 143:2) poichè tutti hanno disubbidito ai comandamenti e come dice il salmista nessun vivente sarà trovato giusto davanti a Dio ecco che la salvezza e la giustizia si ha solo per Grazia che Dio il Padre ci da per mezzo della FEDE NEL FIGLIO SUO CHE HA MANDATO:
    GESU’ CRISTO, e si legge anche in Giacomo 2,15-26 Se un fratello o una sorella non hanno vestiti e mancano del cibo quotidiano, e uno di voi dice loro: «Andate in pace, scaldatevi e saziatevi», ma non date loro le cose necessarie al corpo, a che cosa serve? COSI’ E’ DELLA FEDE ; se non ha opere, è per se stessa morta. Anzi uno piuttosto dirà: «Tu hai la fede, e io ho le opere; mostrami la tua fede senza le tue opere, E IO CON LE MIE OPERE TI MOSTRERO’ LA MIA FEDE». Tu credi che c’è un solo Dio, e fai bene; anche i demòni lo credono e tremano. Insensato! Vuoi renderti conto che la fede senza le opere non ha valore? Abraamo, nostro padre, non fu forse giustificato per le opere quando offrì suo figlio Isacco sull’altare? Tu vedi che la fede agiva insieme alle sue opere E CHE PER LE OPERE LA FEDE FU RESA COMPLETA; così fu adempiuta la Scrittura che dice: «Abraamo credette a Dio, e ciò gli fu messo in conto come giustizia»; e fu chiamato amico di Dio. Dunque vedete che l’uomo è giustificato per opere, e non per fede soltanto. E così Raab, la prostituta, non fu anche lei giustificata per le opere quando accolse gli inviati e li fece ripartire per un’altra strada? Infatti, COME IL CORPO SENZA LO SPIRITO E’ MORTO, COSI’ ANCHE LA FEDE SENZA LE OPERE E’ MORTA.

    se pensiamo alla FEDE DI GESU’ non possiamo non ascoltare ciò che disse in Giovanni 19,30 E dopo aver ricevuto l’aceto, Gesù disse: «Tutto è compiuto!». E, chinato il capo, spirò.
    e noi sappiamo quanto ha sofferto GESU’ (1Corinzi 7,23) affinchè nessuno di noi si perda affinchè chiunque crederà in Lui non perisca ma riceva la vita eterna ecco che Colui che E’ CHIAMATO IL SERVO DEI SERVI ,IL RE DEI RE E IL SIGNORE DEI SIGNORI ha compiuto la sua FEDE

    Quindi un cristiano proclama che la salvezza la si ottiene non per le “opere della legge” ma per la FEDE in CRISTO GESU’che è resa viva dalle opere che da ESSA PRENDONO VITA

    Giacinto se sono in errore ti prego di correggermi

    PACE

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace, dopo che uno ha creduto nel Vangelo – e quindi dopo essere stato salvato per grazia mediante la fede – deve essere zelante nelle opere buone, che sono state innanzi preparate affinchè noi le pratichiamo (cfr. Efesini 2:10).

      • fabio scrive:

        Amen,
        Grazie Giacinto, l’onore e la gloria sia al nostro Dio il Padre del nostro Signore Gesù Cristo per mezzo dello Spirito Santo per l’eternità, Amen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.