Ai Cattolici Romani sulla remissione dei peccati

La remissione dei peccati si ottiene mediante la fede Gesù. Lo disse Gesù stesso quando apparve a Saulo da Tarso sulla via di Damasco: “Ma lèvati, e sta’ in piè; perché per questo ti sono apparito: per stabilirti ministro e testimone delle cose che tu hai vedute, e di quelle per le quali ti apparirò ancora, liberandoti da questo popolo e dai Gentili, ai quali io ti mando per aprir loro gli occhi, onde si convertano dalle tenebre alla luce e dalla potestà di Satana a Dio, e RICEVANO, PER LA FEDE IN ME, LA REMISSIONE DEI PECCATI e la loro parte d’eredità fra i santificati” (Atti 26:16-18).
Sappiate quindi, Cattolici Romani, che andandovi a confessare al prete non otterrete la remissione dei vostri peccati. Andate a Gesù, credete che Lui è il Cristo e mediante la fede nel suo nome otterrete la purificazione della vostra coscienza dalle opere morte, otterrete la cancellazione dei vostri peccati. Soltanto in questa maniera la potete ottenere.
L’apostolo Pietro lo attestò chiaramente a casa di Cornelio dicendo: “Di lui attestano tutti i profeti che CHIUNQUE CREDE IN LUI RICEVE LA REMISSION DE’ PECCATI MEDIANTE IL SUO NOME” (Atti 10:43).

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana, Confutazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.