Alcune parole per Roberto Gentilini, pastore della Chiesa ADI di Fonte Nuova (Roma)

Non sono io che avveleno i credenti presenti nelle ADI, ma voi pastori fatti dagli uomini con le vostre tante false dottrine.
Se voi pastori ADI non siete più creduti da tantissimi membri delle ADI è perché quest’ultimi hanno potuto verificare che gli avete nascosto la verità e avete adulterato la Parola di Dio, cose che io invece non faccio perché dico la verità ai santi e non adultero la Parola.
Non sono io che scandalizzo i credenti, ma voi pastori ADI con le vostre tante false dottrine e la vostra condotta ribelle: ci sono infatti quelli che chiedono allo Stato contributi finanziari e i beni confiscati alla mafia; poi quelli che hanno di concerto operato le manipolazioni sui libri di Charles Spurgeon; quelli che sono amici ed estimatori di massoni e simpatizzano per la Massoneria; quelli che dietro il pulpito fanno i buffoni tanto da parere dei clown da circo. Ma la lista potrei allungarla di molto, ricordando per esempio la condotta empia di quel vostro «caro fratello» pastore di una Chiesa in Sicilia che era un ladro e fece soffrire tanti semplici fratelli ed aveva una condotta così empia che la gente del mondo nel paese si domandava come potesse essere pastore di una Chiesa un tale soggetto, ma faceva comodo all’allora vostro presidente e quindi rimase al suo posto a fare del male ai santi di quella Chiesa che non pasturava affatto. Ma ora quel malvagio è nelle fiamme dell’Ades, e non può più fare del male ai santi. Mi fermo, ma se Dio vorrà ci tornerò sulla condotta empia di vostri «cari fratelli» pastori che sono morti nei loro peccati ed ora sono nelle fiamme dell’inferno … sì in quelle fiamme nella cui letterarietà voi non credete, ma che ora questi vostri colleghi vedono e ne sperimentano il tormento.
I vostri inviti a non leggere le cose che scrivo su Internet sono degli inviti che i figliuoli di Dio non raccoglieranno mai, perché essi sanno che dico loro la verità anche quando vi confuto. Essi infatti, essendo delle pecore del Signore, conoscono la voce del Sommo Pastore e quindi prestano attenzione a quello che dico loro da parte di Dio e conseguentemente escono dalle ADI, e tanti che ancora non sono usciti dalle ADI li avete seduti nei vostri locali di culto la domenica pronti ad ammonirvi quando insegnate menzogne e vi comportate male! Sì tanti fratelli che vi guardano e ascoltano di persona la domenica – a pochi metri dalla vostra faccia – sono contro di voi, perché hanno capito che non siete dei pastori costituiti da Dio. Hanno verificato tutte le cose che ho detto loro, hanno fatto delle diligenti investigazioni, ed hanno appurato che le cose stanno come dico io. Quindi i figliuoli di Dio si guardano da ciò che predicate e insegnate voi, perché la vostra dottrina è lievito malvagio che fa lievitare tutta la pasta e le conseguenze nefaste di questa malvagia dottrina si vedono nella tua stessa comunità a Fonte Nuova. Siete dunque voi che scandalizzate le anime insegnando cose contrarie alla Parola di Dio, e accusando ingiustamente quelli che temono Dio e vogliono piacergli in ogni cosa e provocando così divisioni anche nelle famiglie di credenti.
Quindi, ti avverto a non indurire il tuo cuore, perché Dio è stanco anche delle tue ciance e ti sta ancora dando tempo per ravvederti, dopodiché ti giudicherà come meriti. Non illuderti, quindi, te lo ripeto, non illuderti. Dio sta castigando tanti pastori delle ADI per la loro ribellione, e arriverà anche il tuo turno se non ti ravvedi e converti. Ravvediti e convertiti, rigettando tutte le false dottrine che il vostro Francesco Toppi vi ha insegnato e fa opere degne del ravvedimento.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.