Il massone Gangale era amico di Francesco Rauti, pastore ADI

Giuseppe Gangale (Cirò Marina, 7 marzo 1898 – Muralto, 13 maggio 1978), è stato un glottologo, religioso, filosofo e scrittore italiano, tra gli studiosi della cultura arberesca. Era un massone, “nell’Archivio del Grande Oriente 69379 viene dato come iniziato e maestro della Loggia “Tommaso Campanella” di Catanzaro il 3 gennaio 1923 (cfr. Davide Dalmas e Anna Strumia, Una resistenza spirituale ‘Conscientia’ 1922-1927, pag. 31). Ed era amico di Francesco Rauti, pastore della Chiesa ADI di Crotone. «Verso la fine del 1977 a Gangale muore la moglie Maddalena De Capua. Lui si risposa, con Margherita Uffer, una sua collaboratrice, nel marzo del 1978 a Locarno (Svizzera). La cerimonia è celebrata da un gesuita che si prende cura dei cattolici della zona. Da Locarno vanno a Crotone, dove ‘li viene a trovare il pastore Rauti, rammaricato di non essere stato lui a celebrare le nozze; non gli rimane che benedire la casa dove abita la coppia’ (Giovanni Giudice, Poesie di Giuseppe Gangale, pag. 40). I due quindi si conoscevano e frequentavano, e questo perchè Gangale ‘quando è in Calabria frequenta regolarmente la chiesa pentecostale (ADI) di Crotone’ (Dora Bognandi & Mario Cignoni, Scelte di fede e di libertà: profili di evangelici nell’Italia unita, pag. 167). Visto dunque chi era Gangale, si rimane a dir poco turbati nel leggere queste cose» (Giacinto Butindaro, La Massoneria Smascherata, Roma 2012, pag. 801)
Esorto i fratelli in Calabria a fare delle investigazioni su questa loro amicizia.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.