Noi e gli Ebrei

Che tutti sappiano le seguenti cose.
Noi discepoli di Gesù Cristo non siamo chiamati a collaborare con il governo israeliano «alla venuta del Messia». Il Messia è già venuto ed è Gesù di Nazareth, che i Giudei uccisero ma Dio risuscitò dai morti. Egli dopo essere risuscitato apparve ai suoi discepoli per molti giorni, e poi fu assunto in cielo alla destra di Dio, e a suo tempo ritornerà come ha promesso e noi aspettiamo con pazienza il suo ritorno per la redenzione del nostro corpo. Come dice infatti la Parola: “Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a quelli che l’aspettano per la loro salvezza” (Ebrei 9:28).
Non siamo chiamati a chiedere perdono agli Ebrei per la distruzione del tempio a Gerusalemme operata dalle legioni romane nel 70 dopo Cristo e neppure per lo sterminio di Ebrei che si verificò in quella circostanza per mano dei Romani, e neppure per il male che è stato compiuto contro di loro dal governo italiano ai giorni di Benito Mussolini, e neppure per le persecuzioni che gli Ebrei hanno ricevuto dalla Chiesa Cattolica Romana nel corso dei secoli.
Non siamo chiamati a farci circoncidere, né a festeggiare le feste ebraiche, e neppure i precetti sui cibi impuri (per fare solo alcuni esempi di precetti della legge); in altre parole non siamo chiamati ad osservare la legge di Mosè per essere salvati, perché noi siamo stati salvati per grazia soltanto mediante la fede in Gesù Cristo senza le opere della legge.
Nei confronti degli Ebrei noi siamo chiamati ad annunciargli il ravvedimento e la Buona Novella che Gesù è il Cristo (o Messia), e quindi ad esortarli a ravvedersi e a credere in Gesù (cioè che Gesù è morto per i nostri peccati e risuscitato dai morti il terzo giorno, secondo le Scritture) affinché ottengano la remissione dei peccati e la vita eterna; a confutarli dimostrando per le Scritture che Gesù è il Cristo; e a resistere in faccia a chiunque voglia costringere noi Gentili di nascita a giudaizzare (cioè a farci circoncidere nella carne e ad osservare la legge di Mosè). Nessuna alleanza dunque ci è permessa di fare con loro, in quanto sono degli increduli, nemici della Chiesa di Dio. Naturalmente non ci è permesso neppure di oltraggiare gli Ebrei e di fargli alcun male. Ricordiamoci infatti che non dobbiamo insuperbirci contro i rami naturali che sono stati troncati dall’ulivo domestico a motivo della loro incredulità (cfr. Romani 11:20-21).
Noi Gentili in Cristo Gesù siamo chiamati ad aiutare i poveri fra i santi che sono Ebrei di nascita che ci sono in Israele (“… è anche un debito ch’esse hanno verso di loro; perché se i Gentili sono stati fatti partecipi dei loro beni spirituali, sono anche in obbligo di sovvenir loro con i beni materiali” [Romani 15:27], disse Paolo in merito alle Chiese della Macedonia e dell’Acaia che si erano compiaciute di raccogliere una contribuzione a pro dei poveri fra i santi che erano in Gerusalemme), e a pregare per loro in quanto sono perseguitati e discriminati a cagione di Cristo dai loro connazionali Ebrei che non credono in Gesù. Noi infatti ci sentiamo uniti a tutti quegli Ebrei che si sono ravveduti ed hanno creduto nella Buona Novella che Gesù è il Messia, perché assieme formiamo il corpo di Cristo, ossia l’Israele di Dio. Ma quanto agli Ebrei che negano che Gesù è il Cristo, essi vanno annoverati tra quelli di fuori.
Che tutti sappiano che chi si allea con gli Ebrei che negano che Gesù è il Cristo si allea con degli anticristi che odiano sia il nome di Gesù che quegli Ebrei di nascita che sono discepoli di Gesù il Nazareno. Per cui questa alleanza è maledetta da Dio, chi la contrae si attira su di sé la maledizione di Dio. E noi quindi condanniamo questa alleanza ed esortiamo i santi a guardarsi e ritirarsi da quelle Chiese che la contraggono.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Ebrei, Ebrei Messianici e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.