Né fratelli e neppure amici

Gli Ebrei che negano che Gesù è il Messia (o Cristo) non sono né nostri fratelli e neppure nostri amici, e questo perché non sono né fratelli e neppure amici di Gesù di Nazareth. La Scrittura infatti li definisce anticristi, in quanto l’apostolo Giovanni ha scritto: “Chi è il mendace se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Esso è l’anticristo, che nega il Padre e il Figliuolo” (1 Giovanni 2:22). Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti. Tra noi discepoli di Gesù Cristo e loro c’è la stessa differenza che passa tra la luce e le tenebre, tra il giorno e la notte. Ecco perché noi non abbiamo alcuna comunione con essi, ma proprio nessuna. Sono dei rami naturali troncati dall’ulivo domestico a motivo della loro incredulità. Noi abbiamo comunione soltanto con quegli Ebrei che credono che Gesù di Nazareth è il Messia, i quali fanno parte del Corpo di Cristo, la Chiesa di Dio. Annunciamo dunque agli Ebrei la Buona Novella che Gesù è il Messia, esortandoli a ravvedersi e a credere in essa per essere salvati dai loro peccati ed ottenere la vita eterna. Solo allora diventeranno nostri fratelli e amici.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Ebrei, Ebrei Messianici e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Né fratelli e neppure amici

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto e buonagiornata,
    Nella Bibbia si legge in Marco 3:31-35 Giunsero sua madre e i suoi fratelli e, stando fuori, lo mandarono a chiamare. Tutto attorno era seduta la folla e gli dissero: «Ecco tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle sono fuori e ti cercano». Ma egli rispose loro: «CHI È MIA MADRE, E CHI SONO I MIEI FRATELLI?». Girando lo sguardo su quelli che gli stavano seduti attorno, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! CHI COMPIE LA VOLONTÀ DI DIO, COSTUI È MIO FRATELLO, SORELLA E MADRE ».

    Ma come si può compiere la Volontà di Dio il Padre del nostro Signore Gesù Cristo se prima non si è conosciuto colui che Dio ha mandato (Giovanni 17:3) e come crederanno coloro che ascoltano se non vi è nessuno che testimoni nel nome di Gesù l’Unto di Dio poiché che cosa si legge sempre in Govanni 6,40
    Questa infatti è la volontà del Padre mio, che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

    Anzi coloro che hanno creduto hanno anche il dovere di adempiere a questa testimonianza altrimenti una colpa sarebbe sopra la testa di coloro che nascondono questa eterna verità come si legge dalle parole dell’apostolo Paolo in Atti 20:20-27
    Sapete come non mi sono mai sottratto a ciò che poteva essere utile, al fine di predicare a voi e di istruirvi in pubblico e nelle vostre case, SCONGIURANDO GIUDEI E GRECI DI CONVERTIRSI A DIO È DI CREDERE NEL SIGNORE NOSTRO GESÙ CRISTO. Ed ecco ora, avvinto dallo Spirito, io vado a Gerusalemme senza sapere ciò che là mi accadrà. So soltanto che lo Spirito Santo in ogni città mi attesta che mi attendono catene e tribolazioni. Non ritengo tuttavia la mia vita meritevole di nulla, purché conduca a termine la mia corsa e il servizio che mi fu affidato dal Signore Gesù, di rendere testimonianza al messaggio della grazia di Dio.
    Ecco, ora so che non vedrete più il mio volto, voi tutti tra i quali sono passato annunziando il regno di Dio. 26 PER QUESTO DICHIARÒ SOLENNEMENTE OGGI DAVANTI A VOI CHE IO SONO SENZA COLPA RIGUARDO A COLORO CHE SI PERDESSERO, PERCHÉ NON MI SONO SOTTRATTO AL COMPITO DI ANNUNZIARVI TUTTA LA VOLONTÀ DI DIO.

    Pace a tutta la vera chiesa di Dio formata da “piccole pietre scartate” affinché come Dio il Padre ci dimostra in te Giacinto, non si stanchi mai di dare testimonianza affinché tutti coloro che ascoltano possano giungere a conoscere Gesù Cristo il Figlio di Dio ed ottenere nel Suo nome la vita eterna.

  2. Daniel scrive:

    Buona sera Giacinto Butindaro ho letto il suo scritto, scritto che esprime se mi permette una certa ignoranza delle scritture e della verità è disposto a un confronto reale ed onesto alla luce della bibbia? E non mi dispiacerebbe se tale incontro fosse di pubblico dominio
    Saluti Daniel

    • giacintobutindaro scrive:

      Salve, parti male, molto male. Se per te il mio scritto esprime una certa ignoranza, vuol dire che tu sei sordo e cieco. Non hai orecchie per udire e neppure occhi per vedere … Basta e avanza già questa mia breve risposta per te.

    • Massimo scrive:

      DANIEL, la tesi che vorresti sostenere pubblicamente credo già di averla intuita, ovvero : “o con Gesù o senza Gesù, Dio nel giorno stabilito salverà tutti gli Ebrei, perchè gli appartengono, come promesso dai profeti nell’Antico Testamento!”…mi sbaglio forse? Abbi pazienza, non è presunzione la mia, bensì lo abbiamo ben compreso nel tempo, soprattutto in questi ultimi tempi!
      Ma sappi che parte del popolo d’Israele di cui molto probabilmente fai parte anche tu, è inciampato sulla “Roccia dei secoli”, quella che molti di essi non hanno voluto riconoscere come Il CRISTO di Dio e sono ancora fermi al vecchio patto, ma sappi che è stato cancellato quel patto ostile. Sì Gesù mediante il suo sacrificio fatto una volta per sempre, mediante il suo sangue versato sulla croce “l’ha tolto di mezzo, inchiodandolo sulla croce; egli ha spogliato i principati e le potenze, ne ha fatto appunto un PUBBLICO SPETTACOLO, trionfando su di loro per mezzo della croce” (Colossesi 2:15-15). Ora tu invece Daniel vorresti pubblicamente rimettere in discussione il piano di Dio ovvero il Nuovo patto, che è migliore del primo e di cui è garante GESU’ CRISTO (Ebrei 7:22). Lo stesso scrittore di questo libro ha esortato proprio gli Ebrei di un tempo e lo fa anche oggi! Sì Daniel, quelli che probabilmente sono anche i tuoi padri hanno rinnegato questo nuovo patto che Dio ha voluto fare con gli uomini. Essi hanno ucciso Gesù, il Cristo di Dio sulla croce, rinnegando così anche Dio, disobbedendo alla sua Volontà! E tu ora vorresti ridiscutere che cosa ed in quali altri termini? Ma al soldo di chi sei? Chi è il tuo Signore? Sei anche tu come tanti che si dichiarano credenti cristiani pentecostali e non hanno esitato a togliere dalla loro chiesa la scritta che li identificava: “Gesù Cristo è il Signore” per accogliere certi omicidi, perchè certamente sarebbero pronti a rifarlo anche oggi se potessero, e firmare pubblicamente un patto abominevole con quella razza di uomini di cui sono diventate vergognosamente compagni di merende e nonostante ciò, si reputano essere “persone oneste e sante”. Razza di vipere invece sono, serpenti velenosi!
      Daniel, sopportami se puoi, ma : CONVERTITI, RAVVEDITI e CREDI NEL SIGNORE GESU’ CRISTO, sottomettiti alla sua Parola, credi nel Verbo incarnato perchè tu non perisca ma abbia vita eterna! Altrimenti la sorte già la conosci quella che è riservata ai ribelli, ai disobbedienti, agli increduli secondo il Vangelo sempre di Gesù Cristo! O forse anche tu sei uno di quelli che da la decima, che è attaccato alla legge mosaica, alle sue prescrizioni, quelle del vecchio patto, si aggirano ancora certi sommi sacerdoti, offrite ancora sacrifici sull’altare nei templi e magari anche negli alti luoghi? Se è così…allora fatti anche circoncidere forza… magari avrai già fatto anche questo! Che grande amarezza!

    • fabio scrive:

      Pace Daniela,
      Sai cosa mi è successo Daniel parlando con una persona che frequenta una comunità di protestanti, alla quale per Grazia di Dio ho potuto testimoniare questa Verità ovvero che si diviene figli di Dio per adozione come si legge in Galati 4:4-7 ma quando giunse la pienezza del tempo, Dio mandò suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge, PER RISCATTARE QUELLI CHE ERANO SOTTO LA LEGGE, AFFINCHÉ NOI RICEVESSIMO L’ADOZIONE. E, perché siete figli, Dio ha mandato lo Spirito del Figlio suo nei nostri cuori, che grida: «Abbà, Padre». Così tu non sei più servo, ma figlio; e se sei figlio, sei anche erede per grazia di Dio.

      Si Daniel l’apostolo Paolo dice “Così tu non sei più servo, ma figlio” e figlio lo si diventa solamente nel momento in cui tu credi che GESÙ CRISTO È IL FIGLIO DI DIO altrimenti come si legge in Giovanni 10:1: «In verità, in verità vi dico che chi non entra per la porta nell’ovile delle pecore, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante.

      E noi sappiamo che GESÙ È LA PORTA.

      Comunque fai attenzione perché oggi si vuole incutere un falso timore di Dio e questa persona alla quale portai testimonianza mi disse di stare attento perché Dio disse ad Abramo in Genesi 12:3 E benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà; e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra» ,mi disse queste parole perché vi è la convinzione che affermare che un ebreo incredulo (che non riconosce Gesù Cristo ) equivalga a parlare male degli ebrei ma non è cosi perché Gesù Cristo lo disse in Giovanni 8:39-42 Gli risposero: «Il padre nostro è Abramo». Disse loro Gesù: «SE FOSTE FIGLI DI ABRAMO, FARESTE LE OPERE DI ABRAMO. Ora invece voi cercate di uccidere me, un uomo che vi ha detto la verità udita da Dio. Questo, Abramo non l’ha fatto. Voi fate le opere del padre vostro». Gli risposero allora: «Noi non siamo nati da prostituzione; abbiamo un solo padre: Dio!». Disse loro Gesù: «SE DIO FOSSE VOSTRO PADRE, MI AMERESTE, PERCHÉ DA DIO SONO USCITO E VENGO; NON SONO VENUTO DA ME STESSO, MA LUI MI HA MANDATO.

      Pace Daniel e che Dio nel Nome di Gesù ti mostri L’UNICA VERITA

    • Gaetano scrive:

      Per gli ebrei tradizionalisti,c’è ancora la benda,che c’era 2000 anni fa.Anzi perseguitano i loro fratelli che accettano Cristo come Signore e Salvatore.Non solo oltre l’antico testamento,hanno il talmud babilonese e palestinese,che prima si tramandava oralmente,mentre oggi ci sono diversi volumi scritti.Eppure Dio aveva vietato di aggiungere o togliere qualsiasi cosa alla sua parola.Nel caso di dispute il talmud viene preso in considerazione più della torah e i profeti,e questo è grave.Nel talmud(palestinese) ci sono scritte cose molto brutte riferite a Gesù, e Paolo,che preferisco non palesare.Gesù li rimproverava,perchè con la loro tradizione(talmud babilonese) annullavano la parola di Dio.Solo i caraiti ebrei accettano solo l’antico testamento,e rifiutano il talmud.Daniel.. se non accettano Cristo non c’è niente da fare.Alla fine dice la scrittura che si renderanno conto,che i loro padri hanno crocifissso il figlio di Dio,e si batteranno il petto e ne faranno cordoglio,convertendosi.Nel durante se rifiutano il Cristo saranno perduti come gli altri uomini.

      • Massimo scrive:

        GAETANO, vedo che sei più addentrato in certe conoscenze storico/religiose e hai detto bene di certuni :”Ebrei tradizionalisti”perchè legati indissolubilmente alle antiche tradizioni. Aggiungerei anche il termine di “determinati conservatori” perchè vogliono difendere le loro vecchie tradizioni a spada tratta, rifiutando il Vangelo della Grazia in Cristo Gesù! A questi poi si sono aggiunti anche tanti falsi fratelli nostalgici dell’A.T. e tanto bisognosi di compagnia! Pace.

        • Gaetano scrive:

          Pace,Massimo.negli ultimi tempi stiamo assistendo purtroppo (da parti di alcuni evangelici)all’esaltazione di un popolo:il popolo di Israele;rasentando l’idolatria.Non so come si è arrivati a tanto.Evidentemente hanno chiuso le orecchie spirituali per non ascoltare quello che lo Spirito Santo dice alle chiese.C’è una specie di euforia collettiva assurda.Eppure la parola di Dio è a portata di tutti per verificare i fatti.Israele è stato minacciato da Dio decine di volte che l’avrebbe disperso per tutte le nazioni e punito.Un popolo di collo duro, anche di fronte ai miracoli al tempo di Mosè ”l’indomani” dimenticava tutto.Ora sono rientrati nella loro terra,e pian piano si completerà il loro percorso.Per Dio non c’è più un popolo particolare in quanto dei due ne ha fatti uno.Ora rimango incredulo e sgomento,come certi evangelici si spingono cosi’ tanto,arrivando all’eresia.Che l’Altissimo ci dia sempre saggezza e discernimento

          • Massimo scrive:

            Gaetano, è in atto una potenza di errore che Dio manda loro perchè credano alla menzogna! Sono tutti festanti perchè stanno spianando la strada all’Anticristo che deve venire (2° Tessalonicesi 2:3-12). Com’è scritto e come ha ben riportato Giacinto nel post in argomento, gli Ebrei che negano il Figlio di Dio negano che Gesù è il Cristo, il Messia e sono chiaramente degli anticristi, quindi nè fratelli nostri e tanto meno amici! Quello che appunto fa rabbrividire è che certi evangelici pentecostali siglando la loro amicizia e fratellanza con questi Ebrei, hanno firmato la loro condanna! Sono nelle tenebre più fitte…inebriati da un’altro spirito…sì quello alcolico, e cantano e si rallegrano! Guai a loro per una così grande disobbedienza! Pace.

  3. Massimo scrive:

    E se mi permetti Giacinto, vorrei spendere ancora una e anche due parole al riguardo, pensando e ripensando a quel “Patto Vergognoso ” (vedasi il tuo post : Un patto maledetto da Dio del 18 febbraio 2018) affinchè i molti sappiano chi sono quelli ONESTI che vanno in giro sì, ma con la MASCHERA in faccia). Un PATTO VERGOGNOSO, che non ha precedenti nella storia dell’Evangelismo Pentecostale fatto da alcuni alti rappresentanti di denominazioni sedicenti cristiane, perchè si presentano come Cristiani Evangelici Pentecostali, tra cui le ADI ove il suo massimo rappresentante è il pastore di Catania, Paolo Lombardo. Quest’ultimo lo ebbe a firmare questo “documento ostile” con quella razza di Ebrei e così pure la Chiesa “Parola della Grazia” il cui massimo rappresentante è il pastore Lirio Porrello.
    Che grande ONESTA’ è davvero la loro! Che FEDELTA’ hanno dimostrato pubblicamente i due “amici” verso il nostro Signore Gesù Cristo! L’hanno baciato per poi tradirlo! Ipocriti!
    E anche oggi, saliranno sopra i loro trespoli (pulpiti) a cantare le lodi al loro dio, che non è il nostro Dio, nascondendo dietro le spalle, per non farlo vedere alle semplicione delle loro pecore, quel documento vergognoso che attesta il loro PUBBLICO TRADIMENTO! Che scandalo! Ma loro non sanno che cosa vuol dir arrossire!
    Vergogna, vergogna e Vergogna.
    Ed il guaio è che c’è gente che li sta ancora a sentire! Certamente è la stessa “accozzaglia di gente raccogliticcia” che se ne uscì dall’Egitto assieme al popolo d’Israele, portandosi però nel cuore ogni risentimento verso Dio e i suoi figli, col tradimento nel cuore appunto che presto misero in atto ribellandosi a Mosè! Chi segue Lombardo e Porrello non è altro che gente della stessa loro pasta sostanza!
    Uscite da quelle chiese!…. gli si viene loro gridato del continuo…USCITE POPOLO MIO, ma loro non hanno più occhi per vedere ne orecchi per udire!
    Che immensa amarezza Giacinto per tutto questo falso agire e cantano, cantano il loro di inno : “Basta che c’è sto’ sole e basta che c’è sto’ mare!” Altro chè!
    ETERNA VERGOGNA!!!! RAVVEDETEVI invece dalla vostra ribellione a Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo e nostro ma non il loro e CONVERTITEVI dalle vostre vie malvagie!! “Uscite da essa, o popolo mio, affinchè non siate complici dei suoi peccati e non siate coinvolti nei suoi castighi..” (Apocalisse 18:4).

    • giacintobutindaro scrive:

      Massimo, intanto l’espressione ‘quella razza di Ebrei’ non ritengo sia opportuna. Mi pare un’espressione dispregiativa, e ci dobbiamo astenere da queste espressioni che possono indurre a pensare che uno sia razzista. Paolo si definì :io, circonciso l’ottavo giorno, della razza d’Israele” (Filippesi 3:5), ma non in senso dispreggiativo. E poi Paolo LOmbardo non è il massimo rappresentante delle ADI, in quanto è soltanto membro del consiglio generale delle chiese adi. Il massimo rappresentante è felice antonio loria.

      • Massimo scrive:

        Giacinto, giusta puntualizzazione la tua!… onde evitare un qui pro quo, ma credo fosse già chiaro che :
        1) Per “razza” sottintendevo nel contesto la stessa espressione usata da Gesù verso certuni di loro: “RAZZA DI VIPERE” (Matteo 12:34). Del resto come potrei mai disprezzare uomini di Dio e fratelli in Cristo di origine ebraica, altrimenti dovrei questionare sui nostri patriarchi come MOSE’, ABRAMO, ISACCO, GIACOBBE, e magari sullo stesso GESU’, o mi sbaglio? Spero che certuni esercitino anche una certa intelligenza!
        2) So bene altresì che Felice Antonio LORIA, è probabilmente ancora l’attuale Presidente delle ADI, ma come mai allora quel “patto maledetto da Dio” l’ha siglato Paolo Lombardo e non invece lo stesso Loria, dal momento che Lombardo è soltanto uno dei membri del Consiglio Generale delle ADI? Forse è la sola Chiesa ADI di Catania che si deve ritenere responsabile di quello che ha fatto, mentre le restanti chiese della medesima Organizzazione ADI, quelle di Roma compresa, hanno forse preso le distanze da quel patto maledetto firmato da un membro del Consiglio Generale? Riguarda tutto ciò la sola Sicilia? No!
        Tanto per dire Giacinto e qui mi fermo… sopportami, non è stato forse Bettino Craxi in qualità di Presidente del Consiglio, quindi massimo rappresentante del Governo Italiano a firmare il 29 dicembre 1986 a firmare alla presenza di Francesco Toppi, il documento che raccoglie le “Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e le Assemblee di Dio in Italia, fatta Legge del 22 novembre 1988, n. 517 sulla Gazzetta Ufficiale n. 107 di Venerdì 2 dicembre 1998 ?? Certo che sì! Pace.

        • giacintobutindaro scrive:

          A Catania Loria delegò Lombardo, diciamo così, mandò davanti Lombardo. Lombardo dunque firmò a nome delle ADI su delega di Felice Loria. Lombardo in quella occasione non firmò a nome della chiesa adi di catania, ma dell’organizzazione ADI a livello nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.