Cosa significa evangelizzare – Predicazione del 26 Marzo 2018


[audio:http://www.diretta.lanuovavia.org/i-344-evangelizzare.mp3]

Per scaricarla fai clic qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Cosa significa evangelizzare – Predicazione del 26 Marzo 2018

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Come hai detto in questa predicazione e come insegnavano gli apostoli non vi sono altri evangeli ma vi è un solo evangelo e questo mi fa venire in mente ciò che Gesù il Signore disse in Giovanni 10,14
    Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me,
    Ed anche in Giovanni 10,27 LE MIE PECORE ASCOLTANO LA MIA VOCE e io le conosco ed esse mi seguono.

    Si perché un altro non lo seguiranno (Giovanni 10:5), ma oggi il sibilo del serpente antico, del seduttore si è fatto talmente forte che la sana dottrina non è più sopportato e questo mi fa venire in mente Giacinto quello di cui già ti scrissi di quell’incontro nelle case in cui una donna al mio attestare che il messaggio della buona notizia È UNO quello che si legge in 1Corinzi 15:1-11 ed in 1 Corinzi 2:2 ed in Atti 2:22-36, disse scuotendo la testa che ognuno leggendo un brano si trova la sua propria bella e buona notizia…che gran stoltezza scusami la parola ma sono rattristato nel ripensare allo scambio ultimo di messaggi che proprio in questa settimana ci siamo scambiati con un altro uomo che era lì presente il quale mi ha scritto che secondo lui se non fossi stato così superbo nel dire che quello citato dall’apostolo Paolo è l’unico messaggio lui avrebbe portato in questo gruppo di lettura della Bibbia tante altre persone…
    Si Giacinto oggi per riempire le chiese, i luoghi di culto, le case, sono in tanti a vendere per un piatto di lenticchie l’unica VERITÀ CHE IN CRISTO GESÙ e in nessun altro.

    Sia ringraziato Dio che per mezzo di Gesù Cristo il Figlio Suo ci ha riscattato a caro prezzo e noi secondo il messaggio che abbiamo ricevuto sappiamo quanto sono vere le parole che usa l’apostolo “a caro prezzo” secondo che si legge in Apocalisse 5,9
    Cantavano un canto nuovo:
    «Tu sei degno di prendere il libro
    e di aprirne i sigilli,
    perché sei stato immolato
    e hai riscattato per Dio con il tuo sangue
    uomini di ogni tribù, lingua, popolo e nazione

    Pace Giacinto

  2. Massimo scrive:

    Fabio, ben hai scritto :” in cui una DONNA ….. disse scuotendo la testa che ognuno leggendo un brano si trova la sua propria bella e buona notizia…” e altresì : “…con un altro UOMO che era lì presente il quale mi ha scritto che ….lui avrebbe portato in questo gruppo di lettura della Bibbia tante altre persone…”

    E’ scritto infatti :”Ecco, vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come colombe. GUARDATEVI DAGLI UOMINI; perchè vi metteranno in mano ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe……..Sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato” (Matteo 10: 16-22). Quella donna certamente avrebbe adulterato l’acqua fresca e limpida che sgorga dalla ROCCIA DEI SECOLI e quell’uomo ti avrebbe portato in casa altri disobbedienti alla PAROLA DI DIO, per la rovina di tutti!
    “Ora, il Signore è lo Spirito; e dove c’è lo Spirito del Signore, lì c’è libertà!” (2° Corinzi 3:17). C’è tanta gente che magari è sempre pronta ad occupare i primi banchi della chiesa, ma come ha detto Giacinto, non si è mai ravveduta quindi non è convertita!
    Fa parte pertanto di quella “accozzaglia di gente raccogliticcia” descritta in Numeri 11:4 che mira a confondersi tra il popolo di Dio, ma in cuore ha altri interessi, altre brame! Pace.

    • fabio scrive:

      Pace Massimo,
      Nella giornata in cui ci siamo trovati quest’uomo mi mandava dei messaggi subliminari perché secondo lui avrei dovuto tacere la Verità a questa donna, secondo lui non avrei dovuto dire che Dio È Amore ma anche che Dio È giusto e che usa anche le calamità naturali oggi come ieri “ai tempi di Noè ” e quando i suoi messaggi subliminari erano senza effetto allora è arrivato al punto nel “loro rispetto” ad allontanarmi la Bibbia, la Parola di Dio da davanti alla mia postazione. A quel punto Massimo, dopo che mi sono ripreso la Bibbia ho attestato loro ancor più forte che Gesù Cristo è il Signore il Figlio di Dio e che loro parlavano di un altro Gesù, allora sempre nel loro rispetto iniziano accuse e minacce perché accuse nel senso di essere un fondamentalista, di prendere troppo alla lettera la Parola di Dio è si…Perché loro credono che ci sia un Dio dell’antico Testamento e un Dio del nuovo Testamento che perdona tutti e che ha fatto sparire “l’ades” e poi le minacce nel senso che “ma se fai così rimarrai solo”…dice un detto “meglio soli che male accompagnati”

      Massimo ringrazio Dio per aver portato alla luce tutto questo perché si possa dare testimonianza, perché si fortifichi lo Spirito e secondo quello che ci ha insegnato Prego Dio il Padre nel nome di Gesù Cristo anche per quest’uomo e per questa donna affinché da questa divisione possano arrivare a dare Gloria a Dio se questa è la Sua Volontà

      • Massimo scrive:

        Fabio, in certi momenti, in certe prove della vita umanamente anch’io (come certamente anche Giacinto e tantissimi altri) tendo a provare gli stessi tuoi sentimenti, come quelli della “solitudine”, di cui hai parlato anche tu, ma poi penso a Lot il quale era rattristato dalla condotta dissoluta di uomini scellerati, e quando abitava tra di loro si tormentava ogni giorno nella sua anima (2° Pietro 2:7-8) e quale chiesa frequentava? Oppure penso a Elia ricordi in 1° Re 19:1-18.
        Ancor meglio penso a Gesù stesso (Isaia 53:3) al quale successe di molto peggio (Matteo 26:56).
        Ma noi non siamo MAI SOLI, nè tanto meno orfani! Abbiamo il Padre, il Figlio suo Gesù Cristo e lo Spirito Santo! Tu con tua moglie e figli siete già una chiesa! Che il Signore continui a raccogliere ancora tante pietre sì da formare un’unica sua grande Chiesa. “Così anche al presente c’è un RESIDUO eletto per grazia” (Romani 11:1-5). Giacinto con questo suo blog coopera certamente a questo bene! Pace.

        • fabio scrive:

          Pace Massimo,
          Certo questo si legge in Gioanni 14,18
          Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi.

          Grazie Massimo per aver riportato alla mia mente ciò che si legge di Lot e come hai detto ancora meglio a Gesù che disse agli apostoli in Matteo 26:40 poi tornò dai discepoli e li trovò che dormivano. E disse a Pietro: «Così non siete stati capaci di vegliare un’ora sola con me?

          In quel momento di angoscia in cui Gesù arrivò a sudare sangue (Luca 22:44), mi fa pensare a quando stiamo male, alle persone che ci sono attorno e ci consolato ma persino in quel momento di dolore Gesù essendo rimasto solo dice l’apostolo pregava ancor più intensamente, la preghiera Massimo non quelle parole ripetute in successione come una cantilena, ma aprire il cuore a Dio il Padre si per mezzo di Gesù il Figlio Suo accostandosi a Colui che conosce ogni cosa di noi fino a saper già prima ciò che gli domanderemo.
          Che sollievo sapere che dovunque andremo non siamo soli.

          Pace Massimo

        • fabio scrive:

          Pace Massimo,
          Stamani prima di andare a lavoro mi sono ritornate alla mente delle parole che disse una mamma il cui figlio era stato male e in quel momento di dolore si avvicinò a Gesù incontrandolo nella lettura della Bibbia, ascoltando ed accettandò la Sua Parola e invitò chi l’ascoltava a leggere la Parola di Dio, a pastare così del tempo con Gesù, ma la cosa che più mi colpii furono queste parole e spero che possano servire di riflessione per qualcuno :”non aspettate di star male o di essere in un momento di dolore per ricercare il Cristo di Dio ma vogliate cercarlo, ascoltarlo nella lettura della PAROLA DI DIO anche quando state bene che siete in un momento di gioa”

          Pace Giacinto,Massimo e a tutti quelli che cercano Gesù in ogni istante della propria vita avendo in cuore sentimenti di sincerità

  3. Luca Guidetti scrive:

    Pace nel SIGNORE E SALVATORE GESÙ,come scritto in Giovanni 17:13 Ma ora io vengo a te; e dico queste cose nel mondo, affinché abbiano compiuta in se stessi la mia gioia. 14 Io ho dato loro la tua parola; e il mondo li ha odiati, perché non sono del mondo, come io non sono del mondo. 15 Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno. 16 Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. 17 Santificali nella verità: la tua parola è verità. 18 Come tu hai mandato me nel mondo, anch’io ho mandato loro nel mondo. 19 Per loro io santifico me stesso, affinché anch’essi siano santificati nella verità.
    20 Non prego soltanto per questi, ma anche per quelli che credono in me per mezzo della loro parola: 21 che siano tutti uno; e come tu, o Padre, sei in me e io sono in te, anch’essi siano in noi: affinché il mondo creda che tu mi hai mandato. 22 Io ho dato loro la gloria che tu hai data a me, affinché siano uno come noi siamo uno; 23 io in loro e tu in me; affinché siano perfetti nell’unità, e affinché il mondo conosca che tu mi hai mandato, e che li ami come hai amato me. 24 Padre, io voglio che dove sono io, siano con me anche quelli che tu mi hai dati, affinché vedano la mia gloria che tu mi hai data; poiché mi hai amato prima della fondazione del mondo. 25 Padre giusto, il mondo non ti ha conosciuto, ma io ti ho conosciuto; e questi hanno conosciuto che tu mi hai mandato; 26 e io ho fatto loro conoscere il tuo nome, e lo farò conoscere, affinché l’amore del quale tu mi hai amato sia in loro, e io in loro».AMEN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.