Le battute e la banconota del tesoriere delle ADI!

Guardate e ascoltate MOLTO ATTENTAMENTE il tesoriere delle ADI Giuseppe Tilenni, stamattina 13 Maggio durante il culto a Torino, Via Spalato, cosa ha detto e fatto prima del passaggio del cestino delle offerte. Oltre alla battuta sul perché dovevano alzarsi in piedi (ed una battuta sull’offerta dei musicanti), ha tirato fuori una banconota dal portafoglio per la telecamera che ha ripreso molto bene il tutto!

VERAMENTE VOMITEVOLE! Non date neppure un centesimo alle ADI! Questi servono il loro ventre, non il nostro Signore Gesù Cristo.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Le battute e la banconota del tesoriere delle ADI!

  1. Marco scrive:

    Ci sono persone del mondo che queste cose neanche le fanno!
    è scandaloso. Se questo video venisse visto dai non credenti, direbbero “però, questi evangelici! non sono diversi dalla chiesa cattolica, guarda come amano il denaro!”

  2. fabio scrive:

    Pace,
    Santo, vuol dire separato e questi come tantissimi altri che cosa fanno, invece di compiere quella separazione richiesta da Gesù in Luca 16,13 Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire a Dio e a mammona

    Questi che cosa fanno uniscono il Santo Nome di Dio al denaro e senza vergogna maneggiano banconote e spicciolame come fossero in banca.

    Credo che disse bene l’apostolo Pietro poiché costoro credono che dando Soldi acquistino benedizioni…ma quali benedizioni, ma quali doni che oltretutto sono fatti non in segreto ma alla vista di tutti e questo si legge in atti 8,20
    Ma Pietro gli rispose: «Il tuo denaro vada con te in perdizione, perché hai osato pensare di acquistare con denaro il dono di Dio.

    Così sarà del loro denaro.

    Pace

  3. Massimo scrive:

    Nelle ADI l’offerta così come viene raccolta, è “liberamente imposta”. Nessuno deve sottrarsi ad essa, musicanti compresi! “All’impiedi si offre meglio!” ha detto Tilenni. Da esperto tesoriere, lui sa bene che il portafogli, riposto dai più nella tasca posteriore dei pantaloni, si sfila subito se si sta in piedi, anzichè seduti.
    Le ADI, come molte altre chiese del resto, se amassero veramente la Parola di Dio dovrebbero metterla in pratica anche in questo, ma per com’è scritto! Purtroppo dove non c’è lo Spirito di Dio, può succedere di tutto e l’occhio della telecamera giustamente riprende tutto!
    Nella chiesa cattolica poi c’è chi da 50 centesimi o un euro, raramente banconote di vario taglio! Ma nelle ADI non si sente mai il tintinnio di monetine! L’offerta liberamente imposta parte da 5 euro in su! Credo comunque Giacinto che questo succeda anche in moltissime comunità evangeliche di altre denominazioni! E’ un pessimo agire comune!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.