E la pecora perduta si fece trovare dal pastore!

Molti dicono che il pastore trova la pecora perduta perché questa si è fatta o lasciata trovare da lui! Insomma, la pecora perduta ha permesso al pastore di trovarla! E’ così assurdo solo pensare una simile cosa, eppure ci sono coloro che la dicono! Ma se fosse la pecora perduta a lasciarsi trovare dal pastore, dovrebbe essere il pastore a ringraziare la pecora per essersi fatta trovare, e non la pecora a ringraziare il pastore per averla cercata e salvata! Fratelli, non fatevi sedurre da costoro che hanno mutato la verità di Dio in menzogna. Che sentiremo in futuro? Forse anche che la pecora perduta è andata in cerca del pastore e lo ha trovato?

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a E la pecora perduta si fece trovare dal pastore!

  1. Luca scrive:

    Ben detto Giacinto,

    in Luca 15:4 è scritto chiaro chiaro: Chi di voi, avendo cento pecore, se ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e non va dietro a quella perduta finché non la ritrova?

    E’ una descrizione incetrata sul pastore che va dietro la pecora perduta FINCHE’ non la ritrova.

    Poi parla del peccatore che si ravvede e della festa nei cieli. Infatti è la stessa cosa: il peccatore non si ravvede FINCHE’ lo Spirito Santo (che è andato dietro quel peccatore perduto) non lo compunge di peccato.

    Pace a te

  2. Lorenzo scrive:

    “Che sentiremo in futuro? Forse anche che la pecora perduta è andata in cerca del pastore e lo ha trovato?”

    Pace Giacinto, Luca, e tutti i santi.
    In fondo è già così, se ci pensi, presso alcune chiese del seeker-sensitive movement, che sono basate proprio sull’idea che la gente si metta in cerca di Dio.
    Personalmente io ho “cercato Dio” per anni, ma solo quando Dio mi ha aperto gli occhi mi sono ravveduto e ho creduto. Come dice la Scrittura, non c’è neanche uno giusto; nessuno che cerchi Iddio. (Ro 3:11)
    Inoltre, volevo aggiungere che, sebbene questo non sia in linea con l’argomento, vi amo tutti, fratelli, e mi ricordo di tutti voi sempre, nelle mie preghiere.
    Pace nel Signore Gesù Cristo.

  3. Massimo scrive:

    Giacinto, davvero ti meraviglia questo, ovvero come hai scritto ? : “Che sentiremo in futuro? Forse anche che la pecora perduta è andata in cerca del pastore e lo ha trovato?”.
    Beh…secondo le Adi se uno si allontana dalla comunità (gregge)…guai cercarlo, non lo fa il pastore quindi e a maggior ragione neppure alcun’altra pecora del gregge!
    Perchè (secondo il pensiero di questa santa fratellanza) come ha trovato la strada per venire in chiesa per poi allontanarsi così è in grado di ritrovare da solo la strada per far ritorno!
    Se una pecora si allontana , secondo loro è perchè ama il mondo, e una volta lasciata la Comunità, significa che ha lasciato volontariamente non solo il Signore, ma anche il pastore e così il gregge cui faceva parte. S’arrangi pertanto… Sono problemi solo suoi!
    Nelle Adi è così che funziona :”Non è il pastore che va in cerca della pecora, ma deve essere la pecora a cercare il pastore!”. Eh sì…il Vangelo proprio al contrario.
    Passa qualche mese che una pecora non si fa vedere nell’ovile, eppure la si notava spesso nel loro mezzo? Beh… a nessuno interessa proprio nulla, per primo al pastore! Il Vangelo loro lo applicano proprio al contrario! Ma questo succede Giacinto quando come si suol dire “la pancia è piena” e quella pecora era magari anche zoppa, dava sempre problemi soprattutto dottrinali, puntava il dito su certi fratelli, meglio pertanto così, e se si trova in difficoltà?…le sta bene, così impara ad allontanarsi dall’ovile ed a recalcitrare col pastore! Il Vangelo ripeto ancora una volta, applicato al contrario. Ahimè.

  4. fabio scrive:

    Pace a tutti voi,
    Stamani mentre andavo al lavoro mi è rivenuto in mente questo post è quello che si legge in Isaia 65:1-2 MI FECI RICERCARE da chi non mi interrogava, MI FECI TROVARE da chi non mi cercava.
    Dissi: «Eccomi, eccomi» a gente che non invocava il mio nome. Ho teso la mano ogni giorno a un popolo ribelle; essi andavano per una strada non buona,seguendo i loro capricci,

    Sì Giacinto, e a tutti gli altri che hanno scritto, non siamo noi che ricerchiamo o che troviamo ma è IL PASTORE CHE SI FA TROVARE anzi è proprio LUI CHE CI CERCA E CI TROVA, credo che ognuno di noi ne avrebbe di cose da raccontare di come vivevamo la nostra vita fatta di cose del mondo, di cose materiali, di cose finite,di acqua che non disseta e poi un giorno non per nostro merito e neppure per nostra volontà ma è piaciuto a Dio farci grazia, ci è venuto per mezzo del Suo Figlio Gesù Cristo a ricercare i negli angoli più bui della terra, si Lui ha fatto tutto questo, a Lui e solo a Lui al nostro Dio è Padre del nostro Signore Gesù Cristo è piaciuto darci da bere UN’ACQUA VIVA.

    Grazie non trovo altra parola più adatta di questo e la ripeterò GRAZIE nel nome di Gesù

    Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.