John Wesley insegnava la perpetua verginità di Maria!

Quell’«onesto pagano» di John Wesley – come si definì lui stesso – il fondatore del Metodismo, insegnava pure – tra le tante sue menzogne – che Maria, la madre di Gesù, rimase vergine dopo avere partorito Gesù e quindi che non ebbe altri figli! Lo dice nella sua «Lettera ad un Cattolico Romano» del luglio 1749. Parlando di Gesù infatti disse che credeva che fosse nato dalla «benedetta Vergine Maria, la quale, sia dopo che prima che partorisse Gesù, rimase una vergine pura e immacolata» (https://johnwesley.wordpress.com/john-wesleys-letter-to-a-roman-catholic/ «…. and born of the blessed Virgin Mary, who, as well after as before she brought Him forth, continued a pure and unspotted virgin»)!
Che sia una menzogna la perpetua verginità di Maria è evidente alla luce di queste scritture: “E Giuseppe, destatosi dal sonno, fece come l’angelo del Signore gli avea comandato, e prese con sé sua moglie; e non la conobbe finch’ella non ebbe partorito un figlio; e gli pose nome Gesù” (Matteo 1:24-25); “Or quando Gesù ebbe finite queste parabole, partì di là. E recatosi nella sua patria, li ammaestrava nella lor sinagoga, talché stupivano e dicevano: Onde ha costui questa sapienza e queste opere potenti? Non è questi il figliuol del falegname? Sua madre non si chiama ella Maria, e i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? E le sue sorelle non sono tutte fra noi? Donde dunque vengono a lui tutte queste cose? E si scandalizzavano di lui” (Matteo 13:53-57); “Di poi, in capo a tre anni, salii a Gerusalemme per visitar Cefa, e stetti da lui quindici giorni; e non vidi alcun altro degli apostoli; ma solo Giacomo, il fratello del Signore” (Galati 1:18-19).
Non sorprende quindi che la Chiesa Metodista oggi sia in ottimi rapporti con la Chiesa Cattolica Romana, tanto che nel giugno del 2003 il cardinale Walter Kasper, l’allora Presidente del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, tenne una omelia nel locale di culto della Chiesa Metodista di Ponte Sant’Angelo a Roma, in occasione della celebrazione del 300esimo anniversario della nascita di John Wesley (http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/chrstuni/meth-council-docs/rc_pc_chrstuni_doc_20030622_methodist-church_en.html). Ormai la Chiesa Metodista e la Chiesa Cattolica Romana sono nella pratica una cosa sola ….
Non abbiate niente a che fare con la Chiesa Metodista fondata da John Wesley …. porta a Roma, a «San Pietro»! La Chiesa Metodista è piena di massoni, non lo dimenticate mai!

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa Metodista in America, Massoneria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a John Wesley insegnava la perpetua verginità di Maria!

  1. Maria scrive:

    pure amico dei cattolici, oltre che dei pagani!!!

  2. Maria scrive:

    a proposito, mi è venuto in mente che era inevitabile che Wesley credesse alla verginità perpetua di Maria… si spiega facilmente, era pagano, e i pagani credevano alle Dee vergini, tipo Artemide o Diana… c’è molto da riflettere anche su questo.
    un finto cristiano, insomma, da rigettare con le sue false predicazioni

    pace.

  3. Pasquale Ferrini scrive:

    Fratelli in Cristo, pace.
    Fratello Giacinto hai perfettamente ragione: chi non si attiene strettamente alla Sacre Scritture finisce inevitabilmente ai piedi del c.d. “papa” cattolico-romano.
    Pace.

  4. Massimo scrive:

    Maria vergine perpetuamente, pura e immacolata…anche secondo Wesley, quindi!
    Anch’io, purtroppo per anni da cattolico e fermo nell’ignoranza, nella NON conoscenza della Parola di Dio, ho creduto e sostenuto questa tanto decantata perpetua verginità di Maria, pura e senza macchia di peccato! Ricordo un inno in latino che stava tanto a cuore al mio vecchio parroco che così cantava : “Tota pulcra es Maria et macula originalis non est in te…” un cantico che di più falsi non ce n’è, in quanto come ben è scritto in Luca 1:46 , che Maria recatasi in visita presso la casa di Elisabetta espresse queste parole :” L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio esulta IN DIO MIO SALVATORE”. Quindi anche Maria riconosceva sia di trovarsi nello stato di peccatrice che nella necessità di essere redenta, salvata perchè schiava del peccato. Come altresì per quanto riguarda la verginità di Maria, quest’ultima dopo che concepì per opera dello Spirito Santo, il nostro Signore Gesù Cristo, leggiamo quanto hai riportato doverosamente tu Giacinto, e permettimi di aggiungere altresì quanto scrive l’apostolo Paolo :”…ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; tuttavia sarà salvata PARTORENDO FIGLI, se persevererà nella fede e nella santificazione con modestia” (1° Timoteo 2:15). Magari le sorelle in Cristo conoscono questa Parola, ma molte altre non la conoscono affatto o non ne fanno stima alcuna! Ma poi certi stolti perchè non considerano l’uomo Giuseppe, suo marito? E’ forse scritto da qualche parte che il Signore, magari tramite qualche altro angelo, gli ordinò di astenersi, finchè avrebbe vissuto, dall’aver rapporti sessuali con sua moglie, sì sempre Maria?…Lo fece certo con Geremia…! ,,,ricordo lui! Certuni sono veramente di una stoltezza inaudita e… Wesley? Idem.
    Pace.

    • Maria scrive:

      pace Massimo, se Maria potesse parlare, sarebbe la prima a rimproverare i cattolici romani di averla fatta diventare una semi-dea nella loro falsa religione! Lei che si proclamava umile serva del Signore è stata trasformata dalla chiesa cattolica e dal suo popolo di idolatri obbedienti in un idolo su modello di una Artemide o Iside (la prima poi per i pagani era una dea vergine)
      infatti la Maria presentata dai cattolici non ha niente a che vedere con la vera Maria del Vangelo!
      e comunque dici bene, la chiesa cattolica ha diffamato anche Giuseppe. Difatti molti dei loro teologi lo presentavano come “il vergine padre”, pure lui (rappresentato anche con il giglio in mano su moltissimi santini, che per i cattolici è simbolo di verginità)
      quindi la chiesa cattolica ha promulgato menzogne anche su Giuseppe, oltre che su Maria

      ma sappiamo in che luogo vanno dopo la morte gli idolatri.

      • Massimo scrive:

        Maria, i preti cattolici ipocritamente sostengono che Maria è soltanto un mezzo per arrivare a Gesù e quindi a Dio. In sostanza la pregano, la esaltano come la mediatrice dell’unico Mediatore tra dio e gli Uomini, ovvero Gesù! Come sanno ben complicare tremendamente la via della salvezza questi religiosi! Impediscono a molti di intraprenderla perchè loro stessi ne sono già esclusi! E’ chiaramente questa una dottrina diabolica, com’è anche quella di pregare i santi, ovvero uomini/donne morte e fatti/e tali dalla Chiesa Cattolica come intercessori presso Dio! Tutto ciò perchè questi uomini dell’Organizzazione cattolica, non sono uomini di Dio, ma servitori dell’altro signore e NON conoscono la Parola di Dio e/o peggio, pur conoscendola, la disubbidiscono, per amor di ribellione!
        Quella che essi pregano e adorano non è altro che una dea pagana chissà se veramente Iside o chi altra…, facendola passare sotto mentite spoglie come Maria la madre di Gesù, quando invece di questa dea ne parla chiaramente il profeta appellandola : “la Regina del cielo” (Geremia 7:17-19). IDOLATRIA pura! Pace.

  5. Franko scrive:

    Premetto che ne sono metodista e ne tantomeno cattolico. Affronto lo studio in modo semplicemente accademico e voglio scriverlo solo per correttezza di metodo di studio e traduzione. Tralasciando i versi riguardanti i “fratelli di Gesù” che possono rappresentare una semplice polisemia (impossibile distinguere in modo assoluto se si tratta di fratelli di sangue o solo un significato affettivo), vorrei focalizzare l’attenzione sul vero verso cardine della questione verginità o meno di Maria per completezza a livello linguistico e di traduzione che è il citato Matteo 1:25. Il ragionamento è semplice. In Marco 12:36 c’è un esempio di uso simile della congiunzione “finché” come in Matteo 1:25 “e non la conobbe finch’ella non ebbe partorito un figlio; e gli pose nome Gesù”. Stando al ragionamento dell’articolo il “finché” starebbe a significare che superato il momento cronologico indicato dal finché l’evento si sarebbe verificato. Quindi Giuseppe non avrebbe conosciuto Maria “finché” non ebbe partorito, ma successivamente in teoria l’avrebbe fatto. Lo stesso ragionamento, applicandolo a Marco 12:36 da un risultato curioso. Cito il verso dalla stessa traduzione utilizzata, cioè la Luzzi. Marco 12:36 dice “Davide stesso ha detto, per lo Spirito Santo: Il Signore ha detto al mio Signore: Siedi alla mia destra, finché io abbia posto i tuoi nemici per sgabello dei tuoi piedi.”. Sostanzialmente Gesù sarebbe stato messo a sedere alla destra “finché” il Signore non avrà abbassato tutti i nemici…ma successivamente (al finché) non l’avrebbe più fatto sedere alla destra. Il “finché” evidentemente sta a rappresentare una congiunzione che ci indica che l’azione avverrà (o non avverrà) durante il tempo in questione, ma successivamente non ci viene data nessuna notizia riguardo il verificarsi o meno dell’azione. La verginità o meno di Maria non ha alcun peso dottrinale perché non cambia molto per la nostra salvezza se Maria si sia conservata o meno vergine o se Gesù avesse avuto o meno altri fratelli carnali. In ogni caso comunque le polisemie della parola fratelli non sono risolvibili quasi mai in modo assoluto e il verso di Matteo 1:25 va confrontato con Marco 12:36 per comprendere il significato della sua congiunzione. Il quadro totale a fronte di queste osservazioni è neutro…non ci si può esprimere in modo definitivo sulla verginità di Maria o meno o sul fatto se Gesù avesse fratelli carnali o meno…sono comunque tutti elementi non molto rilevanti e che non intaccano nulla, sia in un caso e sia nell’altro caso.

    • giacintobutindaro scrive:

      Noi invece ci esprimiamo in modo definitivo …. Gesù aveva dei fratelli e delle sorelle, e uno di questi suoi fratelli era GIACOMO, IL FRATELLO DEL SIGNORE! Così lo chiama l’apostolo Paolo. E io credo all’apostolo Paolo.

    • Massimo scrive:

      FRANKO, abbi pazienza e vorrei capire anch’io che cosa intendi dire! Il problema quale sarebbe?… che Gesù adesso non si è più seduto alla destra del Padre? Mi pare di capire che tu non hai trovato nessun’ altra notizia di questo? Ma in Atti 7:55 che leggi? Che ha visto Stefano? Mi sbaglio forse!
      E poi forse per te o per la tua chiesa la verginità di Maria non avrà alcun peso, ma ti assicuro che la Chiesa Cattolica ne ha fatto un dogma di fede! Perchè moltissimi cattolici che accorrono a Lourdes, Medjugorie, Fatima, e tanti altri luoghi di idolatria, ne restano schiavi e di reputano veri figli di Maria…chiedi…chiedi in giro…informati bene! Ci sono religiosi che se si rendessero conto veramente che Maria ha veramente avuto altri figli, non la pregherebbero più Maria?…come scandalizzati!
      E poi che mi dici di Giuseppe? Già si era proposto di lasciarla segretamente e l’avrebbe fatto se non gli appariva un angelo a dissuaderlo! Giuseppe era marito di Maria, e la Parola di Dio è chiarissima quando attesta :” Giuseppe destatosi dal sonno fece come l’angelo del Signore gli aveva COMANDATO e prese con se’ SUA MOGLIE; E NON EBBE RAPPORTI CONIUGALI FINCHE’ ELLA NON EBBE PARTORITO UN FIGLIO e gli pose nome Gesù. (Matteo 1:24-25).
      Ma non viene spontaneo chiedersi come mai l’evangelista Matteo, ispirato dallo Spirito Santo, non trascurò di scrivere queste stesse parole :” NON EBBE RAPPORTI CONIUGALI FINCHE’…..” il che sta a significare semplicemente che come tutte le coppie normali, di marito e moglie, i due poi abbiano avuto naturalmente e senza ombra di dubbio rapporti sessuali, da cui sono nati altri fratelli e sorelle come ha ben già detto Giacinto! Perchè mettere sempre in dubbio ciò che invece è chiarissimo! Perchè?

    • fabio scrive:

      Pace Franko,
      Ho letto il tuo ragionamento sui due brani della Bibbia e rimango dell’idea che la risposta che ti ha dato Giacinto sia la più semplice come del resto ci viene richiesto dal Vangelo (Matteo 5,37) ,ritengo tuttavia una cosa buona il riflettere sulla Parola di Dio però non condivido ciò che affermi alla fine del tuo scrivere quando dici:”sono comunque tutti elementi non molto rilevanti e che non intaccano nulla, sia in un caso e sia nell’altro caso.”.

      Non lo condivido per il semplice motivo che invece anche il più piccolo e semplice particolare nella Parola di Dio è rilevante è importante allo stesso tempo come l’esortazione a cui tanti non danno un gran peso ma alla quale Giacinto ha messo l’accento in questi giorni come quella di esaminare noi stessi e provare chi si dice fratello, oppure come tra le tante preghiere lessi in un commento sempre in questo blog quella del ladrone che rivolgendosi a Gesù disse “Ricordati di me quando sarai nel tuo regno”, parole semplici, umili ma alle quali tanti non badano perché la “società” ci insegna delle preghiere delle quali non conosciamo neppure il significato da ripetere a pappagallo e talvolta anche inventate come l’ave Maria creata solo per fare business per la vendita di collanine e braccialetti…

      Comunque in questo caso non si può affermare “se sposti l’ordine dei fattori il rinsultato non cambia” , perché qui cambia e come e credo che potrai accettare, accogliere la Parola di Dio così come è solamente se a Lui chiederai che ti faccia sentire dentro QUELL’UNICA VERITÀ che nessuno ti potra portare via (Luca 10,42)

      Pace Franko pregherò per te nel nome di Gesù perché ti faccia sentire la Verità dei Brani ascoltati e possiamo quindi rendere vivo Dio nella nostra vita e di chi ci sta attorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.