Perché John Wesley aborriva la predestinazione? Perché era un incredulo

E’ vero che John Wesley (1703-1791), fondatore del Metodismo, quando pronunciò queste parole aveva in mente la predestinazione come la predicavano i Calvinisti, e quindi che si scagliò anche contro le seguenti dottrine del Calvinismo che sono false, cioè che Cristo è morto soltanto per alcuni e non per tutti, e che i credenti non possono tirarsi indietro e andare in perdizione, dottrine che noi rigettiamo. Ma quello che lui disse contro la predestinazione viene preso da molti per contrastare il proponimento dell’elezione di Dio che noi predichiamo. Perché comunque John Wesley aborriva sentire dire che Dio ha predestinato alcuni ad essere salvati, cioè gli eletti, mentre gli altri sono stati predestinati da Dio alla perdizione; per cui le sue dichiarazioni possono essere citate per mostrare quanto odio avesse nel suo cuore verso il proponimento dell’elezione di Dio che noi predichiamo come lo predicava l’apostolo Paolo. In altre parole, se Wesley fosse in vita userebbe le stesse parole contro ciò che predichiamo noi! E difatti, coloro che si rifanno a questo suo sermone, lo usano anche contro di noi, e non solo contro i calvinisti!
Queste sue parole fanno parte di un sermone che predicò nel 1740 che si intitola «Grazia Gratuita» (Free Grace).

«Io aborrisco la dottrina della predestinazione» (I abhor the doctrine of predestination)
«E’ una dottrina piena di bestemmia» (it is a doctrine full of blasphemy)
«Questa dottrina raffigura il nostro benedetto Signore, ‘Gesù Cristo il giusto’, ‘l’unigenito Figlio del Padre, pieno di grazia e verità’, come un ipocrita, un seduttore di persone, un uomo privo di sincerità comune» (… this doctrine represents our blessed Lord, “Jesus Christ the righteous,” “the only begotten Son of the Father, full of grace and truth,” as an hypocrite, a deceiver of the people, a man void of common sincerity)
«Essa raffigura il santissimo Dio come peggiore del diavolo, più falso, più crudele e più ingiusto» (it represents the most holy God as worse than the devil, as both more false, more cruel, and more unjust)

https://www.umcmission.org/…/John-Wes…/Sermon-128-Free-Grace

Vi metto dunque severamente in guardia dall’accettare la posizione anti-predestinazione di John Wesley (che praticamente oggi in ambito pentecostale è quella delle ADI) perché vi porterebbe a bestemmiare contro Dio e contro il Suo Figliuolo Gesù Cristo!
Vi ricordo che l’anno prima che John Wesley pronunciasse queste parole contro la predestinazione, cioè nel 1739, aveva detto: «Non ho alcun amore di Dio. Io non amo né il Padre né il Figlio. …. io non sono un Cristiano», e che nel 1766 dirà: «Io non amo Dio, non l’ho mai amato. Quindi io non ho mai creduto, nel senso Cristiano della parola. Quindi Io sono soltanto un onesto pagano».
Wesley non amava Dio perché non lo conosceva, non aveva mai creduto in Lui. Ecco dunque il suo odio verso la predestinazione da cosa era prodotto, dal suo odio verso Dio.
E sono pienamente persuaso che oggi nelle Chiese molti di quelli che rigettano la dottrina della predestinazione, sono esattamente come Wesley, degli increduli che non amano né il Padre e neppure il Figlio.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Perché John Wesley aborriva la predestinazione? Perché era un incredulo

  1. Massimo scrive:

    “… se Wesley fosse in vita userebbe le stesse parole contro ciò che predichiamo noi!…”
    Giacinto, purtroppo Wesley, anche se morto, vive ancora attraverso le sue false dottrine riesumate dalle ADI e da altre denominazioni che anzichè meditare solo ed unicamente sulla Parola di Dio giorno e notte, facendosi guidare dallo Spirito di Dio, si son dati alla ricerca di novità fuori dalla stessa, guardando a destra e a sinistra, attingendo da altre fonti terrene inquinate.
    La loro radice proviene dall’America ed è chiaramente velenosa, come hai ben evidenziato nel tuo libro : “La Massoneria smascherata”. Purtroppo la loro Organizzazione la rassomiglio a quel Titanic, destinato ad affondare in acque profonde avendo cozzato contro l’iceberg che è Gesù, il Verbo incarnato. Se certuni vorranno a tutti i costi farla riemergere, dovrà assumere in tutto e per tutto le caratteristiche dell’Olandese Volante, il cui equipaggio è tristemente composto da morti viventi! Che amarezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.