Sei nella fede? – Predicazione del 15 Ottobre 2018


Scaricala da qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sei nella fede? – Predicazione del 15 Ottobre 2018

  1. Massimo scrive:

    Giacinto, dopo averti ascoltato, sono andato sul sito delle Chiesa ADI di Catania dove ho estrapolato questo” Comunicato” che scorre del continuo, a mò di monito e di serio avviso ai naviganti :
    “Sebbene con ritardo, sul nostro sito (adicatania.net) e dove altro possiamo, dichiariamo formalmente che le varie notizie e le tantissime contestazioni propinate molto spesso in Facebook e in diversi siti e link di internet, contro le “Assemblee di Dio in Italia” e contro diversi nostri pastori, sono semplicemente fasulle e malvage! Anche quando queste “notizie” e contestazioni fanno riferimento alla parola di Dio o a fatti dichiarati da loro come accaduti, sono soltanto stravolgimenti delle cose e della sana dottrina biblica. Sono tutte studiate e diffuse per ingannare i credenti nuovi, deboli e semplici, soprattutto per fomentare separazioni, sospetti e scoraggiamenti! Purtroppo, però, anche scandali tra persone estranee alle nostre comunità! Massacrano, dicendo che siamo noi a massacrare! Dio, invece, mediante la Bibbia, ci chiama a salvezza e ad edificare le anime! Con il suo aiuto, noi questo vogliamo adoperarci continuamente a fare. Sappiamo che anche la presente dichiarazione provocherà altre reazioni meglio studiate e capovolgimenti delle parole, ma essa corrisponde alla verità e noi, ancora una volta, l’abbiamo detta… nel nome del Signore! Dio benedice gli onesti e quelli che pregano, anche con lacrime, per la chiesa del Signore e s’adoperano per la sua unità e per la sua edificazione!
    — I responsabili della comunità —

    Ebbene, alla luce del comunicato sopra riportato, tenuto conto di questa tua predicazione che responsabilizza tutti i credenti, perchè proprio a dei credenti è stata rivolta; consapevoli altresì che sui pulpiti di molte chiese evangeliche salgono dei falsi apostoli e dottori (perchè fatti dagli uomini e non da Dio) e che in mezzo alle comunità si annidano dei diavoli che si muovono sotto mentite spoglie, in quanto sono servitori di Satana, mi chiedo :
    “Com’è possibile che i responsabili di quella Comunità Adi di Catania, che si sono dichiarate essere persone oneste, pie, che amano Dio, Gesù, la sua Parola e che hanno a cuore l’unità e l’edificazione della Chiesa, hanno di contro, SEMPRE OSSERVATO UN TOMBALE SILENZIO, in merito alle numerose e legittime domande che tu Giacinto hai rivolto loro nel tempo, ed in merito al loro operato affatto trasparente per benefici ed elargizioni economiche di beni immobili ricevuti da vari Enti dello Stato. Ma ci sarebbe soprattutto una domanda che più sta a cuore a tanti credenti anche di quella stessa chiesa ADI di Catania e non, a tanti simpatizzanti locali e non, a tanti credenti e quindi sempre figli di Dio di altre denominazioni e non ed infine anche a noi, ovvero, quelle che hai postato tu Giacinto in data 25 dicembre 2015 : “QUATTRO DOMANDE PER FELICE ANTONIO LORIA, PRESIDENTE DELLE A.D.I” :
    – La Massoneria è da Dio o da Satana?
    – I principi massonici «libertà, fratellanza e uguaglianza» sono da Dio o da Satana?
    – Un Cristiano può affiliarsi alla Massoneria?
    – Un massone che si professa Cristiano può essere membro delle A.D.I.?

    Domande del tutto legittime che tu Giacinto hai rivolto loro, ma alle quali sino alla data di oggi – 16 ottobre 2018 – lo stesso Presidente Loria non ha mai voluto rispondere!”.
    Vorrei tanto sapere quindi, da quei signori che si firmano come “i responsabili di quella comunità Adi di Catania” che concetto avrebbero loro, o meglio, cosa intendono loro per ” ONESTA’ “, visto che si dichiarano essere tali (ricordando loro quanto è scritto :”Altri ti lodi non la tua bocca; un estraneo, non la tua bocca” Proverbi 27:2 ). Poi, potremmo aggiungere anche quella di :”TRASPARENZA” e magari molte altre!
    Ma vorrei invitare quei signori a prendere in mano un vocabolario e prenderne visione! Il Treccani, per esempio, definisce così una persona : “ONESTA” :
    ” Persona che agisce con onestà, lealtà, rettitudine, sincerità, in base a principî morali ritenuti universalmente validi, astenendosi da azioni riprovevoli nei confronti del prossimo, in rapporto alla propria condizione, professione che esercita e l’ambiente in cui vive….”
    Già solo per questa parola ci sarebbe molto da dire loro…ma chi è davvero pulito in coscienza lo fa, in quanto non ha nulla da nascondere! Ma loro invece, tacendo, con loro ferma OMERTA’ non sono affatto più credibili! E quindi la loro tanto paventata e/o invocata “Onestà” per forza di cose diventa Disonestà, la loro “Trasparenza” in Sotterfugio, la “Verità” in Menzogna…devo continuare…?
    Pace!

  2. fabio scrive:

    Pace,
    Potremmo dire “l’abito non fa il monaco”, mentre ti ascoltavo mi sono ricordato delle riunioni di confronto che si facevano in comunità e anche se vi ho messo un po per grazia di Dio a comprendere tante cose ma poi leggendo i tuoi post sul modo di agire della massoneria nelle chiese anche se all’inizio non ti nascondo che ero molto combattuto ma pian piano è diventato tutto più chiaro il parlare che siamo tutti fratelli, il non importa che Dio professano gli altri, pensa che un giorno una donna che teneva un’incontro disse parlando della fede :”Dio C’è comunque fin da ultimo rimane un dubbio”, e dentro di me quando arrivavo a casa dicevo a mia moglie che non condividevo tutto ciò eppure impassibile continuavo a frequentare quella comunità.

    Mettersi alla prova e mettere alla prova quelli che si dicono cristiani è molto importante in specie quando la provi sulla pelle perché veramente puoi frequentare per anni delle persone con le quali condividi momenti importanti della tua vita e poi quando arrivi alla fatidica domanda “CREDI TU CHE GESÙ CRISTO È IL FIGLIO DI DIO CHE È MORTO PER NOI IN CROCE ED È RISUSCITATO IL TERZO GIORNO PER LA NOSTRA SALVEZZA.?” oppure quando si tratta di accettare per FEDE tutti i miracoli che GESÙ ha compiuto, ecco che ti vengono date le risposte più assurde e ti rendi conto che si sta parlando di due Vangeli diversi, avvolte ho pensato che vedessero in Gesù uno di quei tanti filosofi le cui frasi si leggono anche sulle cartine dei cioccolatini…

    Si legge anche in Apocalisse 3:7-10
    All’angelo della Chiesa di Filadelfia scrivi:
    Così parla il Santo, il Verace,
    Colui che ha la chiave di Davide:
    quando egli apre nessuno chiude,
    e quando chiude nessuno apre.
    Conosco le tue opere. Ho aperto davanti a te una porta che nessuno può chiudere. Per quanto tu abbia poca forza, pure hai osservato la mia parola e non hai rinnegato il mio nome. Ebbene, ti faccio dono di alcuni della sinagoga di satana – di quelli che si dicono Giudei, ma mentiscono perché non lo sono -: li farò venire perché si prostrino ai tuoi piedi e SAPPIANO CHE IO TI HO AMATO. POICHÉ HAI OSSERVATO CON COSTANZA LA MIA PAROLA, ANCH’IO TI PRESERVERÒ NELL’ORA DELLA TENTAZIONE che sta per venire sul mondo intero, per mettere alla prova gli abitanti della terra.

    Mi ricordo di questo brano in particolare perché quando lo lessi non riportava “nell’ora della tentazione” ma “nell’ora del cimento” e mi posi la domanda di cosa volesse dire quella parola ma poi capii nella mia ignoranza che la conascevo come “cimentarsi in un azione” in questo caso è il cimentarsi nella FEDE e lo si capisce bene dalle parole di Gesù quando dice ” POICHÉ HAI OSSERVATO CON COSTANZA LA MIA PAROLA” l’essere FEDELI alla SUA PAROLA.

    Eseminare noi stessi è importante perché ci aiuta a capire che se veramente lo amiamo necessariamente dobbiamo rimanere nella Sua Parola perché sono in tanti a dire di credere ma quanti hanno la fede persino i demòni credono e hanno timorè ma quanti mettono in pratica la Sua Parola infatti si legge in Giacomo 2:19-23 Tu credi che c’è un Dio solo? Fai bene; anche i demòni lo credono e tremano! MA VUOI SAPERE, O INSENSATO, COME LA FEDE SENZA LE OPERE È SENZA VALORE? Abramo, nostro padre, non fu forse giustificato per le opere, quando offrì Isacco, suo figlio, sull’altare? Vedi che LA FEDE COOPERAVA CON LE OPERE DI LUI, E CHE PER LE OPERE QUELLA FEDE DIVENNE PERFETTA e si compì la Scrittura che dice: E ABRAMO EBBE FEDE IN DIO e GLI FU ACCREDITATO A GIUSTIZIA, e fu chiamato amico di Dio.

    che Dio ci permetta secondo la Sua Parola Gesù Cristo una FEDE RESA PERFETTA DALLE OPERE

    PACE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.