16 aprile 2017 PDG di Palermo: 2 minuti e mezzo memorabili! La Sicilia è stata liberata dalla povertà, grazie alle preghiere della Chiesa Parola della Grazia!

«Parliamo in altre lingue …. andiamo nello spirito … noi spezziamo questo legame di maledizione che c’è nella Sicilia, di povertà, di schiavitù, nel nome potente del Signore Gesù Cristo, e di miseria, … è il tempo che [la Sicilia] diventi il paradiso del Mediterraneo!» sono parole che ha proferito un uomo che Lirio Porrello ha chiamato a pregare alla fine del culto del 16 aprile 2017 a Palermo (https://youtu.be/l5ZFWv5SuKE).

Un vero e proprio show – dove primeggia il consueto falso parlare in altra lingua, la confusione più totale e una evidente manipolazione psicologica operata sui presenti – come se ne vedono pochi persino in seno a queste Chiese oltremodo corrotte. Lo show, o meglio la seduzione, continua nella PDG! Uscite e separatevi da essa, a questi interessano soltanto i vostri soldi e insegnano tante false dottrine!

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa Parola della grazia, Lirio Porrello e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a 16 aprile 2017 PDG di Palermo: 2 minuti e mezzo memorabili! La Sicilia è stata liberata dalla povertà, grazie alle preghiere della Chiesa Parola della Grazia!

  1. Federico scrive:

    Cmq l’uomo che pregava è uno dei pastori di PDG

  2. Massimo scrive:

    E questo sarebbe pregare? Ascoltate bene che dice quest’uomo ad un certo punto in mezzo a questo falso parlare in lingue : “SATANA , PER TANTI ANNI HAI MANTENUTO LA POVERTA’ SOPRATTUTTO NELLA SICILIA, NOI SPEZZIAMO QUESTO LEGAME DI MALEDIZIONE CHE C’E’ NELLA SICILIA DI POVERTA’, DI SCHIAVITU’, NEL NOME POTENTE DEL SIGNORE GESU’ CRISTO E DI MISERIA” (dal minuto 1:40 al minuto 1:55). Ascoltatelo bene!
    Ha parlato a Satana nel nome di Gesù e di Miseria!!!! Ma che modo di pregare sarebbe questo, che novità mai sarebbe… pregare nel nome di GESU’ e della MISERIA! Che qualcuno mi dica e in tutta sincerità da quale spirito è stato mai guidato questo orante in una tal sorta di puzzle di parole rivolte a Gesù ed allo stesso tempo a Satana, entrambi quindi presenti, per quel pastore, durante il culto in quella chiesa, e che ognuno poi si prenda in carico ciò che gli compete. A Gesù quello che è di Gesù, e a Satana quello che è di Satana! Tutti e due lì presenti! Ma che razza di preghiera sarebbe? quindi dove c’è la santità di Dio, per quel pastore, al tempo stesso e nel medesimo luogo c’è pure la maledizione e la negatività di Satana e ognuno si prenda il suo! Così sarebbe ???

    • Giovanni scrive:

      Massimo scusi, ma…
      uno può crederci oppure no… può essere d’accordo oppure no…
      la posizione generale in merito è chiara e vabbè non penso nemmeno di aver gli strumenti per esprimere un’opinione a riguardo… sicuro sembra tutto bizzarro…

      MA non ha pregato nel nome di Gesù e miseria… stava pregando contro questo quello ed evidentemente si èdimenticato della miseria… era miseria, (virgola) nel nome di Gesù…
      questo a me sembra molto chiaro ascoltando… è semplicemente un lapsus… poi se si vuole vedere complottismo ovunque… ok…
      Giusto una precisazione…

      • fabio scrive:

        Pace Giovanni
        Purtroppo oggi basta fare il nome di GESÙ che subito si parla di apostolo, d accreditare tale persona come servo del Signore, ma GESÙ stesso disse in Matteo 7,21
        Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.

        Io ho ascoltato quello che si sente nel video e si sente chiaramente parlare nel nome di GESÙ e di miseria, senza nessuna (virgola), ma la cosa che a me personalmente sorprende è il fatto di una differenza sostanziale con quelli che sono gli insegnamenti di GESÙ il FIGLIO DI DIO e lasciò a te Giovanni di giudicare quanto vedi non secondo suggestione, ma secondo LO SPIRITO, perché si legge in Giovanni 6:14-15
        La gente dunque, avendo visto il segno miracoloso che Gesù aveva fatto, disse: «Questi è certo il profeta che deve venire nel mondo». 15 Gesù, quindi, sapendo che stavano per venire a rapirlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, da solo.

        Ecco l’insegnamento di GESÙ contrapposto alla logica degli uomini, perché mentre gli uomini quando arriva il loro momento di successo, il loro momento in cui le persone intorno ad un personaggio vogliono farlo diventare re ( mettere su un piedistallo), stanno li attendendo quel momento di gloria, GESÙ che fa invece? LUI il nostro SIGNORE, ci insegna diversamente, “si ritirò di nuovo sul monte, da solo”
        Questo accadeva perché GESÙ ha sempre ricercato LA GLORIA DEL PADRE SUO (Giovanni 17:4) mettendoLO al primo posto come si legge in Marco 10:18
        Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, cioè Dio.

        Ora caro Giovanni a me di questo video come di molti altri che ritraggono stesse scene sorprende proprio il video fatto a mo di film, dove forse vi saranno stati più cameraman a riprendere da più visioni e questo ci riporta ad un’altro insegnamento ed ad un’ammonizione che si leggono rispettivamente in
        Matteo 6:6
        Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa.

        Matteo 6,5
        Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa.

        Io caro Giovanni vorrei pregare non solo per Porrello ma anche per molti altri e lo vorrei fare nel nome di GESÙ affinché si possa riflettere su quanto sia importante questo insegnamento di GESÙ che “si ritirò dalla folla per andare in disparte su un alto monte” affinché possano dare GLORIA a DIO PADRE E A SUO FIGLIO E NOSTRO SIGNORE GESÙ anziché a se stessi.

        Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.