L’amore del denaro alla radice del loro odio nei miei confronti

Ci sono diverse ragioni per le quali sono odiato da tanti «pastori evangelici», e tra queste due sono tra le principali, e sono le seguenti: 1) le mie confutazioni gli fanno arrivare tanto meno denaro di quanto gliene arrivava prima, perché ho confutato l’imposizione della decima e il messaggio della prosperità che essi insegnano e quindi molti non gli danno più non solo la decima del loro stipendio o della loro pensione ma neppure le offerte, in quanto hanno capito che sono servitori di Mammona; 2) le mie confutazioni hanno fatto diminuire drasticamente le vendite della loro mercanzia, come per esempio i loro libri che contengono tante false dottrine. L’odio di questi servitori di Mammona nei miei confronti è dettato dunque dal loro amore per il denaro. Niente di nuovo sotto il sole: ciò che è è già stato prima.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Meditazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’amore del denaro alla radice del loro odio nei miei confronti

  1. Massimo scrive:

    Giacinto ho ascoltato la predicazione di Lirio Porrello che hai postato del 16 aprile 2017 nella cui chiesa PDG hanno pregato per la liberazione dalla povertà per la Sicilia e devo dire di aver ascoltato parole davvero tremende pronunciate da quel pastore! Il sogno di Porrello è quello di vedere quella chiesa libera dai debiti. Ha parlato di “Economia soprannaturale” facendo credere a tutti quelli che presenziavano a quel culto di “essere nati e ricreati per avere successo su questa terra”, per prosperare, nati per vincere, per la vittoria!
    Eppure il caro apostolo Paolo è stato chiarissimo nella sua lettera ai Romani 8:35-39 ed anche Gesù stesso in Giovanni 16:33.
    Porrello non si rende conto che sta piegando le sue ginocchia davanti a Mammona e così spinge anche altri a fare altrettanto, anela prosperità, ricchezze e successo!
    Ha parlato di Pasqua, come una festa che non è mai stata abolita, affermando che Pasqua significa cambiamento, nuovo principio, vivere sotto il governo di Dio, ma quello che è più grave è che secondo il suo parlare, significa “ENTRARE NELL’ECONOMIA DI DIO” e quindi di PROSPERITA’. Ma tutto questo è assolutamente falso! Porrello non si rende conto di quanto siano gravi le sue affermazioni, perchè Pasqua non significa altro che PASSAGGIO dalla morte alla VITA. Gesù è morto ed è RISORTO e noi risorgeremo con Lui quando il nostro corpo mortale, corruttibile, “avrà rivestito immortalità ed incorruttibilità” (1° Corinzi 15:54) Ecco dove sta la nostra Vittoria! Ma Porrello pare ignorare tutto questo e sta trascinando quelle pecore con lui alla rovina eterna altro che al successo, alla prosperità! E così accade a tutti coloro che hanno il cuore alle cose di questo mondo, negando così di essere dei pellegrini su questa terra, di non avere qui una città stabile e non dimostrando di cercare una patria, sì quella celeste. Porrello come tutti gli altri predicatori della prosperità, cercano e anelano i beni e le ricchezze di questo mondo, quelle che il nostro amatissimo Signore nostro Gesù Cristo per primo ha rifiutato, quando Satana era pronto a donargliele solo se si fosse prostrato dinanzi a lui e l’avesse adorato! (Luca 4:5-8).
    Pertanto Giacinto, qualora anche profetassero o ordissero qualsiasi cosa contro di te, questi servitori di MAMMONA, sappi che nulla possono farti, che non sia Dio stesso a permetterglielo! Possono solo digrignare i loro denti e certamente covare odio nel loro cuore, ma anche di questo ne dovranno rendere conto un giorno, che potrebbe essere anche domani, perchè non ci appartiene (1° Giacomo 4:13-15), come invece al Signore appartiene la Salvezza (Apoc. 7:10) e così la Vendetta (Ebrei 10:30).
    Con Gesù fin troppa gente si è voluta arricchire..falsi cristi, falsi profeti, falsi apostoli, falsi fratelli, tutti servi di Mammona!
    Pace.

  2. Lorenzo scrive:

    Caro fratello, pace.
    Da quello che dici nelle predicazioni, pare che i Gesù solo distinguano il “Gesù fisico”, per così dire, dal “Gesù spirituale”. È vero questo o l’ho solo malinteso io?
    Se è vero, non significa questo che i Gesù solo credono anche nel Nestorianesimo, ovvero nell’eresia secondo cui il Cristo spirituale ed il Gesù fisico sono in qualche modo distinti e diversi?
    Pace, grazie per i chiarimenti. Dio ti benedica in Cristo Gesù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.