Abusi sessuali sulle fedeli, a giudizio un ‘pastore’ evangelico dell’Alta Irpinia

Riduzione in schiavitù nei confronti delle fedeli. Disposto il rinvio a giudizio per il ‘pastore’ della chiesa evangelica, Gerardo Ciccone residente nel comune di Sant’Andrea di Conza

Abusi sessuali sulle fedeli, a giudizio un pastore evangelico dell’Alta Irpinia

10 Gennaio 2019

Per anni avrebbe abusato sessualmente delle fedeli che frequentavano la sua chiesa, spesso anche delle figlie che gli venivano portate dalle stesse madri. Era considerato quasi un santone e il suo ascendente così forte sarebbe stato esercitato per favori sessuali. Rinviato a giudizio per riduzione in schiavitù un pastore evangelico di 53 anni che professava la fede in alcuni comuni dell’Alta Irpinia. Il giudice delle udienze preliminari ha fissato il processo dinanzi alla corte d’Assise di Avellino per il 9 maggio prossimo, quando due delle sue vittime si costituiranno parte civile e saranno le sue principali accusatrici. Al rinvio a giudizio si è arrivati infatti proprio per l’opposizione al decreto di archiviazione che il gip aveva emesso per il pastore evangelico. Ne sono scaturite altre indagini che hanno poi portato un diverso gip a conclusioni diverse. Le storie raccolte raccontano di incontri di gruppo, durante i quali il pastore costringeva le donne a rapporti sessuali. In un caso il pastore avrebbe preteso che dinanzi a lui e alle altre donne si spogliasse una bimba di tre anni. Dai racconti è emerso anche che il pastore per ottenere favori sessuali paventava le peggiori disgrazie per le donne che avevano qualche ritrosia.

http://www.labtv.net/cronaca/2019/01/10/abusi-sessuali-sulle-fedeli-a-giudizio-un-pastore-evangelico-dellalta-irpinia/
https://www.ilmattino.it/avellino/violenze_sessuali_processo_pastore_evangelico_avellino-4220737.html?fbclid=IwAR1lJXaDIJsuOzuuZvGTtjNdT8PdcYrOwMyTFzPwWk2yoIshwTzy40-Qj3o
https://www.ottopagine.it/av/cronaca/174036/sesso-e-schiavitu-con-le-fedeli-a-giudizio-pastore-evangelico.shtml

Questa voce è stata pubblicata in Federazione delle Chiese Evangeliche Pentecostali, Pedofilia, Pentecostali e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Abusi sessuali sulle fedeli, a giudizio un ‘pastore’ evangelico dell’Alta Irpinia

  1. Paola De angelis scrive:

    Questo è esattamente ciò che aveva profetizzato Gesù riguardo agli scandali… gli scandali devono avvenire come è scritto … ma guai a colui per mezzo del quale avvengono… sarebbe stato meglio per lui non essere nato.

  2. Paolo scrive:

    Roba da far accapponare la pelle… nemmeno tra i pagani si sentono cose così abominevoli…
    quando poi si toccano i bambini… è ancora più abominevole!!!
    “meglio per lui che si metta una macina al collo e si getti nel mare” …

    Terribile, terribile… ho pianto per quella bambina!!!!

    che Dio la benedica e sostenga!!!

  3. Massimo Samadello scrive:

    Qualora Giacinto, risultasse tutto vero quanto è emerso sinora negli atti d’indagine, mi chiedo invece dove fossero gli uomini, i mariti, i genitori ecc.. nelle circostanze in cui questo vecchio, abbandonato da Dio, costringeva le loro donne, mogli, figlie e nipoti, a fare quello che gli viene attribuito aver fatto?
    Che cosa ha che fare poi il Vangelo della grazia con tutte queste persone, sempre ammesso che ce l’avessero avuto o l’avessero anche aperto ogni tanto in quel locale che potrebbe essere tutto fuorchè una chiesa.
    Questi fatti gravissimi, se accertati, comporteranno necessariamente dei provvedimenti giudiziari di condanna penale nei confronti di un’ultraottantenne oramai prossimo alla fossa, ma temo che non farà nemmeno un giorno di carcere, perchè magari ammalato, bisognevole di cure ed altro….quindi agli arresti domiciliari in casa, anzi in chiesa…mentre quella bimba di tre anni unitamente a tutte le altre ragazze e donne dovranno portare un segno indelebile sia fisico che ancor più psicologico. Un segno impresso da uno dei tanti lupi che si aggirano nelle comunità evangeliche d’Italia e nel mondo. Che grave scandalo sarebbe a motivo di questo servo di Satana, falso apostolo di Cristo. Questo più di avere avuto un forte “ascendente” su persone deboli, ha usato tutte le armi fornitegli dal suo spietato padrone, quali l’astuzia, il raggiro, la violenza fisica e psicologica, approfittando della mancanza di conoscenza della Parola di Dio di tutte quelle poverette (Osea 4:6), mettendo inevitabilmente a rischio pure la loro anima! Non sarebbero di certo le prime e neppure le ultime…. mentre la Verità di Dio viene del continuo vituperata!
    Che grande amarezza!
    Pace.

  4. Vito scrive:

    attenti a pronunciare sentenze e condanne, ignorando la potenza di chi, principe di questo secolo, è capace di generare ogni male, ogni menzogna ed ogni accusa

    l’essere cristiani significa essere seguaci di un uomo, Gesù Cristo il Signore, che nella Sua perfetta innocenza ha terminato la Sua missione con la peggiore condanna possibile, come il peggiore dei micidiali, in croce, tra due altri condannati, capo dei malfattori

    1 Corinzi 4:5
    Perciò, non giudicate di nulla innanzi al tempo, finchè sia venuto il Signore, il quale metterà in luce le cose occulte delle tenebre, e manifesterà i consigli de’ cuori; e allora ciascuno avrà la sua lode da Dio.

    • giacintobutindaro scrive:

      Intanto ci sono persone di quella Chiesa che accusano questo pastore, e questo ci basta. E’ scritto infatti: “Non ricevere accusa contro un anziano, se non sulla deposizione di due o tre testimoni” (1 Timoteo 5:19). Poi aspettiamo cosa avrà da dire il giudice del tribunale. Ma sappi che nel momento in cui ci sono due o tre testimoni fedeli e veraci che accusano un pastore di un peccato, l’accusa va ricevuta. Ma evidentemente a te non interessa quello che sta scritto.

      • Vito scrive:

        nelle Scritture, che io sappia, quando si parla di testimone fedele e verace il riferimento esclusivo è al Signore Gesù Cristo, infatti nel passo da te indicato non sono usati tali aggettivi

        il caso degli accusatori di cui si sta discutendo è ben altro essendo che, quei tali, seppure sono stati frequentanti di quella Comunità Evangelica, ad oggi, come si può chiaramente vedere vivono una vita trasandata nella mondanità e profanità di questo secolo, alla ricerca di ricchezze, denari o fortune che mai troveranno lontano dal Signore Iddio benedetto in eterno

        • giacintobutindaro scrive:

          Volevo dire testimoni che testimoniano fedelmente quello che hanno visto o sentito.

          • Vito scrive:

            Da quel che comprendo anche tu sei disposto ad attendere che i giudici verifichino la veridicità delle cose raccontate e denunciate, avendo gli stessi potere e strumenti per farlo. I cristiani non devono temere le autorità giudiziarie benché v’è da dire che spesso la giustizia degli uomini si rivela una “non giustizia”. Infatti, solo per giungere all’avvio del processo, la cui prima udienza sarà celebrata a maggio, ci sono voluti circa due anni. Immagino che per concludere, tenendo conto delle prove e delle testimonianze delle parti, seppure con una sentenza di primo grado ci vorranno ancora svariati anni.

            1 Pietro 2:13-14
            Siate adunque soggetti ad ogni podestà creata dagli uomini, per l’amor del Signore: al re, come al sovrano; ed ai governatori, come a persone mandate da lui, in vendetta de’ malfattori, e in lode di quelli che fanno bene.

    • Luca scrive:

      Quindi,se c’è un abuso su un minore,non dobbiamo giudicarlo ma aspettare il ritorno di Gesù?…vorrei vedere se l’abusato fossi tu o uno dei tuoi figli.
      Sveglia Vito!!!

    • luigi Autiero scrive:

      Si Vito, ma “c’è anche un ma”, se la notizia è veritiera perchè accertata o da testimoni, o dalla magistratura, al presente, il collegio pastorale, è chiamato a togliere di mezzo all’Ekklesia , colui che si è reso colpevole di reato-peccato così aberrante, senza se e senza ma.
      Poi sta alla sua coscienza ravvedersi, stracciando il cuore davanti al Signore, per essere liberato …,e ristabilito da Dio.
      Ma se nel frattempo, si indaga e sia a piede libero, certo non può assolutamente pasturare il gregge….
      Pace nel Signore

  5. Nunzio scrive:

    e intanto anche la chiesa cattolica ha indetto una specie di “congresso” per stabilirsi il da farsi, sono sommersi di accuse e cause giudiziarie inerenti la pedofilia e altri abusi commessi dal loro clero, infatti.

  6. Nunzio scrive:

    2.200 accuse di pedofilia contro la chiesa cattolica:
    http://espresso.repubblica.it/inchieste/2019/02/22/news/vaticano-pedofilia-papa-francesco-1.332000

    “Le accuse sono raddoppiate rispetto al quinquennio che va dal 2005 al 2009”
    o più probabilmente, negli anni precedenti, le vittime non denunciavano. Ecco perché oggi “sembra che siano di più”, perché sono aumentate le vittime che denunciano. Prima tutto veniva insabbiato anche dalle stesse vittime.

    La chiesa cattolica è sempre stata madre di abominazioni. Lo è da secoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.