Tentatore, seduttore, calunniatore – Predicazione del 18 Febbraio 2019

Scaricala da qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tentatore, seduttore, calunniatore – Predicazione del 18 Febbraio 2019

  1. fabio scrive:

    Pace,
    Ci sentiamo spesso rispondere quando si dice apertamente la PAROLA DI DIO, che va interpretata, che non va presa alla lettera, l’altro giorno un uomo mi rispose che i tempi sono cambiati e che Dio cambia il modo di parlare agli uomini che usa parole più moderne a seconda dei tempi in cui viviamo…

    ma dico, non si legge nella Bibbia che Dio non muta (Malachia 3:6), Gesù che cosa disse in Matteo 5:17-19 Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli.

    E delle parole che disse l’apostolo Paolo che ne facciamo secondo che si legge in Efesini 6:10-17 Per il resto, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza. RIVESTITEVI DELL’ARMATURA DI DIO, per poter resistere alle insidie del diavolo. La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti. Prendete perciò l’armatura di Dio, perché possiate resistere nel giorno malvagio e restare in piedi dopo aver superato tutte le prove. State dunque ben fermi, cinti i fianchi con la verità, rivestiti con la corazza della giustizia, e avendo come calzatura ai piedi lo zelo per propagare il vangelo della pace. Tenete sempre in mano lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infuocati del maligno; prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, cioè la parola di Dio.

    Credo Giacinto che la natura stessa delle cose ci insegna perché anche oggi non si è mai visto un militare un soldato andare in trincea in tuta da ginnastica con scarpe da ballo ma invece come l’apostolo Paolo ci invita a fare è quello di prendere l’armatura di Dio poiché la nostra battaglia non va combattuta con armi che fisiche bensì con armi spirituali le quali ci liberano dal potere di Satana infati Gesù disse all’apostolo Paolo in Atti 26:17-18 Per questo ti libererò dal popolo e dai pagani, ai quali ti mando ad aprir loro gli occhi, perché passino dalle tenebre alla luce e dal potere di satana a Dio e ottengano la remissione dei peccati e l’eredità in mezzo a coloro che sono stati santificati per la fede in me.

    E come un soldato un militare non deve manometro la divisa e gli oggetti di protezione che gli vengono forniti perché altrimenti perdono le loro caratteristiche funzionali così come hai ricordato Giacinto la PAROLA DI DIO non va adulterata non gli va tolto nulla ne aggiunto nulla come si legge in Apocalisse 22:18-19 Dichiaro a chiunque ascolta le parole profetiche di questo libro: a chi vi aggiungerà qualche cosa, Dio gli farà cadere addosso i flagelli descritti in questo libro; e chi toglierà qualche parola di questo libro profetico, Dio lo priverà dell’albero della vita e della città santa, descritti in questo libro.

    A Dio sia la Gloria per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore è Salvatore ora ed in eterno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.