Cristo ha dato la Sua vita per la Chiesa non per il locale di culto!

Cristo Gesù “ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei” (Efesini 5:25). Egli non ha amato il locale di culto dove si raduna la Chiesa, non ha dato la Sua vita per il locale di culto dove si raduna la Chiesa. Dico questo perché oggi purtroppo il Cristianesimo di tanti è invece centrato sul locale di culto, e quindi tutto ruota attorno al locale di culto. E difatti molti hanno finito con l’amare il locale di culto e dare la loro vita per il locale di culto, anziché amare i figli di Dio e dare la loro vita per loro. A furia di chiamarlo erroneamente Chiesa e Casa di Dio, il locale di culto nel loro cuore ha preso il posto della Chiesa e della Casa di Dio (cioè dei figli di Dio) …. e questo si vede e si sente. Per molti quindi il locale di culto è un idolo! Non hanno né statue e né immagini dentro, è vero, ma perché non ne hanno bisogno: loro si prostrano davanti al locale di culto e servono il locale di culto! Ecco il loro idolo! Perché ormai gli hanno fatto credere che la salvezza è nel locale di culto e non in Cristo Gesù Cristo! Ecco perché chi abbandona il loro locale di culto (pur non avendo abbandonato il Signore Gesù Cristo) è un apostata, un eretico, uno sviato! Essi amano il locale di culto anziché il Signore Gesù Cristo! E di conseguenza essi amano le pietre morte anziché le pietre viventi di cui è formata la Chiesa, che è la Casa dell’iddio vivente e vero, colonna e base della verità.

Giacinto Butindaro

Fonte foto: Francesco Toppi, «Luigi Francescon», ADI-Media, Roma 2007

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Congregazione Cristiana del Brasile e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Cristo ha dato la Sua vita per la Chiesa non per il locale di culto!

  1. Luca scrive:

    Veramente,è il caso di dirlo, parole sante queste!!! Giacinto hai RAGIONE!!

  2. fabio scrive:

    Pace,
    Purtroppo questo accade per la nostra ipocrisia la stessa che usarono il sacerdote edi il levità (Luca 10:30-35), i quali nel vedere l’uomo incappato nelle mani dei briganti passarono oltre, così tanti come hai denunciato Giacinto si curano più delle pietre morte , degli edifici piuttosto che accostarsi ad un fratello che necessita di aiuto oppure per ritrovarsi in un luogo semplice ed umile come un appartamento di una casa per rendere Grazie a Dio nEl nome di Gesù, e così facendo le persone senza nemmeno accorgersene da una parte parlano di Gesù ed allo stesso tempo diventano quei sepolcri imbiancati di cui parlò Gesù in Matteo 23:27 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché siete simili a sepolcri imbiancati, che appaiono belli di fuori, ma dentro sono pieni d’ossa di morti e d’ogni immondizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.