Non cambiate linguaggio! – Predicazione del 3 Aprile 2019

Scaricala da qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Non cambiate linguaggio! – Predicazione del 3 Aprile 2019

  1. fabio scrive:

    Pace,
    Giacinto, Gesù quando inviò i suoi apostoli due a due fu chiaro infatti questo si legge in
    Matteo 10:11-15 In qualunque città o villaggio sarete entrati, informatevi se vi sia là qualcuno degno di ospitarvi, e abitate da lui finché partirete. Quando entrerete nella casa, salutate. Se quella casa ne è degna, venga la vostra pace su di essa; se invece non ne è degna, la vostra pace torni a voi. SE QUALCUNO NON VI RICEVE NE ASCOLTA LE VOSTRE PAROLE, USCENDO DA QUELLA CASA O DA QUELLA CITTÀ, SCOTETE LA POLVERE DAI VOSTRI PIEDI. In verità vi dico che il paese di Sodoma e di Gomorra, nel giorno del giudizio, sarà trattato con meno rigore di quella città.

    ecco che Gesù non disse di cambiare linguaggio o di cambiare messaggio per compiacere a ciò che la gente voleva sentire dire ma disse chiaramente ai suoi apostoli che se avessero incontrato qualcuno che non avesse accettato/accolto la Paola che Gesù gli aveva dato di portare essi si sarebbero dovuti scuotere persino la polvere dai loro piedi in segno contro costoro.

    E l’apostolo Paolo avendo ricevuto da Gesù stesso il Vangelo della Grazia non poteva far altro che attenersi a questi insegnamenti infatti questo disse in Atti 18:5-6 Quando poi Sila e Timoteo giunsero dalla Macedonia, PAOLO SI DEDICÒ COMPLETAMENTE ALLA PAROLA, TESTIMONIANDO AI GIUDEI CHE GESÙ ERA IL CRISTO. MA POICHÉ ESSI FACEVANO OPPOSIZIONE E LO INSULTAVANO, EGLI SCOSSE LE SUE VESTI E DISSE LORO: «IL VOSTRO SANGUE RICADA SUL VOSTRO CAPO; IO NE SONO NETTO; DA ORA IN POI ANDRÒ DAI PAGANI ».

    Si forse per tanti Giudei quelle parole avranno risuonano che quelle che ebello a dire Gesù in Luca 4:25-28 Anzi, vi dico in verità che ai giorni di Elia, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e vi fu grande carestia in tutto il paese, c’erano molte vedove in Israele; eppure a nessuna di esse fu mandato Elia, ma fu mandato a una vedova in Sarepta di Sidone. Al tempo del profeta Eliseo, c’erano molti lebbrosi in Israele; eppure nessuno di loro fu purificato; lo fu solo Naaman, il Siro». Udendo queste cose, tutti nella sinagoga furono pieni d’ira.

    Si credo che anche quando Pietro, Paolo e altri servi di Dio quando hanno parlato si sono attirati a se l’ira di tutti quelli che non credevano perché erano portatori DELL’UNICO MESSAGGIO CHE GESÙ È IL CRISTO, CHE È STATO MANDATO DAL PADRE PER MORIRE IN CROCE PER I NOSTRI PECCATI COME AVEVANO ANNUNCIATO GLI ANTICHI PROFETI, CHE DOPO TRE GIORNI È RISORTO (Matteo 12:39-40), AFFINCHÉ NOI CHE CREDIAMO POTESSIMO OTTENERE LA GIUSTIZIA CHE DERIVA DALLA FEDE IN LUI.

    Ringrazio Dio per questo tuo blog Giacinto
    Pace

    • Massimo Samadello scrive:

      Amen. Quando un uomo di Dio, mandato veramente da Lui, annunzia il Vangelo di Gesù Cristo in tutta franchezza, chi ascolta, se è da Dio, è compunto nel cuore (Atti 2:37) comincia a glorificare Dio (Atti 4:21), sente il bisogno di Ravvedersi, di battezzarsi per il perdono dei peccati e lo Spirito Santo fa l’opera sua (Atti 2:38). Al contrario, chi ascolta ma non è da Dio, comincia a fremere di rabbia in cuor suo e digrignare i denti contro quell’uomo di Dio (7:54) se non addirittura lo offende sino ad arrivare a mettergli le mani addosso o peggio ancora uccidendolo (Atti 7:57-59 ; Atti 12:1-6 ; Ebrei 11:36-38 ecc… ). Gesù lo disse chiaramente ai Farisei nel tempio : “Chi è da Dio ascolta le parole di Dio. Per questo voi non le ascoltate; perchè non siete da Dio” (Giov. 8:47).
      Perciò le continue esortazioni di Giacinto servono per stare in guardia del continuo da certi lupi travestiti da pecore che incoraggiano la fratellanza ad usare un linguaggio diverso da quello che usavano i veri uomini di Dio della prima Chiesa. Ed il loro bacio è lo stesso dato al nostro Signore Gesù Cristo nel Getsmani quando fu arrestato. (Matteo 26:49). Sì, loro non hanno amore per la Verità, per Gesù, (1° Giov. 4:18-19), bensì paura. Hanno paura di scontrarsi con i loro capi, di urtare la sensibilità di altre denominazioni organizzate con cui hanno legami di collaborazione; paura che si svuotino i loro locali di culto; paura per le casse che si svuotino…ecc.
      Chi annunzia la Verità di Dio con franchezza ha “un parlare duro” (Giov. 6:60) e questi lupi, in cuor loro lo vorrebbero in catene, per poi consegnarlo nelle mani del loro signore, Satana!
      Pace.

      • fabio scrive:

        Pace Massimo,
        Nella predicazione di Giacinto c’è un affermazione fatta da quel pastore allo zio di Giacinto il quale gli disse che c’era bisogno di cambiare il linguaggio e quindi secondo questa persona di “renderlo più moderno” ma la risposta dello zio di Giacinto che talvolta sostituiva il pastore non poteva essere più chiara “perché la Parola di Dio è forse cambiata?”.
        Mi ha fatto riflettere questo scambio di parole fra i due perché, dopo che tutti gli apostoli riuniti ricevettero in Gerusalemme lo Spirito Santo con il Quale Dio nel nome di Gesù li rivesti di potenza dall’alto , questo si legge in Atti 2:8-11 COME MAI LI UDIAMO PARLARE CIASCUNO NELLA NOSTRA PROPRIA LINGUA NATIA? Noi Parti, Medi, Elamiti, abitanti della Mesopotamia, della Giudea e della Cappadocia, del Ponto e dell’Asia, della Frigia e della Panfilia, dell’Egitto e delle parti della Libia cirenaica e pellegrini romani, tanto Giudei che proseliti, Cretesi e Arabi, li udiamo parlare delle grandi cose di Dio nelle nostre lingue».

        Certo questo fu il segno esteriore del battesimo con lo Spirito Santo ed ecco che iniziarono a parlare in altra lingua SECONDO CHE LO SPIRITO DAVA LORO DI ESPRIMERSI quindi come hai scritto Massimo “e Lo Spirito Santo fa l’opera sua” perché È LO stesso Spirito che per Grazia di Dio aiuta a comprendere un servo di Dio che sta dando testimonianza a poche ore molte perrone infatti l’apostolo Paolo disse in 1Corinzi 15:10 Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono; e la grazia sua verso di me non è stata vana; anzi, HO FATICATO PIÙ DI TUTTI LORO; NON IO PERÒ, MA LA GRAZIA DI DIO CHE È CON ME.

        Si vi sono tanti che quando si avvicinano o che entrano anche nella propria casa li per li lo fanno in silenzio come è capitato a me in una mia ultima esperienza che già raccontato in questo blog Dove chi entra per leggere la Bibbia lo fa con molta astuzia camminando silenziosamente per poi arrivare quando metti alla prova gli spiriti a dire nel succo proprio quello che disse quel pastore allo zio di Giacinto e queste persone mi dissero “ma dai non penserai mica di poter dare testimonianza con quello che leggi! Siamo nel 2000 e la Parola Va resa più moderna bisogna capire quello che Gesù intendeva!”
        Scusate il termine micosi diceva Gesù e così mi viene da dire “Stolti”, ma credimi Massimo che questo vissuto mi ha fatto capire l’importanza del l’esortazione che gli apostoli ci rivolgono e che Giacinto ripete oramai da tanto tempo in tante sue predicazioni quella di mettere alla prova gli spiriti perché se uno non accoglie LA PAROLA DI DIO (GESÙ) come LA si legge allora è uno che dice nell’apparenza di essere un credente ma in realtà è un anticristo, e va esortato a ravvedersi, altro che credente, l’ultimo giorno che quest’uomo e una signora vennero a casa mia per leggere la Bibbia tirarono fuori la loro vera natura fino a tal punto che l’uomo spostando il Libro della Bibbia davanti a me disse “ma ora lascia stare la Bibbia non parliamo con quelli che è scritto”, e allora con cosa si parla, ci mettiamo a scrivere un’altro vangelo e poi discutiamo con quello…COSÌ NON SIA…
        Perché c’è un solo EVANGELO E NON VA CAMBIATO NON VA MODIFICATO NE RESO PIÙ MODERNO, MA VA ACCETTATO COSÌ COME SI LEGGE IN
        Matteo 24,35
        Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.

        Si noi sappiamo che Satana si oppone al messaggio della salvezza in Cristo e per questo vuole cambiare il messaggio perché sarebbe come mettere della benzina verde in una macchina a diesel (scusate l’esempio che forse non rende neppure lidea) ma cambiando il messaggio la buona notizia che Gesù è il Cristo è che in Lui si sono adempiute le scritture, anche la salvezza decade perciò mettiamoci in cuore di tenere saldo queste Parole che lo Spirito ci fa conoscere e tutta la nostra vita sia un annunciare Cristo agli altri a gloria di Dio

        Pace Massimo

        • Massimo Samadello scrive:

          Fabio, quell’uomo spostando il Libro della Bibbia, come hai scritto, chiaramente intendeva spostare la “pietra d’inciampo e sasso di ostacolo” (2° Pietro 2:8), distogliere lo sguardo da Gesù (Ebrei 12:2), toglierLo di mezzo (Giovanni 19:15). Certi costruttori la rifiutano perchè sanno molto bene che la “pietra angolare, scelta e preziosa” è GESU’, Colui che sostiene la vera Chiesa di Dio (Atti 4:11). Loro invece hanno altri progetti, sì di costruire alla maggior gloria del loro G.A.D.U.
          Pace.

  2. Massimo Samadello scrive:

    Giacinto, casualmente ho avuto modo di ascoltare un breve pensiero di questo pastore dal titolo : “La preoccupazione del Diavolo”.
    https://www.youtube.com/watch?v=lr8Lpktdh2E
    Credo che ciò possa rientrare in questo contesto dal “non cambiate linguaggio”, in quanto personalmente non ho trovato alcun passo nella Parola di Dio che mi porti a considerare “le preoccupazioni di Satana”. Credo altresì che il predicatore abbia voluto affrontare al solito modo, i vari problemi che probabilmente sa esservi in alcune chiese evangeliche soprattutto della sua denominazione, ma anche in altre.
    La soluzione che lui propone però è sempre la stessa : “Guardare Gesù e amare i fratelli”. E’ quindi come dire : “Per quanti malanni possa avere un corpo, c’è una ed una sola medicina che li guarisce tutti!”.
    Eppure in 1° Corinzi capitoli 1, 2 , 3 , 4, 5, 6 l’apostolo Paolo, che è stato anche menzionato, disciplina la chiesa di Corinto secondo lo Spirito di Dio, perchè quello che succedeva un tempo non è affatto diverso da quanto si verifica oggi in seno alle chiese. Ma tutto questo non viene assolutamente peso in considerazione, almeno qui! Rischiando di divulgare un messaggio distorto della Verità di Dio! Il predicatore a mio avviso ha cercato altre parole, tutte farcite di amore e benevolenza! Ma allora che serve il Consiglio di Dio, ovvero la sua Parola con certuni? Ci si gira intorno, si cambia tono, si usa sempre più dolcezza, o’ zucchero, o’ miele” direbbe qualcuno! Meglio non indisporre, meglio prendersela col Diavolo! Forse mi sbaglierò Giacinto, ma certuni, sempre con parole dolci e la musichina pure di sottofondo preferiscono non irritare troppo gli spiriti di certuni, altrimenti potrebbero anche andarsene via! e poi come si fa? …no..no! Meglio evitare…bisogna quindi : “Guardare a Gesù e amare i fratelli”…questa medicina è sempre sicura; salva capra e cavoli! Mi sbaglio forse? Pace.

    • fabio scrive:

      Pace,
      No non ti sbagli Massimo perché molti nelle comunità sanno bene che se parli come parlava Gesù e come parlavano gli apostoli avverrebbe ciò che si legge in Matteo 10:34-35 Non pensate che io sia venuto a mettere pace sulla terra; non sono venuto a metter pace, ma spada. Perché sono venuto a dividere il figlio da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora dalla suocera;

      Sì lo sanno bene certuni che parlando con lo stesso linguaggio di Gesù le loro chiese si svuoterebbero e così vedrebbero i loro incassi svanire.

      Pace

      • Massimo Samadello scrive:

        Il suono del flauto di certi pastori non deve più ingannare molti semplici che si ostinano a restare fra gli ovili “Alla legge! Alla testimonianza! Se il popolo non parla così, non vi sarà per lui nessuna aurora” (Isaia 8:20). Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.