Quando sarà il turno delle Chiese Pentecostali italiane corrotte?

«Ogni mercoledì sera, a Firenze, si tiene una messa particolare, con fedeli che cadono a terra sotto le mani del sacerdote. Siamo andati anche noi, per capire cosa accade durante il rosario del mercoledì sera». 
Finalmente le Iene cominciano ad occuparsi anche di questa pratica, che diverse parrocchie cattoliche hanno adottato da certe Chiese Evangeliche Pentecostali corrotte che da molti anni la praticano. 
Vediamo quindi ora quale sarà la prima di queste Chiese Pentecostali a ricevere una visita dalle Iene! Infatti dovrebbero andare pure da quelli che fanno uso di questa pratica da molto tempo prima che questi Cattolici, pratica che noi stiamo condannando pubblicamente da tanti anni ormai.

Guarda il video delle Iene qua

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Caduta a terra, Comportamenti disordinati, Confutazioni, Federazione delle Chiese Evangeliche Pentecostali, Pentecostali e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Quando sarà il turno delle Chiese Pentecostali italiane corrotte?

  1. fabio scrive:

    Pace,
    Alla domanda cosa sentono perché sei caduto un giovane risponde “la Madonna ti prende in braccio” ,oppure “come se ti entrasse la connessione wifi”, ma gli apostoli non hanno mai parlato con questi linguaggi e non credo perche’ la connessione wi-fi 2000 anni fa non c’era.

    La vera Chiesa è sostegno della Verità come si legge in 1Timoteo 3:14-15 Ti scrivo queste cose sperando di venir presto da te, affinché tu sappia, nel caso che dovessi tardare, come bisogna comportarsi nella casa di Dio, che è la chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità.

    Preghiamo Dio nel nome di Gesù perché ci riempia con il Suo Santo Spirito che ci conduce a TUTTA LA VERITÀ

  2. Massimo Samadello scrive:

    Giacinto, non c’è niente di nuovo sotto il sole! Queste cose le avevo già viste ancora nel lontano 1992, quando io stesso ho partecipato, ma una volta sola, ad un rituale a Mediugorje. Lo chiamavano : “Il riposo dello Spirito”. Pensa che il sacerdote che coadiuvava un frate molto ben conosciuto agli addetti ai lavori di nome :”padre Jozo”, m’ impose le mani per ben due volte, ma non caddi affatto. Ricordo che lui ci rimase un pò male, perchè tutti gli altri invece ai quali aveva imposto le mani erano caduti a terra. Ricordo una signora in particolare che era caduta in malo modo e le sue gambe erano rimaste pressochè intrappolate tra quelle del bancone/inginocchiatoio. Una volta che si era ripresa, l’ aiutai ma a gran fatica insieme a sua figlia, nel rialzarla da sotto il bancone stesso! Eh sì Giacinto, stì ragazzi non fanno niente di nuovo! Credo che chi è stato almeno una volta a Mediugorje, potrà testimoniare di questa pratica!
    Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.