ADI Catania: anche a Via Juvara c’era la stella a otto punte!

Questa è la Chiesa ADI di Catania quando si radunava nel locale di culto a Via Juvara, Come potete vedere, anche in quel locale di culto c’era un simbolo occulto massonico, vale a dire la stella a otto punte. AL CENTRO DEL LOCALE DI CULTO!!! La stessa stella che c’è a Via Susanna (stilizzata in maniera diversa). Foto tratta dalla rivista fatta dalle ADI di Catania in occasione del centenario! Quindi TUTTO SQUADRA!

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Massoneria, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a ADI Catania: anche a Via Juvara c’era la stella a otto punte!

  1. Antonio scrive:

    E molti loro membri si ostinano ancora a dire che nelle ADI non c’è mai stata e non c’è la massoneria. Assurdo!

  2. Massimo Samadello scrive:

    Moltissimi purtroppo si ostinano a frequentare ancora le ADI! Ebbene, che non dimentichino mai le loro vere origini, la loro vera ed unica radice velenosa da cui sono nate le Assemblee di Dio in Italia, la loro vera Storia, chiudere gli occhi, tapparsi gli orecchi, sarebbe come una creatura che rinnega di essere stata concepita, che rinneghi i lunghi primi mesi ed anni della loro vita stessa!
    Se permetti Giacinto, volevo riportare questi brevi stralci storici molto salienti, perchè certuni non li dimentichino :
    ****
    Il 17 Gennaio del 1952, le ADI – vedendo che non arrivava nessuna risposta da parte del Ministero dell’Interno – notificarono al Ministero che trascorso un ulteriore termine di 90 giorni, il silenzio sarebbe stato interpretato come una risposta negativa. Il termine decorse e allora le ADI impugnarono il provvedimento e il 1 Giugno 1952 presentarono un ricorso al Consiglio di Stato contro il Ministero dell’Interno. Carmine Lamanna, pastore della chiesa ADI di Matera, afferma a tale riguardo: ‘Il Signore preparò la via, perché in difesa del movimento pentecostale si rivolsero al famoso giurista cattolico romano liberale dell’epoca, ARTURO CARLO IEMOLO che era un luminare in diritto ecclesiastico, assunse la nostra difesa, di fronte al Consiglio di stato’. ***

    Si rivolsero quindi all’uomo/mediatore e non all’unico MEDIATORE tra Dio e gli uomini, ovvero il nostro Signore Gesù Cristo!

    E ancora :
    ***
    Dunque, una parte del popolo di Dio dopo essere sceso a compromesso con lo Stato, dandosi uno Statuto che come dimostreremo dopo sovverte la struttura biblica della Chiesa, per ottenere da esso il riconoscimento giuridico, e dopo essersi visto rigettare la richiesta, ricorse ad un ‘luminare del diritto ecclesiastico’ della Chiesa Cattolica Romana molto noto del suo tempo e che peraltro negli ultimi anni della sua vita fu anche un consigliere politico molto ascoltato in Vaticano, per ottenere il riconoscimento giuridico!!! ***

    In Wikipedia, sul conto del “buon massone” Arturo Carlo IEMOLO si legge :

    ” Dal 1946 fu socio nazionale dell’Accademia dei Lincei. Collaboratore delle testate Il Mondo di Mario Pannunzio e Il Ponte di Piero Calamandrei; il primo e il due maggio 1954 partecipò a Roma al primo CONVEGNO NAZIONALE MASSONICO dei professori e docenti universitari. Fu inizialmente vicino al Partito d’Azione e fu, dal 1945 al 1946, il primo presidente della RAI. Sostenitore dell’alleanza Partito Repubblicano-Partito Radicale nelle elezioni del 1958 (Giovanni Spadolini chiese la sua nomina a senatore a vita), negli ultimi anni della sua vita fu collaboratore ed editorialista de La Stampa e consigliere politico molto ascoltato in Vaticano.”

    Avranno mai compreso molti delle ADI che magari ti leggono Giacinto, a quali persone, oltre ai massoni : Frank Bruno Gigliotti e Henry H. Nesse, storicamente si rivolse il “caro amico dei massoni”, ovvero il primo loro presidente Nello GORIETTI, rendendosi così nemico di Dio??

    Temo Giacinto che molti di loro non abbiano mai letto queste parole :
    ” Se la primizia è santa, anche la massa è santa; SE LA RADICE E’ SANTA, ANCHE I RAMI SONO SANTI” (Romani 11:16).
    Ma quest’albero delle ADI ha tutt’altre radici, radici velenose e pertanto i suoi frutti come potrebbero mai essere? SERVONO UOMINI CORAGGIOSI! UOMINI DI DIO SENZA PAURA!
    Il CORAGGIO però viene solo da un cuore sincero e che AMA veramente! Viene soltanto da un vero servo del Signore Gesù Cristo! “NELL’AMORE NON C’E’ PAURA; ANZI, L’AMORE PERFETTO CACCIA VIA LA PAURA, PERCHE’ CHI HA PAURA TEME UN CASTIGO. NOI AMIAMO PERCHE’ EGLI CI HA AMATI PER PRIMO” (1° Giov. 4:18-19).
    Proprio ieri sera in una trasmissione televisiva Giacinto, veniva ricordata una frase straordinaria di Paolo Borsellino, noto magistrato vittima di Mafia, e che riporto :
    “CHI HA PAURA MUORE OGNI GIORNO, CHI NON HA PAURA MUORE UNA VOLTA SOLA”
    Allora viene spontaneo chiedersi :” Ma se degli uomini carnali sono pronti a dare la propria vita per le cose del mondo, in questo caso a motivo di Giustizia degli uomini, che per Dio ben sappiamo è come un “abito sporco” (Isaia 64:6), quanto più dei veri Uomini di Dio, dovrebbero essere pronti a far altrettanto per le cose di Dio?
    Urgono DECISIONI CORAGGIOSE! (Giudici 5:15). Basta ascoltare il flauto di certi pastori (16) e così morire non una ma più volte!
    Pace.

  3. fabio scrive:

    Pace Massimo,
    Condivido le tue riflessioni che tra l’altro qualche giorno fa mi sono trovato anche io a pensare a come i soldati muoiono in battaglia per difendere la patria ed allora con quanto più coraggio dovrebbe combattere un cristiano quella che è chiamata la buona battaglia in difesa ed in testimonianza del suo capo che è Gesù Cristo, e credo anche che oggi è all’opera quello spirito di torpore che si legge in Romani 11:8.

    Qualche giorno fa Massimo, dopo essere stato in questura per presentare una denuncia ho incontrato un uomo della comunità cattolica che frequentavo prima di uscirne e riflettevo nel vedere che certe cose non cambiano mai, stava sponsorizzando credo del materiale per diminuire l’uso della plastica, quando si frequentava con mia moglie ci propinano la cosiddetta caraffa filtrante e non che sia sbagliato il rispettare l’ambiente perche è una cosa giusta aver cura di tutto ciò che Dio ha creato, ma purtroppo tante persone credono che questa sia la testimonianza da dare a Gesù ma Gesù non è stato crocifisso perché andava nei villaggi a predicare il rispetto dell’ambiente ma è stato crocifisso perché è stato ubbidiente al Padre fino alla morte della crocifissione pOrlando su di sé i nostri peccati e non ha mai taciuto la Verità davanti alle menzogne e alle ipocrisie di coloro che dicevano di conoscere Dio e non lo conoscevano.

    Ieri ho letto questo articolo dal titolo Siria: missili ribelli su villaggio cristiano, uccisi 4 bimbi https://www.google.com/amp/s/www.agi.it/estero/siria_missili_villaggio_cristiano-5477955/news/2019-05-13/amp/ e quelo che è accaduto a questi bambini inevitabollente mi fa pensare a quanto qui in Italia si parli di fede ma anche a quanti sono coloro che veramente amano il nostro Signore Gesu Cristo il quale ha dato la Sua vita per la salvezza di chi crede in Lui e quanti siano da Lui conosciuti perché tanti sono coloro che parlano di Gesù e che dicono di conoscerlo ma pochi sono conosciuti da lui (Matteo 7:23)

  4. Massimo Samadello scrive:

    Fabio, se considero una delle cose che hai menzionate, ovvero i “missili ribelli e chi li ha lanciati”, già vedo aprirsi innanzi un scenario davvero inquietante, spiritualmente parlando! Infatti, ci sono in giro certi uomini non meno pericolosi e che senza scrupoli lanciano certi missili che provocano stragi spirituali ben più devastanti e che dopo la morte prima, sono in grado di causare pure la morte seconda!
    Pace.

    • fabio scrive:

      Pace Massimo,
      Sì sempre spiritualmente parlando ci sono tanti missili / parole pronunciate da coloro che credono di conoscere che causano danni immensi al gregge del Signore e come non fare memoria di ciò che si Dio disse “Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza”.

      Ma che il gregge inizi veramente a comprare senza denaro come invece si legge in Isaia 55:1-5 «O voi tutti che siete assetati, venite alle acque; voi che non avete denaro venite, comprate e mangiate! Venite, comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia?
      Ascoltatemi attentamente e mangerete ciò che è buono, gusterete cibi succulenti! Porgete l’orecchio e venite a me; ascoltate e voi vivrete;
      io farò con voi un patto eterno, vi largirò le grazie stabili promesse a Davide. ECCO, IO L’HO DATO COME TESTIMONIO AI POPOLI, COME PRINCIPE E GOVERNATORE DEI POPOLI. ECCO, TU CHIAMERAI NAZIONI CHE NON CONOSCI,
      E NAZIONI CHE NON TI CONOSCONO ACCORRERANNO A TE, A MOTIVO DEL SIGNORE, DEL TUO DIO, DEL SANTO D’ISRAELE, PERCHÉ EGLI TI AVRÀ GLORIFICATO ».
      Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.