E il morto rimase morto!

Si chiama Getayawkal Ayele, ed è un predicatore Etiope che si proclama profeta (ce ne sono tanti anche qui in Italia tipi del genere). Ha convinto i familiari a fare disseppellire per lui il morto, un certo Belay Biftu, morto di recente, affinché lo potesse risuscitare come Gesù risuscitò Lazzaro. Allora cosa è accaduto? Che questo predicatore si sdraia sul morto e gli grida varie volte: “Belay, svegliati!” Ma il morto non è tornato in vita.

E il morto rimase morto! from Giacinto Butindaro on Vimeo.

Alcuni dei familiari presenti sono svenuti, ed altri invece lo hanno attaccato per quello che era accaduto. Allora è arrivata la polizia che lo ha arrestato. Perché ho condiviso questo video? Perché mostra quanto siano arroganti e presuntuosi molti predicatori, e come a cagion loro, per i loro scandali, venga bestemmiato il nome di Dio e biasimata la via della verità. Quello che è accaduto in questa circostanza, naturalmente, non conferma affatto che Dio non risuscita i morti anche oggi, come ai tempi di Gesù, ma conferma solo che quando un uomo agisce per presunzione, appoggiandosi sul suo discernimento o a fasulle rivelazioni, e comunque non opera in accordo con la volontà di Dio, viene svergognato da Dio.

Giacinto Butindaro


Fonte notizia:
https://www.christianpost.com/news/ethiopian-preacher-arrested-after-failing-to-raise-man-from-dead-family-members-faint-video.html
https://www.dailymail.co.uk/news/article-5980027/Ethiopean-prophet-tried-failed-raise-man-dead-arrested-police.html

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Cose strane e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a E il morto rimase morto!

  1. fabio scrive:

    Pace,
    Gesù ebbe a dire per le persone che erano attorno queste parole Giovanni 11:40-44
    Gesù le disse: «Non ti ho detto che se credi, vedrai la gloria di Dio?» Tolsero dunque la pietra. GESÙ, ALZATI GLI OCCHI AL CIELO, DISSE: «PADRE, TI RINGRAZIO PERCHÉ MI HAI ESAUDITO. IO SAPEVO BENE CHE TU MI ESAUDISCI SEMPRE; MA HO DETTO QUESTO A MOTIVO DELLA FOLLA CHE MI CIRCONDA, AFFINCHÉ CREDANO CHE TU MI HAI MANDATO ». Detto questo, gridò ad alta voce: «Lazzaro, vieni fuori!» Il morto uscì, con i piedi e le mani avvolti da fasce, e il viso coperto da un sudario. Gesù disse loro: «Scioglietelo e lasciatelo andare».

    “AFFINCHÉ CREDANO CHE TU MI HAI MANDATO”, che cosa quindi dovremmo pensare di questo predicatore etiope Getayawkal Ayele, certamente che non è un mandato da Dio, come hai ricordato in una recente predicazione anche l’uomo al quale Gesù diede la vista disse a coloro che lo interrogarono in Giovanni 9:31-33 Si sa che Dio non esaudisce i peccatori; ma se uno è pio e fa la volontà di Dio, egli lo esaudisce. Da che mondo è mondo non si è mai udito che uno abbia aperto gli occhi a uno nato cieco. Se quest’uomo non fosse da Dio, non potrebbe fare nulla».

    Pace

  2. fabio scrive:

    Sia Dio riconosciuto verace ed ogni uomo bugiardo perché per la superbia di tanti il nome di Dio viene bestemmiato ma preghiamo perché ciò non avvenga poiché il nostro Dio cose grandi fa, ha fatto e né farà ancora, a Lui per mezzo di Cristo Gesù sia la Gloria in eterno.Amen

  3. Tommaso scrive:

    Insensati e falsari.
    Ci dobbiamo aspettare di tutto da questi scellerati, pure che abbiano l’arroganza di poter pensare di camminare sull’acqua
    arriverebbero a proclamare pure questo

  4. Daniela scrive:

    Pace,
    bisognerebbe pregare affinché questo tipo di predicatori si ravvedano, ma anche per tutte quelle povere persone che ingenuamente li seguono confondendo l’essere credenti con l’essere creduloni. Una realtà, purtroppo, molto diffusa.

  5. Luca scrive:

    Dici bene Giacinto: l’arroganza e la presunzione di predicatori, porta al rigetto e l’allontanamento di certi dalla Verità…
    Aggiungerei anche: la forzatura di questi a far quadrare i loro insegnamenti spacciandoli per la Parola di Dio.

    Dio che è onnipotente, non ha bisogno di questi showman e delle loro forzature per rivelarsi ai cuori dei semplici.

    Pace a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.