NON CANTATE QUESTA CANZONE «EVANGELICA»!

NON CANTATE QUESTA CANZONE «EVANGELICA»! from Giacinto Butindaro on Vimeo.

Lui si chiama Dante Gebel ed è un «pastore» delle Assemblee di Dio negli USA, precisamente della Chiesa River Church di Anaheim, California, USA (http://river-church.org). In questo suo show promuove una canzone «evangelica» – molto coinvolgente in quanto ha ritmi particolari – che dice: «Un minuto di silenzio per il diavolo che è morto». Ma il diavolo non è morto. Noi abbiamo vinto il diavolo (cfr. 1 Giovanni 2:14), ma non lo abbiamo ucciso! Ecco perché è scritto: “Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno a guisa di leon ruggente cercando chi possa divorare. Resistetegli stando fermi nella fede ….” (1 Pietro 5:8-9). State molto attenti, perché questo Dante Gebel è un falso ministro di Cristo, che sta portando tante false dottrine e tanta mondanità in seno alle Chiese Pentecostali, soprattutto in seno ai giovani perché è uno che sa ammaliare i giovani! Sta seducendo moltitudini di giovani!

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Brasile, Assemblee di Dio in Italia, Assemblee di Dio USA, Massoneria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a NON CANTATE QUESTA CANZONE «EVANGELICA»!

  1. fabio scrive:

    Pace,
    Non si è mai sentito e non si legge da nessuna parte della Bibbia che Gesù o qualcuno degli apostoli abbia mai fatto questa pratica di fare un minuto di silenzio che se ci riflettiamo bene va contro la Parola di Dio perché in genere uno o più minuti di silenzio vengono fatti per ricordare/onorare le vittime delle gueŕre, per ricordare i magistrati che hanno lottato a spese della propria vita contro le mafie e quindi alla luce di quello che rispose Gesù a satana in Luca 4:6-8
    «Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni; perché essa mi è stata data, e la do a chi voglio. Se dunque tu ti prostri ad adorarmi, sarà tutta tua». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “ADORA IL SIGNORE, IL TUO DIO, E A LUI SOLO RENDI IL TUO CULTO”».

    Si Giacinto, credo che a questo pastore che invita a fare un minuto di silenzio per il diavolo ci sia proprio da rispondere: “STA ALTRESÌ SCRITTO”-ADORA IL SIGNORE, IL TUO DIO, E A LUI SOLO RENDI IL TUO CULTO.

    PACE

  2. Giuseppe scrive:

    I tempi si stanno accorciando ,i veri credenti il combattimento non l’avranno nel mondo, ma nelle denominazioni , nelle comunità e nelle chiese corrotte è sviate, sono cechi guidati da cechi, Signore donaci discernimento.
    Grazie Giacinto , che Dio continui a benedirti.

    • fabio scrive:

      Pace Giuseppe,
      È sorprendente come in queste denominazioni sacerdoti, pastori, anziani, vescovi crescano sempre di più, sembra che anche in questo mettano in pratica quello che Giacinto ha più volte confutato che è “il vangelo della prosperità”, si vede una corsa come la si vede tra la gente del mondo che vuole ricoprire certi ruoli e poi una volta messa a sedere certe “poltrone” non le vogliono lasciare facilmente, non sanno che il ruolo che ricoprono comporta l’essere sottomessi a Cristo Gesù il Figlio di Dio, a l’essere perseguitati, a l’essere afflitti, a ricevere ingiurie, a partecipare alle stesse sofferenze di Gesù si da ricevere da Dio nostro Padre in Cristo la stessa consolazione, e quindi ecco che ne spuntano tanti per ogni denominaxione
      Con tanto di salti, balli, cabaret, magia e menzogne a volontà ma LA VERITÀ, GESÙ CRISTO in mezzo a loro non c’è ma rimane in noi la preghiera che Gesù fece alla Padre Suo e nostro quella che si legge in Matteo 9:37-38 Allora disse ai suoi discepoli: «La mèsse è grande, MA POCHI SONO GLI OPERAI. Pregate dunque il Signore della mèsse che mandi degli operai nella sua mèsse».

      Si Giuseppe qui c’è veramente bisogno di veri ed onesti operai che diano il pane alla messe nei momenti stabiliti, di operai che non si mettono a fare baldoria perché solo pensano che il Padrone tarda a venire, operai che parlino con franchezza e onesta di cuore, che non abbiano doppi fini, che non trattino le persone in modo da fare differenze (Giacomo 2:2-4) e che soprattutto come Giacinto fa parlino non per sé stessi come a ricercare di piacere agli uomini ma che parlino per Dio a gloria di Dio nostro Padre e di Gesù Cristo nostro Signore ed a loro per mezzo dello Spirito si renda servizio nella VERITÀ. amen
      Pace

  3. Nunzio Metali scrive:

    Mi rattristo profondamente a vedere quelle giovani donne vestite con abiti sconvenienti, smanicati, aderenti, scollati! che si dimenano danzando sul ritmo di questa musica frastornante e da discoteca!
    Infatti, sembra uno di quegli eventi dei concerti\festival tipo Festivalbar, Concerto del Primo Maggio e via dicendo, dove i giovani (e anche adulti) credenti o meno, si radunano per darsi alla pazza gioia, alla “movida”!
    Il diavolo seduce molti, usando queste concupiscenze mondane!
    Ci sono non credenti, increduli, mariani ecc. che sono anche più sobri, riservati e pudici che non questi che pure si dichiarano cristiani, incitati a dimenarsi a ritmo rock’n’roll con abiti succinti! Per esempio molte mariane devote non oserebbero mai recarsi nei santuari ecc. vestite come le ragazze che si vedono in prima fila, in questo video. Fa molto riflettere questa cosa, e rattrista profondamente. ma bisogna essere onesti e questa è la realtà dei fatti! Si va di male in peggio!

    “Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amor del Padre non è in lui. Poiché tutto quello che è nel mondo: la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita non è dal Padre, ma è dal mondo. E il mondo passa via con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio dimora in eterno” (1 Giovanni 2:16-17)

    Un’altra riflessione amara: penso che questo “pastore” se mai si trovasse davanti ad una sorella vestita in modo conveniente e modesto e che indossa il velo quando prega o profetizza, penso che la criticherebbe, esortandola a svestirsi, altrimenti “fa sfigurare”, “sembra una suora”! “è bigotta, fondamentalista”! ed espressioni simili

    Sono tanti i “pastori” e predicatori che esortano le donne a venire al culto con la minigonna! o abiti succinti!
    e tanti se ne sono approfittati anche seducendo le sorelle, commettendo adulterio, fornicazione, arrivando anche allo stupro spesso protratto per tanti anni, su tante sorelle!

    Disprezzano la Scrittura e si compiacciono di incitare alla ribellione:
    “Il vostro ornamento non sia l’esteriore che consiste nell’intrecciatura dei capelli, nel mettersi attorno dei gioielli d’oro, nell’indossar vesti sontuose ma l’essere occulto del cuore fregiato dell’ornamento incorruttibile dello spirito benigno e pacifico, che agli occhi di Dio è di gran prezzo. E così infatti si adornavano una volta le sante donne speranti in Dio, stando soggette ai loro mariti, come Sara che ubbidiva ad Abramo, chiamandolo signore; della quale voi siete ora figliuole, se fate il bene e non vi lasciate turbare da spavento alcuno” (1 Pietro 3:3-6)

  4. Lorenzo scrive:

    Pace.
    Ma il minuto di silenzio non si fa come atto di onore? Un po’ bizzarro…
    Ma poi, perché alla generazione di oggi bisogna proporre cantici così aridi, che non insegnano nulla? Non dobbiamo istruirci con cantici spirituali (Col. 3.16)? Dove sta l’edificazione in una musica che non dà alcun contenuto cristiano?
    Dio vi benedica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.