CHIESA ADI DI CATANIA: Salomone ha RICOSTRUITO il tempio del Signore!

CHIESA ADI DI CATANIA: Salomone ha RICOSTRUITO il tempio del Signore! from Giacinto Butindaro on Vimeo.

Stamattina a Catania, Via Susanna, nel luogo di culto della Chiesa ADI di cui è ‘pastore’ Paolo Lombardo, dal pulpito durante la predicazione è stata detta l’ennesima menzogna, che è questa: «ERA NATO IL RE SALOMONE CHE AVREBBE RICOSTRUITO IL TEMPIO DEL SIGNORE, come tutti sappiamo».
La Parola di Dio dice: “Il tabernacolo della testimonianza fu coi nostri padri nel deserto, come avea comandato Colui che avea detto a Mosè che lo facesse secondo il modello che avea veduto. E i nostri padri, guidati da Giosuè, ricevutolo, lo introdussero nel paese posseduto dalle genti che Dio scacciò d’innanzi ai nostri padri. Quivi rimase fino ai giorni di Davide, il quale trovò grazia nel cospetto di Dio, e chiese di preparare una dimora all’Iddio di Giacobbe. Ma SALOMONE FU QUELLO CHE GLI EDIFICÒ UNA CASA” (Atti 7: 44-47). Quindi Salomone costruì il tempio del Signore. Esso fu ricostruito secoli dopo per volontà di Dio dopo essere stato distrutto dai Babilonesi. Il decreto per la sua ricostruzione fu emanato da Ciro re di Persia, secondo che è scritto: “Nel primo anno di Ciro, re di Persia, affinché s’adempisse la parola dell’Eterno pronunziata per bocca di Geremia, l’Eterno destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale, a voce e per iscritto, fece pubblicare per tutto il suo regno quest’editto: ‘Così dice Ciro, re di Persia: L’Eterno, l’Iddio de’ cieli, m’ha dato tutti i regni della terra, ed egli m’ha comandato di edificargli una casa a Gerusalemme, ch’è in Giuda. Chiunque tra voi è del suo popolo, sia il suo Dio con lui, e salga a Gerusalemme, ch’è in Giuda, ed edifichi la casa dell’Eterno, dell’Iddio d’Israele, dell’Iddio ch’è a Gerusalemme. Tutti quelli che rimangono ancora del popolo dell’Eterno, in qualunque luogo dimorino, la gente del luogo li assista con argento, con oro, con doni in natura, bestiame, aggiungendovi offerte volontarie per la casa dell’Iddio ch’è a Gerusalemme’. Allora i capi famiglia di Giuda e di Beniamino, i sacerdoti e i Leviti, tutti quelli ai quali Iddio avea destato lo spirito, si levarono per andare a RICOSTRUIRE LA CASA DELL’ETERNO ch’è a Gerusalemme” (Esdra 1:5). Ma il tempio fu ultimato sotto il regno di Dario, secondo che è scritto: “E la casa fu finita il terzo giorno del mese d’Adar, il sesto anno del regno di Dario” (Esdra 6:15).
Che la ricostruzione del tempio è questa è confermato pienamente da questo: dopo “che Zorobabel, figliuolo di Scealtiel, e Jeshua, figliuolo di Jotsadak, si levarono e ricominciarono a edificare la casa di Dio a Gerusalemme; e con essi erano i profeti di Dio, che li secondavano” (Esdra 5:2), quando giunsero “da loro Tattenai, governatore d’oltre il fiume, Scethar-Boznai e i loro colleghi” e chiesero agli anziani: “Chi v’ha dato ordine di edificare questa casa e di rialzare queste mura?”, gli anziani tra le altre cose dissero loro queste parole: “Noi siamo i servi dell’Iddio del cielo e della terra, e RIEDIFICHIAMO LA CASA CH’ERA STATA EDIFICATA GIÀ MOLTI ANNI FA: UN GRAN RE D’ISRAELE L’AVEVA EDIFICATA E COMPIUTA. Ma avendo i nostri padri provocato ad ira l’Iddio del cielo, Iddio li diede in mano di Nebucadnetsar, re di Babilonia, il Caldeo, il quale distrusse questa casa, e menò il popolo in cattività a Babilonia. Ma il primo anno di Ciro, re di Babilonia, IL RE CIRO DIE’ ORDINE CHE QUESTA CASA DI DIO FOSSE RIEDIFICATA. E il re Ciro trasse pure dal tempio di Babilonia gli utensili d’oro e d’argento della casa di Dio, che Nebucadnetsar avea portati via dal tempio di Gerusalemme e trasportati nel tempio di Babilonia; li fece consegnare a uno chiamato Sceshbatsar, ch’egli aveva fatto governatore, e gli disse: Prendi questi utensili, va’ a riporli nel tempio di Gerusalemme, e la casa di Dio sia riedificata dov’era. Allora lo stesso Sceshbatsar venne e gettò le fondamenta della casa di Dio a Gerusalemme; da quel tempo fino ad ora essa è in costruzione, ma non è ancora finita” (Esdra 5:11-16).
Dunque, per l’ennesima volta riscontriamo una ignoranza della Parola di Dio in coloro che predicano nelle ADI che è terribile. Credo che neppure tanti preti arrivino a dire certe cose che dicono nelle ADI! 
Uscite e separatevi dalle ADI.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.