Sappiate che …

Sappiate che “il peccato è la violazione della legge” (1 Giovanni 3:4) che ha dato l’Iddio vivente e vero, che è il Creatore di tutte le cose, e quindi questa violazione della legge comporta una punizione da parte di Dio, che è il legislatore, già su questa terra. Non illudetevi, perché Dio è sì misericordioso e pietoso, lento all’ira, ricco in benignità e fedeltà, e conserva la sua benignità fino alla millesima generazione, e perdona l’iniquità, la trasgressione e il peccato, ma non terrà il colpevole per innocente, e punisce l’iniquità dei padri sopra i figliuoli e sopra i figliuoli de’ figliuoli, fino alla terza e alla quarta generazione (cfr. Esodo 34:6-7). Il salario del peccato è la morte, e la parte dei peccatori sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati nei secoli dei secoli. Per cui in quel giorno i codardi, gl’increduli, gli abominevoli, gli omicidi, i fornicatori, gli stregoni, gli idolatri e tutti i bugiardi, saranno gettati nel fuoco eterno (cfr. Apocalisse 21:8)! Quindi, peccatori, ravvedetevi e credete nell’Evangelo, per essere salvati dai vostri peccati e ottenerne la remissione, altrimenti l’ira di Dio resterà sopra di voi e morirete nei vostri peccati andandovene nelle fiamme dell’Ades per poi nel giorno del giudizio essere gettati nel fuoco eterno.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Messaggi per i peccatori e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sappiate che …

  1. Salvatore scrive:

    Esodo 20:4-6
    Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; 5 non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, 6 e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti.
    Dalla lettura della parola rilevo che Dio punisce l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che lo odiano.
    Di conseguenza, la punizione sino alla 3 e 4 generazione dei padri sui figli avviene soltanto nel caso dei peccatori che odiano Dio.
    Che significa odiare Dio? Lo Spirito mi dice che significa rigettare e calpestare con disprezzo Gesù Cristo ed il Suo Sacrificio espiatorio perfetto ed eterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.