«Come ho fatto a credere che …?»

L’ora viene che morirai nei tuoi peccati e ti ritroverai nelle fiamme dell’inferno. Là avrai sicuramente molto tempo per pensare alle menzogne che ti erano stato predicate e che tu avevi creduto. Allora dirai: «Come ho fatto a credere che non esiste l’inferno dopo la morte? Come ho fatto a credere che Dio non odia nessuno? Come ho fatto a credere che Dio alla fine salverà tutti?» Sarà terribile per te in mezzo ai tormenti pensare a quante volte ti abbiamo scongiurato a ravvederti e a credere nell’Evangelo di Cristo Gesù, e a fare frutti degni del ravvedimento, e a come ti sei fatto beffe di noi.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Messaggi per i peccatori e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a «Come ho fatto a credere che …?»

  1. Pace Giacinto,

    Nella nostra chiesa insegniamo che l’inferno non esiste, come si evince dalla punizione data da Dio in occasione del peccato di Adamo nel giardino dell’Eden. “polvere sei e polvere ritornerai”. Quindi nessun inferno.

    • giacintobutindaro scrive:

      Insegnate il falso, ravvedetevi, abbandonate questa menzogna che insegnate. E a questo punto credo che ne insegnerete altre di menzogne, abbandonate pure quelle.

    • Massimo Samadello scrive:

      Michele, quindi : o tutti in cielo o tutti giù per terra, vero?
      Quanta stoltezza in tale insegnamento e…. chissà in tanti altri! Il brutto poi è che viene considerata pure una chiesa la vostra e peggio magari anche cristiana!
      Ma del Cristo di Dio e dei suoi insegnamenti, ovvero della sua Parola, che ne avete fatto? Temo soltanto uno sterile compendio di varie filosofie! Ahi, ahi!

    • Luca scrive:

      Quindi Gesù cosa diceva in matteo 25,51? Delirava?
      Ma dico, sei così stolto da negare un luogo ben descritto da Gesù il Cristo di Dio?
      Credi che negandolo..poof.. sparisce?
      Dovresti far sparire anche le parole di Gesù!!

    • fabio scrive:

      Pace Michele,
      Ti vorrei rispondere anche io a questa tua affermazione ponendosi una domanda di riflessione “Secondo te Gesù ha mai parlato e insegnato di cose tanto così per parlare?
      Io credo di no perché LA PAROLA di DIO è scritto che è VIVENTE E PERMANENTE (1 Pietro 1:23), quindi a chi insegna nella tua chiesa questo falso insegnamento tu dichiaragli ciò che disse Gesù in Luca 16:19-31
      «C’era un uomo ricco, che si vestiva di porpora e di bisso, e ogni giorno si divertiva splendidamente; e c’era un mendicante, chiamato Lazzaro, che stava alla porta di lui, pieno di ulceri, e bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; e perfino i cani venivano a leccargli le ulceri. Avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abraamo; morì anche il ricco, e fu sepolto. E nell’Ades, essendo nei tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abraamo, e Lazzaro nel suo seno; ed esclamò: “Padre Abraamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi la lingua, perché sono tormentato in questa fiamma”.Ma Abraamo disse: “Figlio, ricòrdati che tu nella tua vita hai ricevuto i tuoi beni e che Lazzaro similmente ricevette i mali; ma ora qui egli è consolato, e tu sei tormentato. Oltre a tutto questo, fra noi e voi è posta una grande voragine, perché quelli che vorrebbero passare di qui a voi non possano, né di là si passi da noi”. Ed egli disse: “Ti prego, dunque, o padre, che tu lo mandi a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli, affinché attesti loro queste cose, e non vengano anche loro in questo luogo di tormento”. Abraamo disse: “Hanno Mosè e i profeti; ascoltino quelli”. Ed egli: “No, padre Abraamo; ma se qualcuno dai morti va a loro, si ravvedranno”. Abraamo rispose: “Se non ascoltano Mosè e i profeti, non si lasceranno persuadere neppure se uno dei morti risuscita”».

      Si Michele c’è scritti “essendo nei tormenti”, Gesù parla di una fiamma, parla di quanto Gesù ci ha gatto conoscere a quelli della tua chiesa e se accoglieranno LA VERITÀ avrai ritrovato dei fratelli ma se non l’accettano anche se non ti mancassero via loro seguì il consiglio che ti è stato dato di uscire FUORI da quel locale.

      Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.