L’Evangelo delle ADI? «Gesù ti ama!»

Questo non è l’Evangelo di Gesù Cristo, ma un altro Vangelo. Ma dove mai, e ripeto dove mai, nella Scrittura si legge che l’Evangelo da predicare al mondo è «Gesù ti ama»?! Gli apostoli annunciavano che “Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; che apparve” (1 Corinzi 15:3-5) ai suoi discepoli. Questo è il Vangelo! Uscite e separatevi dunque dalle ADI; esse predicano un altro Vangelo.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a L’Evangelo delle ADI? «Gesù ti ama!»

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    È sempre l’apostolo Paolo che scrive in 1Corinzi 1:23 ma noi predichiamo CRISTO CROCIFISSO, che per i Giudei è scandalo, e per gli stranieri pazzia;

    Anche se vogliono farci credere che i tempi sono cambiati certe cose Giacinto non cambiano mai LA CROCE DI CRISTO rimane sempre “scandalo” e “pazzia” per quelli che periscono mentre È POTENZA DI DIO PER NOI CHE VENIAMO SALVATI (1 Corinzi 1-18).

    Certi “maestri” sanno benissimo cosa comporta parlare e insegnare come facevano gli apostoli perché le loro chiese, i loro incontri le loro assemblee si svuoterebbero fino ad arrivare a DUE O TRE…(Matteo 18:20) che per gli uomini che fanno statistiche sondaggi sono niente ma nel NOME DI GESÙ QUEI DUE O TRE GIA FOMANO UNA CHIESA.

    immaginiamoci solo per un attimo se quegli uomini che hanno stretto alleanze con quegli ebrei che non credono che GESÙ sia il FIGLIO DI DIO se invece di tante moine avessero parlato come parlò l’apostolo Pietro che disse in Atti 2:22-33
    Uomini d’Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nazaret – uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso operò fra di voi per opera sua, come voi ben sapete -, dopo che, secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, fu consegnato a voi, voi l’avete inchiodato sulla croce per mano di empi e l’avete ucciso. Ma Dio lo ha risuscitato, sciogliendolo dalle angosce della morte, perché non era possibile che questa lo tenesse in suo potere. Dice infatti Davide a suo riguardo:
    Contemplavo sempre il Signore innanzi a me;
    poiché egli sta alla mia destra, perché io non vacilli.
    Per questo si rallegrò il mio cuore ed esultò la mia lingua;
    ed anche la mia carne riposerà nella speranza,
    perché tu non abbandonerai l’anima mia negli inferi,
    né permetterai che il tuo Santo veda la corruzione.
    Mi hai fatto conoscere le vie della vita,
    mi colmerai di gioia con la tua presenza.
    Fratelli, mi sia lecito dirvi francamente, riguardo al patriarca Davide, che egli morì e fu sepolto e la sua tomba è ancora oggi fra noi. Poiché però era profeta e sapeva che Dio gli aveva giurato solennemente di far sedere sul suo trono un suo discendente, previde la risurrezione di Cristo e ne parlò:
    questi non fu abbandonato negli inferi,
    né la sua carne vide corruzione.
    QUESTO GESÙ DIO L’HA RISUSCITATO E NOI TUTTI NÉ SIAMO TESTIMONI. INNALZATO PERTANTO ALLA DESTRA DI DIO E DOPO AVER RICEVUTO DAL PADRE LO SPIRITO SANTO CHE EGLI AVEVA PROMESSO, LO HA EFFUSO, COME VOI STESSI, POTETE VEDERE E UDIRE.

    si Giacinto quello di tanti è proprio un altro parlare ecco perché sono così tanto accolti e invitati da esponenti di altre religioni perché LA VERITÀ CHE È SOLO IN CRISTO GESÙ IL FIGLIO DI DIO, CHE SENZA DI LUI NESSUNO POTRÀ VENIRE AL PADRE (Giovanni 14:6) si QUESTA CHE È LUNICA VERITÀ VIENE TACIUTA proprio da quelli che nominati da uomini la nascondono, ma IN OGNI TEMPO E IN OGNI LUOGO SIA RESO GRAZIE ONORE E LA GLORIA AL NOSTRO DIO CHE LASCIA SU TUTTA LA TERRA SENTINELLE CHE PER AMOR SUO PARLANO CON FRANCHEZZA.

  2. Luca scrive:

    Pace. Nel video però si vede solo il preambolo dell’evangelizzazione. Sarebbe più corretto ascoltare tutta la predicazione di quella serata per poter concludere se essi presentano al mondo tutto l’Evangelo o solo la parte “Dio ti ama”, per cui sarebbe un altro Vangelo.

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace, guarda che ti confermo che secondo le ADI è questa la buona notizia che si deve trasmettere al mondo. Ho sentito tante loro predicazioni ed è così.

    • fabio scrive:

      Pace Luca,
      Qui non è più questione di chiesa cattolica, a di, o altre denominazioni che chi più ne ha ce ne metta il fatto è che è veramente raro trovare qualcuno che predichi alla stessa maniera di come facevano GLI APOSTOLI DI GESÙ, ed i fatti lo dimostrano.

      Luca ti faccio una domanda, credi che gli ebrei increduli sarebbero scesi a stringere patti con quelli che si dicono cristiani se questi ultimi gli avessero detto che senza di GESÙ non c’è salvezza, che senza Cristo non possiamo fare nulla, che senza Gesù nessuno viene al Padre, che senza Gesù non potranno ottenere la remissione dei peccati?
      No ti dico non ci sarebbe stata nessuna comunione perché quelle parole li avrebbero “INFASTIDITI”.

      Ora noi certamente Luca non bisogna montare in superbia perché come Dio ha reciso i rami naturali per la loro disubbidienza e ci ha innestati a noi nell’ulivo domestico ora Dio li PUÒ innestare di nuovo ma è necessario che essi credano che GESÙ È IL FIGLIO DI DIO mandato come avevano scritto gli antichi profeti per DARE LA SUA VITA MORENDO IN CROCE E AL TERZO GIORNO RISUSCITARE DAI MORTI PER LA SALVEZZA DI CHIUNQUE VOLGENDO LO SGUARDO A LUI (GESÙ) SIA SALVATO.

      Credo sia giusto chiedere di visionare il video completo ma questo non toglie il patto che è stato strinto e questo si legge in Salmi 126:1 Se il Signore non costruisce la casa, invano vi faticano i costruttori.
      Se il Signore non custodisce la città,
      invano veglia il custode.

      Qui Luca non c’è bisogno di stringere nuovi patti DIO il Padre ha gatto un patto eterno con gli uomini che CHIUNQUE CREDERÀ nel SUO FIGLIO GESÙ SARÀ SALVATO MA PER QUELLI CHE NON CREDERANNO SARANNO CONDANNATI, tutto il resto sono ciance VANITÀ delle VANITÀ.
      Pace

  3. Massimo Samadello scrive:

    LUCA, anche per me queste poche parole dette da questo predicatore evangelico adiano bastano ed avanzano! Lui è andato lì, in quella piazza, non come una persona qualunque bensì come “Sacerdote di Cristo ovvero Pastore di anime in Cristo” o mi sbaglio? E trovo davvero stolto iniziare col preambolo (come dici tu Luca) chiamando tutti ” Cari AMICI e care AMICHE!”.
    Sì Luca, quest’uomo così dicendo si è presentato come l’ amico di tutti, tutti quelli che sono lì in quella piazza che magari stavano passando o passeggiando o seduti in qualche panchina o che magari si trovavano affacciati alla finestra di casa.
    Mi sbaglio forse? Ti risulta perciò Luca che Gesù si rivolgesse alla gente chiamandoli tutti così : “Cari Amici, care amiche”. Non mi pare affatto!
    Ricordi cosa invece disse Gesù al riguardo dei suoi, quelli che erano veramente suoi :
    ” VOI SIETE MIEI AMICI, SE FATE LE COSE CHE IO VI COMANDO. IO NON VI CHIAMO PIU’ SERVI, PERCHE’ IL SERVO NON SA QUELLO CHE FA IL SUO SIGNORE; MA VI HO CHIAMATI AMICI PERCHE’ VI HO FATTO CONOSCERE TUTTE LE COSE CHE HO UDITE DAL PADRE MIO” (Giovanni 15:14-15)
    Ricordi Luca che cosa è scritto riguardo all’Amicizia col Mondo che è inimicizia verso Dio – in Giacomo 4:4 ?? Trovo quindi molto grave che un pastore evangelico, soprattutto delle ADI che vantano tanto pentecostalismo (battesimo nello Spirito Santo) faccia un sì gran stolto preambolo!
    E poi Luca, questo predicatore dice espressamente :” è un messaggio che da’ speranza, che certamente incoraggia i cuori…ci troviamo in questa piazza per condividere UNA BUONA NOTIZIA. il BUON EVANGELO, LA NOTIZIA CHE CRISTO GESU’ TI AMA, questo è il MESSAGGIO CHE ANNUNCEREMO in questa sera.”
    Quindi tutto quello che andrà poi a dire lo ha già riassunto nel suo stolto preambolo, e che qui riassumo : “Cari e care, Io che sono vostro amico questa sera vi do una buona notizia : ” Il mio amico GESU’ è anche vostro amico e Lui vi AMA tutti!”.
    Ma questo non è il Buon Evangelo (come lo ha chiamato lui) non è il Vangelo di Cristo Gesù, ma come ben ha evidenziato Giacinto, è un’altro Vangelo!
    Del resto, se a me personalmente che magari sono un adultero, un ladro, un bestemmiatore, un idolatra, un bugiardo, un avaro. ecc… si avvicinasse uno
    dicendomi : “Amico sappi che Gesù ti ama!”. “Bene”, gli risponderei, “sono contento che a Lui piaccio così, quindi perchè dovrei fare dell’altro che tu mi dici che dovrei fare
    se gli vado bene così? Avanti tutta allora nel mio bel peccare!”.
    Luca ed altri…. non so se sono stato chiaro, ma una cosa è certa : nella Parola di Dio leggo chiaramente che i nostri fratelli apostoli non evangelizzavano certamente in questo modo! C’è un’altro spirito che sta guidando quella Organizzazione che purtroppo cerca in tutti i modi di piacere al mondo! E questa è un’ulteriore conferma che vuole essere e si sente amica del Mondo! Ma di Gesù e della sua Parola che ne ha fatto?

  4. Nunzio scrive:

    Con questo sofisma del “Gesù ti ama”, costoro fanno credere ai peccatori ostinati di essere amati da Dio e quindi “di avere la licenza” di continuare a peccare a seconda dei loro comodi e del loro capriccio. Infatti il ragionamento che fanno costoro è questo: “se Dio\Gesù mi ama, io posso continuare a vivere come mi pare e mi piace, tanto Dio\Gesù mi amano sempre!”
    e quindi, si può continuare ad essere omosessuali, ladri, fornicatori, adulteri ecc.

    Dio non ama i peccatori ostinati, e li castiga. Questo è quanto insegna la Scrittura,
    “Una sciagura piomba ella sopra una città, senza che l’Eterno ne sia l’autore?” (Amos 3:6), “Egli, l’Eterno, è l’Iddio nostro; i suoi giudizi s’esercitano su tutta la terra” (Salmo 105:7) e anche Gesù castiga, anche se questi falsari non vogliono riconoscerlo e contorcono le Scritture per negarlo… infatti Gesù punì la donna Jezabel: “ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli. E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione. Ecco, io getto lei sopra un letto di dolore, e quelli che commettono adulterio con lei in una gran tribolazione, se non si ravvedono delle opere d’essa. E metterò a morte i suoi figliuoli; e tutte le chiese conosceranno che io son colui che investigo le reni ed i cuori; e darò a ciascun di voi secondo le opere vostre” (Apocalisse 2:20-23).

    e se qualcuno non lo vuole capire e accettare, l’ira di Dio sarà su di lui.

    Pace.

Rispondi a fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.