Benny Hinn si è ravveduto? Per ora non vediamo frutti degni del ravvedimento

Vi esorto fratelli ad essere molto prudenti in merito al cosiddetto ravvedimento di Benny Hinn dal messaggio della prosperità di cui gira voce in base ad alcune parole che Hinn ha detto. Aspettiamo di vedere i frutti degni del ravvedimento, come quelli che ci furono in Zaccheo. Ricordatevi infatti che Benny Hinn si è arricchito tremendamente con quel messaggio, rubando soldi a tanti credenti e approfittando di loro, e quindi per prima cosa dovrebbe restituire milioni di dollari, e poi fare altre cose. Se dunque ci saranno frutti degni del ravvedimento bene, altrimenti lasciate perdere. Io intanto vi dico che non mi fido affatto. E lo sapete perché? Per una semplicissima ragione, che a distanza di giorni da quelle sue dichiarazioni SUL SUO SITO C’E’ ANCORA IL NEGOZIO. Guardate da voi stessi che vergognoso e scandaloso mercato c’è sul suo sito. Chi rinnega il messaggio della prosperità che ha predicato per tanti anni non dovrebbe secondo voi eliminare subito il mercato che fa sul suo sito per dimostrare con i fatti che si è ravveduto? Ma niente. In questo articolo dal titolo ‘No, Benny Hinn non si è pentito’ viene fatto notare che il giorno dopo che su Youtube era stato caricato il video del cosiddetto suo pentimento lui era in televisione a chiedere soldi! Quindi, ve lo ripeto, se non vedete chiari frutti degni del ravvedimento, lasciate perdere.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Benny Hinn si è ravveduto? Per ora non vediamo frutti degni del ravvedimento

  1. Luca scrive:

    Pace Giacinto.
    Se il problema non fosse tragico e serio a sentire l’ipocrisia di questo qui mi sarei fatto delle grasse risate… ma invece è terribile… migliaia e migliaia di persone che abboccano a questa tizio… e se vanno all’Inferno con lui..

    • Nunzio scrive:

      Pace Luca, purtroppo costui è molto amato e idolatrato anche qui in Italia.
      è un idolo muto, infatti, al pari delle varie madonne e san gennaro, solo che lui è fatto di carne e sangue invece che di porcellana e legno. Ma è stato trasformato in un idolo muto dai suoi “fans” che lo adorano e lo mantengono.

      Neanche a me pare che ci sia da fidarsi di questo suo (presunto) ravvedimento. Sono ora sul suo sito e visualizzo ancora il “Donate now” in rosso, all’angolo.
      Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro…

      Pace

  2. Massimo Samadello scrive:

    Giacinto, sinceramente non sapevo di questa mossa bennyhinniana, ma consultando il suo sito che hai postato (Negozio) ho visto tra le altre, una locandina (se così si chiama) in cui è scritto “FINANCES” e cliccando ci sono in vendita dei DVD, uno dal titolo “Le sei chiavi per il successo finanziario” e un’altro dal titolo : “Carta stradale per la libertà finanziaria”.
    Pertanto è indubbio che Benny conservi tuttora le caratteristiche del “predicatore della prosperità”. Ha bisogno di essere liberato dal demone che lo assilla e tormenta più di ogni altro, sì quello delle Finanze.
    Pace.

  3. Luca scrive:

    Poveraccio questo Benny Hinn… cosa lo aspetta!

    Luca 16
    9 «Or vi era un uomo ricco, che si vestiva di porpora e bisso, e ogni giorno se la godeva splendidamente. 20 Vi era anche un mendicante chiamato Lazzaro, che giaceva alla sua porta tutto coperto di piaghe ulcerose, 21 e desiderava saziarsi delle briciole che cadevano dalla tavola del ricco; e perfino i cani venivano a leccare le sue piaghe. 22 Or avvenne che il mendicante morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abrahamo; morì anche il ricco e fu sepolto. 23 E, essendo tra i tormenti nell’inferno, alzò gli occhi e vide da lontano Abrahamo e Lazzaro nel suo seno. 24 Allora, gridando, disse: “Padre Abrahamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere nell’acqua la punta del dito per rinfrescarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma”. 25 Ma Abrahamo disse: “Figlio, ricordati che tu hai ricevuto i tuoi beni durante la tua vita e Lazzaro similmente i mali; ora invece egli è consolato e tu soffri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.