Paolo Castellina mi ha scritto


Oggi (14 Settembre 2019) il pastore protestante calvinista (in pensione) Paolo Castellina mi ha scritto in privato in merito al mio post «Sullo scontro tra Paolo Castellina e Giancarlo Rinaldi», e voglio rendervi partecipi (con la sua autorizzazione) di quello che mi ha scritto. Lo considero infatti molto importante. Ecco dunque quello che mi ha scritto:

————————————

«Caro Giacinto, mi menzioni nel tuo sito. Vorrei fare solo alcune precisazioni. Sentiti libero di pubblicarle se nella loro integrità. Vorrei che si potesse dire che io sono un pastore evangelico riformato oggi …felicemente in pensione. Non ho più formalmente una comunità di cui prendermi cura ma continuo ad avere contatti con molti cristiani che seguo pastoralmente e fraternamente a distanza e continuo a gestire diversi miei siti web in cui raccolgo e continuo ad aumentare materiali che riflettono la fede evangelica riformata classica e dei quali molti usufruiscono. La mia fede cristiana è impostata all’insegnamento delle confessioni di fede della Riforma del XVI secolo in comunione con molti cristiani e chiese che continuano a portarla avanti in tutto il mondo. Amo quest’approccio alla fede cristiana, lo ritengo biblicamente corretto e fedele e non lo scambierei o comprometterei con nulla al mondo. Esito a chiamarli “calvinismo” perché Calvino (come Lutero) non volevano che il loro nome fosse usato per definire ciò che ritenevano essere soltanto fede cristiana coerente. Diciamo semmai che io rifletto la tradizione o scuola calvinista e che spero di esserne coerente. Per questo continuo a diffonderne la conoscenza e ringrazio Dio che essa porta molti buoni e comprovati frutti. Per quanto riguarda la Massoneria, io non ho e non voglio averne nulla a che fare. Essa ha dei presupposti filosofici lontani dalla fede cristiana biblica e, quando si riferisce ad essa, lo fa in modo distorto, pretestuoso e malefico (nonostante la sua pretesa di rispettabilità). Indubbiamente la M. si è infiltrata e si infiltra nelle chiese più che altro a livello ideologico, andando a braccetto con l’umanismo religioso oggi imperante. Sicuramente di tutto questo io sono nemico. Credo però che il nemico sia molto più vasto de “la Massoneria”, essendo questa solo un aspetto (e neanche il più significativo) dell’ideologia umanista che oggi pervade molte chiese. Rispondere al Rinaldi o ad altri di quella fatta, spesso non ne vale la pena perché sono dei maestri di retorica e sanno bene come giustificarsi e prendere per il naso la gente disavveduta. Per il resto delle questioni trattate non voglio avere neanche a che fare con il pentecostalismo o carismaticismo di qualunque fatta, che non mi appartiene e lo vedo in contraddizione con la fede che professo. Questo, però, non mi impedisce di apprezzare alcune tue battaglie e trovarne altre non condivisibili. Mi astengo però dall’entrare ora nei particolari… Ogni bene nel Signore. P.»

Questa voce è stata pubblicata in Massoneria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Paolo Castellina mi ha scritto

  1. Giuseppe scrive:

    Ringrazio Dio perché ci sono uomini che servono il Signore come Paolo Castellina!

    • Massimo Samadello scrive:

      Giuseppe, leggo quindi che hai molta stima per la fede riformata classica di questo pastore che riflette la tradizione o scuola calvinista, anzichè fondata esclusivamente sulla Parola di Dio e con lo sguardo fisso solo su Gesù Cristo,
      Colui che crea la fede e la rende perfetta! (Ebrei 12:2).
      I Calvinisti, ti è stato ribadito più volte da Nunzio, Luca ecc… hanno anche ucciso, sono pertanto uomini sanguinari e omicidi! E se ringrazi il Signore per uno che tuttora porta avanti una scuola di omicidi su ispirazione del suo amato fondatore, alla stessa stregua di scribi e farisei, significa che hai la sua stessa mente! Guai!

      • Luca scrive:

        Bravo Massimo!!Dio ti benedica.

      • Giuseppe scrive:

        Certo caro Massimo, apprezzo moltissimo la fede riformata classica e condivido come Spourgeon la fede riformata battista, infatti leggo molto di Spurgeon riguardo questo argomento, vi consiglio di leggere il libro “la fede riformata battista e il catechismo di Spourgeon” alfa e omega efizioni.
        Se la mia vita è fondata su Cristo perso che lo possa affermare chi mi conosce e non chi scrive dei commenti su un blog che non mi conoscono solo perché io non credo nelle accuse su Calvino e che sono solo accuse false, io non mi permetto di dirlo di voi…
        fimato Giuseppe operaio metalmeccanico.

        • Luca scrive:

          Io leggo solo la Bibbia.
          Firmato Luca barista con la terza media

          • Giuseppe scrive:

            Ciao Luca, quello che dici è giusto, la lettura della Bibbia e molto importante anzi fondamentale e non va assolutamente trascurata, in questo siamo daccordo.
            In una telefonata intercorsa tra me e Butindaro, se non ricordo male nel 2017 ( spero di non sbagliare),, a proposito della pubblicazione del libro “Salvati per grazia” di Spourgeon Coram Deo Edizioni , che è la versione non manipolata dalle Adi di “Solo per grazia”, Giacinto mi disse che suo padre amava molto leggere Spourgeon che anche per lui fosse una figura in un certo senso autorevole. Da li e anche da diversi articoli scritti da Giacinto il mio rinnovato interesse per la lettura di libri di qualità cristiani.
            Ritengo anche che non sia propriamente vero che tu leggi solo la Bibbia, in quanto sei spesso qui a leggere gli articoli di Giacinto che in qualche misura influenzano la tua visione delle cose… Buona giornata a tutti!

          • giacintobutindaro scrive:

            Giuseppe, sappi però che mio papà rifiutava la dottrina ‘una volta salvati sempre salvati’ insegnata da Spurgeon, come anche condannava il fatto che Spurgeon fumasse il sigaro etc.

        • Massimo Samadello scrive:

          Giuseppe, gli altri ci conoscono solo per quello che vogliamo far veder loro di noi, ma chi veramente conosce il nostro cuore è solo il Signore!
          La tua difesa ad oltranza di Calvino e dei suoi, come pure della sua scuola e di quanti professano una cieca fiducia in tutte queste cose umane e si prodigano per divulgarle nel mondo, attestano chiaramente le tue convinzioni giuste o sbagliate che siano!
          Tu, altresì consigli del continuo libri di uomini scritti da altri uomini, mentre noi ti consigliamo unicamente la Parola di Dio! Meditala giorno e notte, così sarai in piena comunione col Signore, chiedigli la guida dello Spirito Santo e ti accorgerai che non avrai più bisogno di cercare altrove! Che la tua fede sia fondata solo nel nostro Signore Gesù Cristo e nella sua Parola!
          Questo è il mio personale augurio per te.
          Per quanto concerne il tuo lavoro per cui ti firmi, mi fa piacere che tu ne vada fiero, io invece…ho già dato!
          Saluti

  2. Massimo Samadello scrive:

    Giacinto, ho letto quanto ha scritto questo pastore evangelico calvinista e sinceramente pur apprezzando la sua personale posizione nei confronti della Massoneria, stento a credere che lui possa essere una persona disavveduta e quindi non in grado di resistere in faccia, come si suol dire, al prof. Rinaldi. Se la fede di Castellina fosse veramente fondata solo su Gesù Cristo e la sua Parola avrebbe dovuto tranquillamente rispondergli… col si, sì o no, no, come richiesto!
    Dopo tanti anni di attività pastorale e di approfondimenti (spero) nella sua fede fondata sulle confessioni della Riforma del XVI°, temo che Castellina, non sia ancor pronto a render conto della speranza che è in lui a tutti quelli che chiedono spiegazioni? (1° Pietro 3:13).
    Rinaldi usi pure le sue armi (la retorica) ma non affrontarlo, la dice lunga!
    Castellina altresì non intende affrontare il pentecostalismo e neppure il carismaticismo, insomma vuole godersi la sua pensione, in santa pace.
    Giacinto, vorrei soffermarmi su quest’altre nebulose parole di Castellina :
    “Esito chiamarlo calvinismo….diciamo semmai che io rifletto la tradizione o la scuola calvinista e spero di esserne coerente…”. A mio avviso, qui emerge l’orgoglio del Castellina, inteso come fiera, consapevole scelta di servizio e di appartenenza a questa Organizzazione, ovvero alla Chiesa Evangelica Riformata Calvinista, dal momento che dichiara apertamente di voler continuare a diffondere la conoscenza di questa tradizione /scuola fondata da Calvino).
    Da ultimo ho letto quanto ha scritto Rinaldi :” Si, sono stato massone e ne sono fiero”.
    Ma perchè ora non lo è più?
    Ed altresì : “andiamo a rileggere Butindaro, qualcosa di buono la troverai sempre”.
    Quindi Giacinto, ogni tanto sti ragazzi ti danno anche un contentino!
    Pace.

    • fabio scrive:

      Pace Massimo,
      Rinaldi avrà le sue armi la retorica come ci fa conoscere Castellina ma anche il cristiano ha le sue armi, la sua armatura come ci fa conoscere l’apostolo Paolo in efesini 6:11-17 Rivestitevi della completa armatura di Dio, affinché possiate stare saldi contro le insidie del diavolo; il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti. Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere. State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi; rivestitevi della corazza della giustizia; mettete come calzature ai vostri piedi lo zelo dato dal vangelo della pace; prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio;

      Rinaldi nel post precedente anche se afferma di essere stato massone in realtà dalle sue parole si evince che lo è sempre infatti dice ” P.s.: Si, sono stato massone e ne sono fiero. Li’ non ho mai ascoltato od osservato niente di anticristiano. Sono pronto a parlarne a testa alta quando e come desiderate.”
      Ora anche Castellina afferma di seguire il blog di Giacinto che ha scritto e riscritto documentando con LA SPADA DELLO SPIRITO CIOÈ LA PAROLA DI DIO che la “massoneria” Non serve il nostro SIGNORE GESÙ CRISTO , che per essa vo sono tante vie di salvezza mentre nella BIBBIA GESÙ È L’UNICA VIA CHE PORTA A DIO IL PADRE (Giovanni 14:6) E NON VE NE SONO ALTRE ALL’INFUORI DI LUI, per la massoneria tutto sono figli di DIO ma nella Bibbia si legge che solo A CHI HA CREDUTO NELL’UNIGENITO FIGLIO DI DIO GESÙ CRISTO È STATO DATO DI DIVENTARE FIGLI DI DIO (Giovanni 1:12), è chi non ha creduto? È sottoposto al giudizio infatti si legge in Giovanni 3:18-20 Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio. Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. Perché chiunque fa cose malvagie odia la luce e non viene alla luce, affinché le sue opere non siano scoperte;

      La risposta a Rinaldi ci vuole come ci chiede LA PAROLA DI DIO come si legge in Luca 21:13-15 Ma ciò vi darà occasione di rendere testimonianza. Mettetevi dunque in cuore di non premeditare come rispondere a vostra difesa, perché io vi darò una parola e una sapienza alle quali tutti i vostri avversari non potranno opporsi né contraddire.

      Che parli l’avversario con la retorica perché tanto rimarranno muti davanti ALLA LUCE CHE È DIO
      pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.