La nostra santificazione

Ricordati che quando Dio ti ha rigenerato sei entrato a fare parte di una gente santa, che è il popolo di Dio. E quindi hai il dovere di santificarti, in quanto lo comanda Dio: “Siate santi, perché io son santo» (1 Pietro 1:16). Il popolo di Dio non è un popolo dove ognuno fa quello che vuole, ma dove ognuno di noi deve fare la volontà di Dio, che è che noi ci santifichiamo (cfr. 1 Tessalonicesi 4:4). Noi abbiamo per frutto la nostra santificazione. Mettiamo dunque le nostre membra al servizio della giustizia per portare questo frutto (cfr. Romani 6:20-22) alla gloria di Colui che ci ha chiamati alla Sua eterna gloria in Cristo Gesù.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La nostra santificazione

  1. Massimo Samadello scrive:

    Se la radice (quella di Iesse) è santa, anche i rami sono santi e di conseguenza i loro frutti, ma se la radice è velenosa, lo sono anche i rami e i loro frutti!
    Purtroppo Giacinto, non posso non pensare a quell’ Organizzazione religiosa sorta
    da una radice molto velenosa, ovvero dalla Massoneria e di cui ho fatto parte anch’io
    per diversi anni. Il loro è tutto un correre dietro al vento e della santificazione quanti ne fanno parte ancor oggi, non resta altro che un lontano vago ricordo… sì di quando erano ancora nella primiera fede…nulla più!
    Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.