Non è una via spaziosa

La via della salvezza non è una via spaziosa ma una via angusta, sulla quale non sono molti a camminare ma pochi, e questi pochi sono gli eletti. Ed oltre ad essere angusta è anche una via santa, sulla quale tutti sono chiamati a santificarsi nel timore di Dio rinunziando all’empietà e alle mondane concupiscenze, per vivere in questo mondo temperatamente, giustamente e piamente, aspettando la beata speranza e l’apparizione della gloria del nostro grande Iddio e Salvatore, Cristo Gesù. Noi dunque siamo in obbligo di rendere grazie a Dio Padre per mezzo di Gesù Cristo per essere tra quei pochi che Egli ha eletti a salvezza prima della fondazione del mondo. Dimoriamo in Cristo quindi fino alla fine, per essere salvati dal Signore nel Suo regno celeste. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Non è una via spaziosa

  1. Massimo Samadello scrive:

    “Poichè molti sono i chiamati, ma POCHI gli eletti” (Matteo 22:14). E’ scritto proprio così Giacinto nella Parola di Dio! E fai bene a ribadirlo! Come altresì vi è una sola Via, ed è una via angusta quella che il credente deve percorrere e c’è anche una porta stretta che dovrà oltrepassare!
    Purtroppo Giacinto, sono a conoscenza di una chiesa cristiana evangelica pentecostale, che nel suo sito sbandiera le seguenti parole come se gli appartenessero, invece se ne è solo impossessata, facendone un loro vano orgoglio personale :
    “Perchè io ho un popolo numeroso in questa città” (Atti 18:10).
    Credo che questo invece sia proprio un irresponsabile, pur cosciente, buttar fumo negli occhi di tante povere anime, come se il Signore avesse predestinato quella città dove opera quella chiesa, a grandi cose e sempre per mezzo di essa. Come se Lui si fosse riservato, ma grazie proprio a questa chiesa, un popolo numeroso e che siano tutti lì i santi raccolti e che ben ne vengano degli altri! Stolti!
    Quelle parole invece, il Signore in visione ebbe a dirle all’apostolo Paolo, ma riguardavano la sola città di Corinto, per cui Egli aveva un piano ben preciso per mezzo del suo servo Paolo, e non certamente per tutte le città sparse nel mondo! Questo Giacinto credo sia soltanto un ennesimo meschino tentativo d’ illudere tante povere anime, facendo creder loro che se entrano a far parte di quella chiesa denominazionale, allora sì che saranno al centro della volontà del Signore. Illudendole che il Signore abbia stabilito di raccogliere un suo popolo e numeroso anche, in quella stessa cittadina! Mentre invece ce ne saranno ben poche di loro! Vorrei pertanto dire a quella chiesa che vanta tutti i doni dello Spirito Santo, che si Ravveda invece, perchè è scritto :”Così ANCHE AL PRESENTE, c’è un RESIDUO eletto per grazia” (Romani 11:5). Sì, il Cristo di Dio, attesta che anche oggi, come nei tempi passato come anche nei futuri, c’è un “RESIDUO” in tutto il mondo eletto per grazia! Sono POCHI! Altro che un popolo numeroso in quella sola cittadina! Guai a prendere in giro il Signore, strumentalizzando le sue parole per proprio tornaconto, o meglio, a tornaconto dell’Organizzazione stessa cui questi fanno parte! Guai!! Mi sbaglio forse? Pace.

    • giacintobutindaro scrive:

      Basta considerare il libro degli atti …. ad Atene Dio non ebbe un grande popolo …. quindi ci sono città dove Dio ha un grande popolo ed altre dove non ce l’ha. Dipende dal proponimento dell’elezione di Dio …. che molti non sanno cosa sia.

      • Massimo Samadello scrive:

        Certamente Giacinto, ma alcuni, vantando personali ispirazioni, che sono solo carnali, dicono che Dio parla loro, che sono sempre in comunione con Lui, mentre non è affatto così! Ingannano se stessi e di riflesso molti altri! Pace.

    • fabio scrive:

      Pace Massimo,
      Purtroppo tante di queste chiese si sono uniformate alla mentalità di questo secolo non accettando in se l’esortazione che LA PAROLA DI DIO ci rivolge (Romani 12:2), e così facendo prendono i versetti dei Vangeli, degli atti degli apostoli… ed invece di metterli in pratica li espongono come fossero degli “slogan pubblicitari” come hai detto Massimo per fini personali perché anche se ad averne un tornaconto è la denominazione ma coloro che ne sono i rappresentanti nelle varie succursali continueranno a vivere di quei privilegi che la denominazione stessa da loro.

      Il tutto a scapito DELLA PAROLA DI DIO e di tutte quelle pecore che ignare di tutte queste macchinazioni si trovano a mettere la propria fiducia negli uomini anziché confidare NELL’UNICO VERO DIO DELLA BIBBIA IL PADRE DEL NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO (Geremia 17:7).

      Ma come possono chi agisce in questa maniera incontrare quegli ostacoli che si trovano NELLA VIA ANGUSTA, se il messaggio che portano è DIO ti ama, DIO ti accetta così come sei, DIO ha un popolo numeroso in questa città, veramente questi parlano di un altro Vangelo, di un altro Gesù, di altri apostoli.

      Pace

      • Massimo Samadello scrive:

        E infatti Fabio, da tempo oramai, certuni hanno lasciato la via angusta, scegliendo quella larga, cercano di passare per altre porte, curando le amicizie col mondo, acquisendo la mentalità del mondo, adempiendo così la volontà del principe di questo mondo, al suo sibilo proverbiale : “chi è ricco di amici è scarso di guai!” e di conseguenza gli ostacoli ecco oramai svaniti, sono solo un lontano ricordo! Tanto è vero che certuni affermano seraficamente che “non costa nulla essere cristiani”.
        https://www.youtube.com/watch?v=tRBlo13dxow
        Lo Stato stesso, da alcuni decenni, dacchè si sono a lui sottomessi, li tutela, li sovvenziona e finanzia con l’8 e il 5 per mille, assegnando loro terre ed edifici confiscati ad altre organizzazioni! Ecco perchè certi “cardinali e vescovi (intendo parte della gerarchia ecclesiastica evangelica)” sminuiscono così incoraggiando altri a sottostimare i veri servitori di Dio, accusandoli falsamente come qui:
        https://www.youtube.com/watch?v=xY0HookQHMk
        ingannano, così da stringere alleanze anche con chi pubblicamente rinnega il nostro Signore Gesù Cristo :
        http://giacintobutindaro.org/2018/02/25/catania-il-patto-massonico-tra-le-chiese-evangeliche-ed-ebrei/
        Tutte cose che Giacinto ha denunciato e non fa altro che denunciare, ma proprio per questo è odiato e considerato lui un accusatore dei fratelli! Ma come considerare certuni : “Fratelli in Cristo” quando NEI FATTI LO RINNEGANO ogni giorno? Quale vangelo vorrebbero mai annunciare, se non il loro?
        Pace.

  2. luigi Autiero scrive:

    Massimo scrivi:
    ”Così ANCHE AL PRESENTE, c’è un RESIDUO eletto per grazia” (Romani 11:5). Sì, il Cristo di Dio, attesta che anche oggi, come nei tempi passato come anche nei futuri, c’è un “RESIDUO” in tutto il mondo eletto per grazia! Sono POCHI! Altro che un popolo numeroso in quella sola cittadina! Guai a prendere in giro il Signore, strumentalizzando le sue parole per proprio tornaconto, o meglio, a tornaconto dell’Organizzazione stessa cui questi fanno parte! Guai!! Mi sbaglio forse? Pace.

    Pace a te Massimo.
    Si credo che tu, ti sbagli.
    Se leggi il passo “nel suo contesto “di Romani 11.. dal primo verso, ti accorgerai che è riferito al popolo di Israele, dove anche fra essi ,che hanno rigettato il Cristo…, è riservato un residuo per Grazia .
    Quindi non capisco come lo accosti a questa chiesa pentecostale , della quale non si conosce…?
    Poi fraternamente, è scritto che, Lo Spirito soffia dove vuole ed opera come vuole, e di conseguenza Dio non fa favoritismi, poichè il vangelo, è predicato a tutta l’umanità; infatti Dio vuole che nessuno se ne perda, ma che tutti giungano alla conoscenza della Verità, per essere salvati; quindi quel “pochi” è fuori luogo…

    In ogni comunità vi sono dei salvati, e dei conduttori, e cosa ci sarebbe di strano se, anche in quella cittadina , ove è situata tale comunità, Dio, per il Suo Spirito, abbia infuso nel cuore di tale collegio di anziani, che ,vi sarà una grande raccolta…?

    Non capisco poi, perchè predicando il vangelo della Grazia, invitandoli al ravvedimento e alla conversione come è scritto, si predica loro l’Amore di Dio per chiunque crede nel Figlio…, così come è altresì scritto in Gv. 3,16.., perchè questo sarebbe un altro vangelo ?
    Come scritto sopra, Lo Spirito soffia dove vuole, e dove arriva il vangelo, predicato per Lo Spirito, chi può impedire allo Spirito , di convincere tanti cuori a ravvedimento..?
    Quindi consentimelo, fraternamente è ingiusto il tuo Giudizio, come ancora altra volta ti sei espresso..
    Poi come uno che si è ravveduto, convertito al Signore Gesù, e da LUI stato perdonato, redento, Riconciliato col Padre, per aver creduto in Lui ,che è Il Cristo ,Il Figlio di Dio,

    ti do un suggerimento; guardati bene dal Giudicare una chiesa, un pastore, un fratello , che magari conosci sommariamente ” poichè, il cuore lo conosce solo Il Signore” dandogli come fai/te “dello stolto”, poichè tu , io, noi, siamo imputati “davanti a Dio”e non giudici su questa terra, e siamo stati salvati per Grazia , e non perchè siamo migliori di coloro che ancora non si sono ravveduti , o che non si ravvederanno…
    Poi se ti rifai ad alcuni passi delle scritture , dove Paolo scrive “1 Cor. 6..” che ,sulle vertenze tra fratelli, è bene che queste vengano giudicate dalla chiesa, come allo stesso modo ,Mosè giudicava quelle stesse vertenze, all’uscita dall’Egitto.,
    ti chiedo, se puoi spiegare, quali sono quelle cose che Gesù Il Signore ,disse di non giudicare ?
    Lc 6:37 Non giudicate, e non sarete giudicati; non condannate, e non sarete condannati; perdonate, e vi sarà perdonato.
    Stammi bene nel Signore

    • fabio scrive:

      Pace Luigi,
      Ho letto la riflessione che ha fatto Massimo, e non ci vedo quello che dici ovvero che abbia giudicato secondo un ingiusto giudizio, anzi trovo la sua riflessione di quando dice “Sono POCHI! Altro che un popolo numeroso in quella sola cittadina!” In linea con LA PAROLA DI DIO e con il titolo del post di Giacinto.
      Le persone in specie i “rappresentanti” di una comunità dovrebbero dire le cose come stanno altro che illudere i semplici con vani ragionamenti, persino i farisei riconoscevano questo in Gesù quando lo misero alla prova e si legge in Marco 12:13-14 Gli mandarono alcuni farisei ed erodiani per coglierlo in fallo con una domanda. Essi andarono da lui e gli dissero: «Maestro, noi sappiamo che tu sei sincero, e che non hai riguardi per nessuno, perché non badi all’apparenza delle persone, ma insegni la via di Dio secondo verità. È lecito, o no, pagare il tributo a Cesare? Dobbiamo darlo o non darlo?»

      Anche loro riconobbero che Gesù insegnava senza badare all’apparenza senza riguardi per nessuno, Luigi oramai queste comunità il loro frutto è stato portato alla luce, parlano di conversione ma quella che intendono non è la stessa che praticavano gli apostoli e se leggerai la risposta ultima che mi ha dato Massimo capirai perché non è la stessa perché il loro essere amati dal mondo li porta allo scoperto infatti si legge in Giovanni 15:19 Se foste del mondo, il mondo amerebbe quello che è suo; poiché non siete del mondo, ma io ho scelto voi in mezzo al mondo, perciò il mondo vi odia

      Ed anche in 1Giovanni 2:15
      Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui.

      Questo Luigi è il mio pensiero non vedo nella riflessione di Massimo nessun ingiusto giudizio ma bensì un giusto giudizio si che faccia riflettere a DIO PIACENDO coloro che in quelle comunità agiscono in quella maniera.
      Pace

  3. Massimo Samadello scrive:

    LUIGI, ti ho letto…. e tutti ben sappiamo che il cuore degli uomini lo conosce soltanto il Signore, ma ahimè conosco invece “lo spirito settario” che aleggia in quella chiesa che ho genericamente citato; lo stesso spirito del resto, che guida tante altre appartenenti alla sua stessa denominazione, fedelmente soggette alle stesse dottrine, stesse gerarchia, stesso Statuto.. ecc….ecc… ma non voglio dilungarmi inutilmente!
    Per quanto concerne “il giudicare” ti lascio questo link : http://giacintobutindaro.org/giudicare-quando-e-vietato-e-quando-e-comandato/
    Del resto, la Parola di Dio ce l’hai anche tu che so essere nella fede oramai da molti anni! Riporto infatti qualcosa che hai scritto qualche tempo fa :
    ” IO mi son proposto di cercare il Signore ogni giorno, e ogni giorno leggere e meditare la Sua Parola, stando un minimo di Tre gg. alla settimana nella comune adunanza.
    Pensa che un giorno, nella precedente comunità, nacquero dei dissensi, e grande confusione…, ma Il Signore mi fece sentire la Sua voce , e mi disse : alzati da questa comunità ,e va a sederti in quella…”
    Luigi, in relazione proprio a questa “rivelazione” che hai dichiarato di aver avuto da parte del Signore, ebbi a scriverti questo :
    “Personalmente sono contento che tu abbia una comunità che cammina nella Verità (3° Giov. 1:4). Ma…davvero il Signore ti ha detto :” vai a SEDERTI in quella…?”.
    Un Capo di un grande esercito potrebbe mai ordinare ad un soldato di sedersi anzichè uscire dalla tenda, indossando la completa armatura e combattere?”.
    Purtroppo, non ho avuto alcuna risposta da parte tua! Ora, potresti rispondere a questa mia domanda? Ed altresì : da quale comunità il Signore ti ha comandato di uscir fuori per poi andare A SEDERTI in quale altra? Poi ti dirò, Giacinto permettendo, a quale chiesa cristiana evangelica pentecostale mi riferivo con il versetto in Atti 18:10.
    Ti ringrazio, e saluto anche Fabio, Giacinto e tutti i santi nella pace del Signore!

  4. luigi Autiero scrive:

    Pace Massimo e voi tutti, in Cristo Il Signore
    scrivi:
    Pensa che un giorno, nella precedente comunità, nacquero dei dissensi, e grande confusione…, ma Il Signore mi fece sentire la Sua voce , e mi disse : alzati da questa comunità ,e va a sederti in quella…”

    Caspita, ti ricordi di questa mia testimonianza e l’hai tenuta in copia; io nemmeno lo ricordavo, e credimi, che mi era sfuggita la tua replica con domanda, che non ho difficoltà a risponderti.

    Scrivi:
    Ma…davvero il Signore ti ha detto :” vai a SEDERTI in quella…?”.
    Massimo caro, io non mento e se finora ti ho parlato in Verità, appare superflua ed inopportuna la domanda; ma aggiungo anche altro alla Gloria di Dio.

    Quello non è il solo episodio dove Dio ha parlato alla mia vita.
    In seguito Il Signore mi ha mandato ad annunciare il vangelo per le strade, ed anche nelle chiese Cattoliche, dove predico il Nome del Signore Gesù, da circa 8 anni , e per strada non ho mai trovato uno che mi abbia detto:
    Ma perchè non te ne vai….?
    Mentre il Signore più volte mi ha detto: di a Tizio, di a Caio….., che io non li conosco, perchè loro non mi servono, ma servono loro stessi.
    Mentre in altre occasioni, Il Signore mi ha detto, di a questo fratello, di a quella sorella a quel pastore, che IO li conosco, ed essi mi appartengono ,perchè mi servono
    Mentre ho visto sempre la mano di Dio all’opera, che toccava i cuori, ai quali annuncio l’evangelo, vedendoli piangere; il tutto lo dico alla Gloria di Dio…, e mi prendo la responsabilità di
    Ricorda Massimo, anche i profeti del passato, sono stati mandati da Dio, per mandare dei messaggi, a volte anche di Giudizio, ma perchè inviati da Dio; vedi Nathan che è mandato a Davide; vedi l’anonimo profeta inviato da Dio al sacerdote Eli, o il messaggio per bocca di Samuoele rivolto allo stesso Eli e altri che si potrebbero citare; ecco portavano la parola di Dio a loro rivelata.

    Mentre se Dio non mi dice null’altro, e vedo un fratello che cammina disordinatamente ,in mano indegno di Cristo, lo invito a ravvedersi , ad allontanarsi dal peccato dove è stato preso,ad allontanarsi dal mondo;
    ma non gli do dello stolto, non gli do del mistificatore,…. nè a distanza e nè a viva voce;
    chi sono io dal giudicare il servo del Signore , anche se si è allontanato dalla retta Via?

    Guarda Davide e Saul; questo re unto da Dio, riceve la testimonianza da Samuele, che si è allontanato da Dio e che il regno gli verra tolto , e Davide fu unto al suo posto.
    Davide che fuggiva da Saul che voleva ucciderlo, ebbe l’occasione di vendicarsi, ed anche incitato dai suoi uomini a farsi giustizia;
    ma lui replica che, non avrebbe steso la mano su Saul, sull’Unto del Signore, sebbene si era allontanato da Dio.
    Quindi applico tale principio per non cadere in un ingiusto Giudizio:
    di non Giudicare un servo del Signore , anche se si è allontanato da Dio, ma lo invito a ravvedersi , a convertirsi da qualsiasi via malvagia……

    scrivi:
    Ma…davvero il Signore ti ha detto :” vai a SEDERTI in quella…?”.
    Un Capo di un grande esercito potrebbe mai ordinare ad un soldato di sedersi anzichè uscire dalla tenda, indossando la completa armatura e combattere?”.
    Purtroppo, non ho avuto alcuna risposta da parte tua! Ora, potresti rispondere a questa mia domanda?
    Massimo caro, io non sto seduto in comunità come a stare semplicemente comodo, poichè anche in comunità ,”come fuori da essa” c’è da combattere il buon combattimento della fede.
    Il senso di questa mia, era implicito, ossia per risponderti che dove Dio ha dei figli ,discepoli del Cristo, li porterà sempre per mano, e quando c’è pericolo li porterà al largo, e non permetterà che quelli che LO servono , che LO temono, che si umiliano davanti alla SUA presenza , e che vogliono piacerGLI, saranno confusi.

    E se in quella che sto, si allontanerà dalla fede…,Dio ancora mi provvederà….
    Ecco caro, per essere più preciso, me lo disse in lingua Partenopea…….., e in quella ,come in italiano ,ha parlato ancora alla mia vita..

    Scrivi:
    Ora, potresti rispondere a questa mia domanda? Ed altresì : da quale comunità il Signore ti ha comandato di uscir fuori per poi andare A SEDERTI in quale altra? Poi ti dirò, Giacinto permettendo, a quale chiesa cristiana evangelica pentecostale mi riferivo con il versetto in Atti 18:10.

    Era una chiesa Libera a Sant’Arpino..; non ho mai fatto parte delle ADI, e pensa che fra tante comunità, per essere salvato, Il Signore mi mando il pastore di questa chiesa Libera, e lui profeticamente, mi disse cose mie che non poteva sapere , perchè era la prima volta che lo vidi.
    Poi il Signore cambiò il pastore dopo la confusione che ci fu, ed ora è stata riabilitata, per amore del SUO popolo i salvati che vi sono, ed ora cammina nel timore di Dio .

    Quella che frequento ora è la Nuova Pentecoste di Aversa, dove i pastori camminano nel timore di Dio.
    Ora avendo letto nel blog, dei commenti….non piacevoli su tale comunità, “e ne possiamo anche discutere fraternamente” ognuno faccia come vuole del suo giudizio “spesso ingiusto come ho scritto, proprio perchè il cuore lo conosce ,Solo il Signore.
    Del resto è scritto che ognuno porterà il suo peso.

    Caro, spero averti risposto in tutto, e gradirei la tua risposta alla domanda che ti ho posto sopra , e che non ho avuto risposta; te l’ha ripropongo:

    Puoi spiegare, quali sono quelle cose che Gesù Il Signore ,disse di non giudicare ?
    Lc 6:37 Non giudicate, e non sarete giudicati; non condannate, e non sarete condannati; perdonate, e vi sarà perdonato.
    Un fraterno saluto , nel Signore Gesù, nostro Grande Iddio e Salvatore

    • giacintobutindaro scrive:

      Allora, Luigi, dopo che ci hai fatto sapere che frequenti la Nuova Pentecoste di Aversa, ho capito la tua ignoranza e la tua insensatezza che origini hanno. I pastori della Nuova Pentecoste di Aversa camminano nei timore di Dio? A me risulta che camminino nel timore degli uomini, e che del timore di Dio nella Nuova Pentecoste di Aversa non sanno neppure cosa sia a partire dai pastori. La tua parlata ti dà a conoscere.

      • luigi Autiero scrive:

        Giacinto, scrivi:
        Allora, Luigi, dopo che ci hai fatto sapere che frequenti la Nuova Pentecoste di Aversa, ho capito la tua ignoranza e la tua insensatezza che origini hanno.

        Giacinto, il tuo commento me l’aspettavo, e già immaginavo lo stesso intriso “il tuo commento”, di Giudizio , “come chi si è assiso su un alto piedistallo, e guarda tutti dall’alto, come se , solo tu , non sei mancante davanti a Dio”
        e come è tuo solito affronti chi non concorda con la tua chiave di lettura, con un linguaggio che non ha nulla di cristiano.

        Certo è che ognuno mieterà ciò che semina: corruzione o vita eterna….

        Ignorante di molte cose ci può stare , e lo sono ,visto che tante cose posso anche ignorarle, ma darmi dell’insensato, “perchè frequento la Nuova Pentecoste, ed ho scritto che, i pastori di questa che conosco, hanno il timore di Dio” il tuo è un Ingiusto Giudizio, perchè tu non mi conosci, e nemmeno dimostri di avere timore del Signore Gesù, che ammonisce i Suoi discepoli a non proferire Giudizi sui fratelli;
        quindi visto quanto sono temerari ed offensivi i tuoi Giudizi a destra e a manca, ciò implica che tu per quanto faccia sfoggio delle scritture, ecco che ti mostri di non essere un discepolo che cammina nel timore del Signore Gesù,
        IL Quale invita i Suoi discepoli , ad amare anche i propri nemici, figuriamoci un fratello,
        nonchè comanda “per bocca dei Suoi profeti”, a non proferire alcuna parola di maldicenza “Ef. 4, 29”, mentre i tuoi Giudizi, e parole offensive, sono indice dei frutti della carne descritti in Galati 5,29…discordia, contese, divisioni;

        mentre è ben noto dalle tue parole e altri commenti, che tu abbia perso nel tuo cammino di fede, IL FRUTTO dello Spirito:
        amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo

        Ma leggi tu stesso i tuoi commenti sparsi nel blog; trovi in alcuni di essi questo frutto dello Spirito, visto che mostri un parlare colmo di contesa con chiunque …?

        Inoltre ho chiesto al caro Massimo ,circa Lc 6:37, e visto che lo hai aggirato, puoi darne risposta ?

        Scrivi:
        I pastori della Nuova Pentecoste di Aversa camminano nei timore di Dio? A me risulta che camminino nel timore degli uomini, e che del timore di Dio nella Nuova Pentecoste di Aversa non sanno neppure cosa sia a partire dai pastori.

        Ingiusto Giudizio il tuo, nel Giudicare il servo del Signore, sebbene ti ha comandato di non Giudicare.

        Io ci vivo nella Nuova Pentecoste , non sono devoto o zelante per alcun uomo, e certo non ci terrei a giustificarli di cosa alcuna, ma li conosco, tu, no , e li conosci solo per sentito dire, quindi puoi spiegare coi fatti questo loro camminare nel timore degli uomini ??
        Se non hanno il timore di Dio, i pastori ed anche i fratelli, come scrivi esplicitamente, cio implica che tu sei a conoscenza di peccati, trasgressioni, immoralità, accordi col mondo che si vive in tale comunità; quindi dai ragione alle tue affermazioni, con fatti precisi.

        Scrivi:
        La tua parlata ti dà a conoscere.

        A conoscere cosa ?
        Tu leggi sommariamente cosa scrivono gli altri, e poco ti interessa il resto, viceversa, avresti dato Gloria a Dio, per gran parte di quanto ho scritto, invece hai guardato il bicchiere tutto vuoto, solo per il tuo sentito dire…
        Che il Signore Dio abbia pietà di te, nel tuo continuo Giudicare sebbene non conosci ne me, ne i fratelli e nè i pastori, nonchè non tenendo conto delle parole del Signore Gesù, che comanda anche a te, in Luca:
        Luca 6:37 Non giudicate, e non sarete giudicati
        Stammi bene
        p.s. spero che almeno non censurerai come altre volte

        • fabio scrive:

          Pace Luigi,
          Trovo ancora il tempo di scriverti e spero che tu possa riflettere…
          Tu parli della tua ignoranza ma io che ti scrivo mi ritengo più ignorante di te, Giacinto e tanti altri diiii cui leggo le riflessioni e credo Luigi in ciò che si legge in Filippesi 2:3 Non fate nulla per spirito di parte o per vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a se stesso,
          Questo che ti scrivo non è perché io mi ritenga superiore a te da poterti insegnare poiché certe sono queste parole che si leggono in Giovanni 16:13
          quando però sarà venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annuncerà le cose a venire.

          EGLI, LO SPIRITO SANTO, deve essere il nostro maestro e non tutti quei pastori che si prendono meriti e gloria al posto di veramente appartiene la gloria perché sempre in Romani 9:21
          Il vasaio non è forse padrone dell’argilla per trarre dalla stessa pasta un vaso per uso nobile e un altro per uso ignobile?
          Ed anche in Isaia 10:15
          La scure si vanta forse contro colui che la maneggia?
          La sega si inorgoglisce forse contro colui che la muove?
          Come se la verga facesse muovere colui che l’alza,
          come se il bastone alzasse colui che non è di legno!

          Luigi tu mi potrai contestare che sto giudicando secondo un ingiusto giudizi questi servi del Signore mi potresti dire che quello che fanno lo fanno per amore del Signore ma si legge anche che Isaia 57:1
          Il giusto muore, e nessuno vi bada;
          gli uomini buoni sono tolti di mezzo, e nessuno considera
          che il giusto è tolto di mezzo per sottrarlo ai mali che sopraggiungono.

          Si Luigi nessuno vi bada quando il giusto muore e così sarà quando verranno i due testimoni dei quali si legge in Apocalisse 11:6-10 Essi hanno il potere di chiudere il cielo affinché non cada pioggia, durante i giorni della loro profezia. Hanno pure il potere di mutare l’acqua in sangue e di percuotere la terra con qualsiasi flagello, quante volte vorranno. E quando avranno terminato la loro testimonianza, la bestia che sale dall’abisso farà guerra contro di loro, li vincerà e li ucciderà. I loro cadaveri giaceranno sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il loro Signore è stato crocifisso. Gli uomini dei vari popoli e tribù e lingue e nazioni vedranno i loro cadaveri per tre giorni e mezzo e non lasceranno che siano posti in sepolcri. Gli abitanti della terra si rallegreranno di loro e faranno festa e si manderanno regali gli uni agli altri, perché questi due profeti erano il tormento degli abitanti della terra.

          Si altro che questo si legge che questi due profeti ERANO IL TORMENTO DEGLI ABITANTI DELLA TERRA è qui vi sono compresi anche quei tanti che pur dichiarandosi cristiani si sono fatti maestri secondo le proprie voglie come si legge in 2Timoteo 4,3
          Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie,

          Ma ora veniamo a ciò che scrivi quando dici ” come è tuo solito affronti chi non concorda con la tua chiave di lettura, con un linguaggio che non ha nulla di cristiano.” Ma dico hai mai letto ciò che disse Gesù a Giovanni in una lettera a una delle sette chiese dell’Asia in Apocalisse 3,8
          Conosco le tue opere. Ho aperto davanti a te una porta che nessuno può chiudere. Per quanto tu abbia poca forza, pure hai osservato la mia parola e non hai rinnegato il mio nome.

          La dove Gesù apre nessuno può chiudere e dove chiude nessuno può aprire e questo è ” la chiave di lettura” poiché LA CHIAVE È GESÙ (Apocalisse 3:7), ma molti oggi oramai in tasca hanno così tante chiavi che hanno smarrito L’UNICA VERA CHIAVE GESÙ CRISTO.

          Luigi facendo una ricerca nel blog di Giacinto e scrivendo in ricerca “Chiesa pentecostale di aversa” vengono fuori diversi post pubblicati come http://giacintobutindaro.org/2015/11/02/pawel-gajewski-docente-presso-la-facolta-pentecostale-di-aversa-ad-una-tavola-rotonda-organizzata-dalla-massoneria/
          Oppure come Un professore massone – ex «maestro venerabile» – alla Facoltà Pentecostale di Scienze Religiose di Aversa
          È credo che questo sia un fatto da non sottovalutare perché so legge in 2Corinzi 6:14 Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; infatti che rapporto c’è tra la giustizia e l’iniquità? O quale comunione tra la luce e le tenebre.
          Ora dopo le tante pubblicazioni fatte da Giacinto su cosa sia in realtà la massoneria con tanto di prove e testimonianze anche di ex massoni si evince che la massoneria Non è un opera che viene da DUO Padre, la massoneria non serve Gesù Cristo il Figlio di DIO nostro Signore e quindi che cosa ci fanno dei massoni a ricoprire dei ruoli di istruzione o quant’altro?
          A questo punto le domande che mi verrebbe da porto Luigi già le conosciamo e sono le stesse che Giacinto a rivolto a tanti di coloro che si dichiarano servi del Signore ma che non si sono mai segnati di rispondere (non tutti) a quest’uomo che combatte ogni giorno perché venga data gloria a Dio nella VERITÀ.
          1) La Massoneria è da Dio o da Satana?
          2) I principi massonici «libertà, fratellanza e uguaglianza» sono da Dio o da Satana?
          3) Un Cristiano può affiliarsi alla Massoneria?
          4) Un massone che si professa Cristiano può essere membro delle A.D.I.?

          Pace Luigi e spero che questa riflessione possa rispondere a tutti quei quesiti che vai ponendo.

    • Massimo Samadello scrive:

      Luigi, quindi avresti lasciato una chiesa libera, per rifugiarti, su comando del Signore, nella “Nuova Pentecoste”. Ma… hai letto questa testimonianza ? :
      http://giacintobutindaro.org/2014/03/15/dio-mi-ha-riscattato-prima-dal-mondo-e-poi-dalla-nuova-pentecoste/
      Personalmente non credo proprio che il Signore Gesù Cristo ti abbia detto : “ALZATI da questa comunità e VAI A SEDERTI in quella…”, come avevi scritto in precedenza. Non riconosco in queste parole la voce del mio Capo!
      Lui non parla così!
      Luigi, per quanto riguarda il “giudicare” non fossilizzarti su un solo versetto, come quello da te citato in Luca 6:37, ma leggi altresì : Giov. 7:24 – Atti 4:19 – 1° Cor. 2:14 – 5:3 – 5:12 – 10:15 – 11:13 – ecc…ecc…
      Temo che tu non abbia letto nulla del link : ” Sul giudicare” che avevo postato il 29.11.19. Probabilmente non lo condividi!
      Sappi infine, che la chiesa pentecostale cui mi riferivo, appartiene alle ADI!
      E qui mi fermo.

  5. fabio scrive:

    Pace Luigi,
    Tu ora frequenti la nuova Pentecoste di Aversa, ma credo che tu non abbia compreso l’esempio del soldato che Massimo ti ha fatto perché questo si legge in Luca 9:57-58 Mentre camminavano per la via, qualcuno gli disse: «Io ti seguirò dovunque andrai». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo dei nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo».

    Luigi scrivi che “Mentre se Dio non mi dice null’altro, e vedo un fratello che cammina disordinatamente ,in mano indegno di Cristo, lo invito a ravvedersi , ad allontanarsi dal peccato dove è stato preso,ad allontanarsi dal mondo;
    ma non gli do dello stolto, non gli do del mistificatore,…. nè a distanza e nè a viva voce;
    chi sono io dal giudicare il servo del Signore , anche se si è allontanato dalla retta Via?”

    Ma che cosa pensi di quello che fece e disse Gesù quando entrò nel tempio a Gerusalemme che si legge in Matteo 21:12-13 Gesù entrò nel tempio, e ne scacciò tutti quelli che vendevano e compravano; rovesciò le tavole dei cambiamonete e le sedie dei venditori di colombi. E disse loro: «È scritto: “La mia casa sarà chiamata casa di preghiera”, ma voi ne fate un covo di ladri».
    Oppure quello che disse Giovanni il battista a coloro che si definivano servi del Signore che si legge in Matteo 3,7 Vedendo però molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha suggerito di sottrarvi all’ira imminente?

    Eppure essi erano andati li per farsi battezzare ma Giovanni li chiamò “razza di vipere”.

    Hai parlato dei profeti, proprio in questi giorni ho letto in Geremia 18:19-23
    SIGNORE, volgi a me la tua attenzione
    e odi la voce dei miei avversari.
    Il male sarà forse reso in cambio del bene?
    Essi infatti hanno scavato una fossa per me.
    Ricòrdati come io mi sono presentato davanti a te
    per parlare in loro favore,
    e per distogliere la tua ira da loro.
    Perciò abbandona i loro figli alla fame;
    dalli in balìa della spada;
    le loro mogli siano private di figli e rimangano vedove;
    i loro mariti siano feriti a morte;
    i loro giovani siano colpiti dalla spada in battaglia.
    Un grido si oda uscire dalle loro case,
    quando tu farai piombare su di loro all’improvviso le bande nemiche;
    poiché hanno scavato una fossa per catturarmi,
    e hanno teso dei lacci ai miei piedi. Tu, SIGNORE, conosci tutti i loro disegni contro di me per farmi morire;
    non perdonare la loro iniquità,
    non cancellare il loro peccato davanti ai tuoi occhi!
    Siano essi abbattuti davanti a te!
    Agisci contro di loro nel giorno della tua ira!

    Eppure Geremia è chiaro dice inizialmente di aver parlato in favore di coloro che tramavano contro di lui, e noi sappiamo ciò che Gesù ci ha insegnato Matteo 5:44
    Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano.

    Luigi rimani aggrappato alla sola ed unica PAROLA DI DIO e metti alla prova gli spiriti secondo che si legge in 1Giovanni 4:1-2 Carissimi, non crediate a ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio; perché molti falsi profeti sono sorti nel mondo. Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito, il quale riconosce pubblicamente che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 3 e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell’anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo.

    Prova Luigi gli spiriti e vedrai che gli anticristi verranno allo scoperto e una volta avvenuto ciò vanno ripresi poiché sono sulla via della perdizione

    Pace e considera attentamente la riflessione che Massimo ha fatto chiedi al Signore e vedrai che non c’è stato nessun ingiusto giudizio nel suo parlare ma solo un esortazione affinché le persone non si illudano e d’altronde questo è il modo di parlare anche degli apostoli che scrivendo non alla gente del mondo ma alle congregazioni dicevano come l’apostolo Paolo che scrisse in 1Corinzi 6:9-10 Non sapete che gl’ingiusti non erediteranno il regno di Dio? NON V’lLLUDETE; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio.
    E qui mi ripeto che l’apostolo Paolo non scriveva alla gente del mondo ma rivolgeva questa esortazione a quei tanti che facendo parte delle congregazioni erano fornicatori, idolatri, adùlteri, effeminati, sodomiti, ladri, avari, ubriachi, oltraggiatori e rapinatori

    Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.