Non vi conducete come i pagani – Predicazione del 27 Gennaio 2020

Per scaricarla vai qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Non vi conducete come i pagani – Predicazione del 27 Gennaio 2020

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Mentre ascoltavo l’esempio che hai fatto del treno in ritardo di 5 minuti ho trovato conferma di tutte quelle volte che ho sentito in me quella spinta di alzare lo sguardo al cielo e rendere GRAZIE A DIO NEL NOME DEL SUO FIGLIO GESÙ, come quando lo scorso anno e vedi tu se pubblicare questo mio commento ma ero infortunato e nonostante nell’arco di due mesi sia stata operata prima mia madre , poi anche mia moglie ebbe un intervento anche di tipo operatorio, a distanza di qualche giorno mio babbo fu ricoverato per quasi un mese per uno scompenso cardiaco, e quando lo dimisero dall’ospedale mi chiamarono per iniziare la fisioterapia riguardante il mio infortunio. Guardando mia moglie e i miei figli pensai e glielo dissi che mai e poi mai noi saremmo riusciti a fare incastrare anche la più piccola delle cose che invece a Dio è piaciuto farmi essere lì presente per assistere per come potevo, e pensai anche a quanto fossero state vane tutte le preoccupazioni che ebbi avuto perché veramente come dice la Scrittura in Luca 12:24-32 Osservate i corvi, essi non seminano e non mietono, non hanno dispensa né granaio, eppure Dio li nutre; ebbene, voi valete molto più degli uccelli. E chi di voi può con la sua ansietà aggiungere alla sua statura un sol cubito? Se dunque non potete far neppure ciò che è minimo, perché siete in ansia per il resto? Osservate come crescono i gigli: essi non lavorano e non filano; eppure io vi dico che Salomone stesso, in tutta la sua gloria, non fu vestito come uno di loro. Ora se Dio riveste così l’erba che oggi è nel campo e domani è gettata nel forno, quanto maggiormente rivestirà voi, o gente di poca fede? Inoltre non cercate che cosa mangerete o che cosa berrete, e non ne state in ansia, perché le genti del mondo cercano tutte queste cose, ma il Padre vostro sa che voi ne avete bisogno. Cercate piuttosto il regno di Dio, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte. Non temere, o piccol gregge, perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il regno.

    Veramente come dice LA PAROLA DI DIO noi non apparteniamo a noi stessi ma siamo di COLUI (GESÙ CRISTO) che ci ha a caro prezzo (1Corinzi 6:19) con il sacrificio di tutto ciò che pati in UBBIDIENZA AL PADRE e gli voglio rendere GRAZIE PER MEZZO DELLO SPIRITO SANTO, GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.